Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
L'esultanza a fine partita dei giocatori della Unipolsai Fortitudo Bologna (EzR-NADOC)

Riccardo Bertossi ispira e la UnipolSai Fortitudo Bologna vince gara 5

La UnipolSai Fortitudo Bologna archivia gara cinque a quasi 24 ore dal suo inizio, completando la rimonta al quarto inning con un ulteriore punto che spiana la strada al successo della squadra di casa, che allunga poi nel sesto attacco con i punti del definitivo 11-8 per portarsi avanti 3-2 nella serie. Lunedì 28 settembre, a Serravalle, la squadra di Daniele Frignani avrà a disposizione il primo match point per conquistare il 13esimo tricolore, il secondo consecutivo in finale contro San Marino, che invece è costretta a vincere per poter restare ancora in vita.

La partita riprende da dove era stata interrotta alle ore 23 di venerdì 25 settembre, ovvero dalla parte bassa del quarto inning con una situazione di due out per la difesa sammarinese e corridori in terza (Riccardo Bertossi) e prima (Nicolò Loardi) per Cesare Astorri, chiamato in battuta contro Nicola Garbella, che prende il posto del mancino Luca Di Raffaele. Il lanciatore italo-americano sembra cominciare bene, portandosi subito avanti nel conto con due strike e zero ball sul battitore di proprietà degli Oakland Athletics. Per il lancio numero tre del turno però Monello e Garbella si accordano per una palla esterna, ma il tiro sfugge e finisce nel backstop invitando Riccardo Bertossi alla corsa a casa per il punto del 9-8, il settimo dell'inning. L'amarezza aumenta per il San Marino soprattutto perché il lancio successivo viene girato a vuoto dal giovane battitore della Fortitudo, per uno strikeout che tira fuori dai guai la formazione di Mario Chiarini. La UnipolSai Fortitudo Bologna risponde all'ingresso di Nicola Garbella con quello di Filippo Crepaldi, inserito per Matthias Zotti, ed anche questa mossa premia Fabio Betto, con Crepaldi che vince prima il duello con Giulio Monello (messo strikeout dopo una sfida lunga otto lanci) mentre Eugene Helder, spostato dalla terza alla prima base, raccoglie al volo una palla a campanile alzata in zona di foul da Lorenzo Di Fabio al primo lancio del turno in battuta. Non ha maggior fortuna Luca Pulzetti, eliminato dall'esterno centro Riccardo Bertossi, che prende il posto in difesa lasciato dall'infortunato Lorenzo Dobboletta. Se Nicola Garbella completa anche un perfetto quinto inning con uno strikeout su Julian Dreni e con gli out su Didder e Filippo Agretti compiuti dalla difesa, l'attacco del San Marino continua ad essere vittima di Filippo Crepaldi, che mette strikeout Lorenzo Avagnina e Federico Celli e finisce per ringraziare Riccardo Bertossi, che trova il terzo out raccogliendo, contro il muro dell'esterno centro-sinistra, una lunga volata colpita da Oscar Angulo, che a molti degli sportivi presenti al "Falchi" ha dato l'impressione di poter uscire. 

Scampato il pericolo, la squadra di casa può pensare ad incrementare il vantaggio da consegnare ai propri lanciatori. E lo fa, nella parte bassa del sesto inning, complice una perdita di smalto per il lanciatore del San Marino, che apre la ripresa subendo un singolo da Eugene Helder su una linea che beffa l'apprezzabile sforzo di Federico Celli, il quale si tuffa sulla palla senza però riuscire a tenerla nel guanto. Oduber e Grimaudo spostano Helder in terza ed a fare entrare il punto del provvisorio 10-8 ci pensa ancora Riccardo Bertossi con un linedrive nell'esterno centro. Passano pochi lanci e Bertossi torna protagonista: con Loardi in battuta, il corridore friulano corre verso la seconda. Monello se ne accorge ma il tiro è fuori misura e permette al giovane prospetto azzurro di arrivare in terza base, che lascia subito dopo grazie ad una lunga battuta di Loardi finita contro il muro dell'esterno centro per un doppio. L'inning termina dopo la visita sul monte di Mario Chiarini e con la presa al volo di Federico Celli su un'altra lunga volata colpita questa volta da Cesare Astorri

Nel settimo inning la Fortitudo sfodera l'arma Alex Bassani, che anche questa volta non delude e, nonostante un errore in terza base di Filippo Agretti su una battuta di Maikel Caseres, ed un singolo al centro di Monello, chiude la partita con gli strikeout su Mattia Reginato (in tre lanci) e sul pinch-hitter Vincent Ahrens, ultimo battitore della partita.

Lunedì 28 settembre, alle ore 20, a Serravalle (San Marino) la decisiva gara 6, dove il San Marino dovrà forzare gara 7 o altrimenti sarà 13esimo scudetto biancoblu.

IL TABELLINO

CALENDARIO ITALIAN BASEBALL SERIES 2020

LINK AL PLAY-BY-PLAY

FIBSTV

LA PHOTOGALLERY DI GARA CINQUE

da Bologna, Luca Giangrande

Italian Baseball Series: al via la serie tra San Marino e UnipolSai Fortitudo Bologna

Tre fuoricampo ed uno strepitoso Markus Solbach regalano gara uno al San Marino

La UnipolSai Fortitudo Bologna risponde e pareggia la serie trascinata dalle valide di Didder

Italian Baseball Series: tre giorni, tre sfide decisive per la corsa allo Scudetto

Il San Marino supera gli ostacoli e torna avanti nella serie

L'UnipolSai Fortitudo Bologna forza gara sei grazie alle prestazioni di Murilo Gouvea e Randolph Oduber

Il maltempo costringe alla sospensione una folle gara cinque

Le parole dei protagonisti dopo gara5 delle IBS 2020

Baseball e softball alla Settimana Europea dello Sport 2020