Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
20200918 - Caseres SMA + Didder BOL (EzR/NADOC)
Campionati baseball

Italian Baseball Series: tre giorni, tre sfide decisive per la corsa allo Scudetto

Sarà un inizio di settimana di fuoco tra Bologna e San Marino. Dopo i primi due confronti delle Italian Baseball Series, UnipolSai Bologna e San Marino Baseball si trovano sul 1-1 nella serie scudetto e si apprestano a vivere tre giorni fondamentali per le proprie speranze di conquistare il titolo. Seguendo lo schema della serie concordato fra le due società, gara 3 di lunedì 21 settembre e gara 5 di mercoledì 23 settembre (partita riservata ai lanciatori di formazione italiana) si disputeranno al “Gianni Falchi” di Bologna, mentre gara 4 di martedì 22 settembre si giocherà sul campo di Serravalle. Tutte le sfide delle Italian Baseball Series saranno trasmesse in diretta, a partire dalle ore 19:30 con il pregame (alle ore 20 il primo lancio), su FIBSTV.com.

Prima di gara 3 si terrà una cerimonia pre-partita, ideata dalla Fortitudo Baseball con il patrocinio della Federazione Italiana Baseball Softball e di Johnson 1836, partner FIBS, per omaggiare i medici e tutti gli addetti che durante il lockdown hanno dedicato tempo ed energie per curare le persone malate. Al "Falchi", oltre ad una rappresentativa delle giovanili della Fortitudo Baseball, saranno presenti il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, che effettuerà anche il primo lancio, il professor Stefano Zaffagnini (Coordinatore del centro di Riferimento Specialistico di “Traumatologia dello Sport” dell’Istituto Ortopedico Rizzoli), che rappresenterà l'Ordine dei Medici e i cantanti Angelo e Francesca dell'Orchestra Angelo Caravaggio che ai 'camici bianchi' dedicheranno il brano "Il Mio Canto Libero", adottato quasi come inno di riconoscimento per il personale sanitario e i sacrifici che questo ha fatto negli ultimi mesi.

In gara 3 i probabili partenti saranno Elian Leyva per Bologna e Ricardo Hernandez per San Marino. I due pitcher di passaporto spagnolo si sono già affrontati nell’ultima sfida di regular season, che ha visto il successo del San Marino per 3-1, ma la posta in palio sarà ben diversa nella sfida di lunedì, anche perchè il baseball è sempre capace di sorprendere.  Le prime due sfide tra San Marino e UnipolSai Bologna in questa serie finale ne sono una dimostrazione, dato che nessuna delle due squadre è riuscita a imporsi fra le mura amiche. San Marino ha espugnato il campo felsineo per 10-0 con una grande prova corale, caratterizzata da 3 fuoricampo e da un Markus Solbach impeccabile (1 valida subita e 13 strikeout in 5.2 riprese), ma la formazione bolognese ha reagito e si è imposta in rimonta nella seconda sfida, giocata a Serravalle, per 7-4.

Dopo le prime 9 riprese della serie, San Marino aveva un parziale di 14-1 nei confronti della UnipolSai. I campioni d'Italia in carica, però, hanno cambiato registro e hanno risposto con 6 punti tra terzo e sesto inning, aggiudicandosi una gara 2, in cui hanno battuto tre valide in meno dei sammarinesi. La formazione di Mario Chiarini ha confermato una egregia condizione di forma in battuta nelle prime due gare, con 18 valide totali (3 fuoricampo e 3 doppi, tutti in gara 1) e praticamente tutti i giocatori, a parte Vincent Ahrens, hanno battuto almeno una valida. Se in casa San Marino spiccano i 4 RBI di Giovanni Garbella e le 4 valide su 8 turni di Maikel Caseres, la Fortitudo vuole trovare continuità ripartendo dalle performance di Ray-Patrick Didder, che con due fiammate e 3 punti battuti a casa ha rivoluzionato gara 2, e da quel cambio d’inerzia guidato dall’ottavo e dal nono in battuta, Alessandro Grimaudo e Julian Dreni, capaci di ottenere metà delle valide del Bologna in gara 2, e da una difesa solida negli ultimi 3 inning che ha mitigato le incertezze delle prime riprese di gara 2. Da registrare invece il cuore del lineup, con i battitori dal terzo al quinto posto del lineup che hanno totalizzato 2 valide su 20 turni con un punto segnato e un punto battuto a casa dal doppio di Helder in gara 2. Sul monte di lancio, oltre alla probabile sfida tra Leyva e Hernandez, giocheranno un ruolo fondamentale i rilievi, coloro che dovranno portare la partita a termine. San Marino potrà schierare Fernando Baez, tenuto a riposo in gara 1, mentre la UnipolSai guidata da Lele Frignani, dopo la provvidenziale chiusura di Alex Bassani in gara 2, avrà a disposizione forze fresche in Filippo Crepaldi e Claudio Scotti in attesa di debuttare nel momento clou di questa serie, con tre partite consecutive e poco margine per riposare.

Bologna e San Marino sono state in parità dopo due partite anche nella serie finale del 2009, in cui i felsinei guidati da Marco Nanni infilarono 3 successi consecutivi per conquistare lo Scudetto. La squadra del Monte Titano, capace di vincere due scudetti rimontando da uno svantaggio di 0-2 (2011, 2013), aveva vinto gara 1 della serie finale solo 2 volte su 8 tentativi prima di giovedì scorso e in entrambi i casi ha poi vinto il titolo (nel 2008 contro Nettuno e nel 2012 contro Rimini). 

Insomma, con la speranza che Madre Natura sia clemente, saranno tre giorni di battaglia vera, di tensione e di emozioni. Tre partite, in cui i piccoli dettagli faranno la differenza. La corsa verso lo Scudetto 2020 di UnipolSai Bologna e San Marino continua.

CALENDARIO ITALIAN BASEBALL SERIES 2020

LINK AL PLAY-BY-PLAY

FIBSTV

LE PHOTOGALLERY

di Kevin Senatore

Il racconto di Gara 1: Tre fuoricampo ed uno strepitoso Markus Solbach regalano gara uno al San Marino

Il racconto di Gara 2: La UnipolSai Fortitudo Bologna risponde e pareggia la serie trascinata dalle valide di Didder