Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Ray Patrick Didder (UnipolSai Fortitudo Bologna) tenta una scivolata in seconda. Difende Luca Pulzetti (San Marino)
Campionati baseball

Italian Baseball Series: al via la serie tra San Marino e UnipolSai Fortitudo Bologna

Si alza il sipario sulla tanto attesa Italian Baseball Series 2020, che da domani giovedì 17 settembre prenderà il via dal “Gianni Falchi” di Bologna secondo una formula rinnovata che prevede gara uno (17 settembre), gara tre (21 settembre) e l’eventuale gara cinque (23 settembre) sotto le Due Torri, e gara due (18 settembre), gara quattro (22 settembre), e le eventuali gara sei (26 settembre) e gara sette (27 settembre) ai piedi del Monte Titano, ma con la UnipolSai Bologna squadra di casa nel caso di arrivo a gara sette. San Marino e UnipolSai Fortitudo Bologna si contenderanno il titolo in una serie che verrà giocata alla meglio di 7 partite, secondo orario d’inizio di tutte le gare fissato per le ore 20, sulla base di sette riprese e con l’assenza della regola del tie-break, mentre le partite che prevedono l’utilizzo di lanciatori di formazione italiana (AFI) sono individuate in gara due e gara cinque. Quest’anno la Italian Baseball Series 2020 sarà trasmessa in diretta integrale su FIBSTV, canale ufficiale della Federazione Italiana Baseball Softball, a cura di Global Television Services, che fornirà anche gli strumenti audiovisivi necessari all’utilizzo dell’Instant Replay, grande novità di quest’anno, che darà la possibilità ai manager di utilizzare il challenge, strumento già visto in Italia in occasione del Torneo di Qualificazione Olimpica 2019, al fine di poter rivedere chiamate controverse.

Le due squadre si sono date a lungo battaglia nei due mesi di stagione regolare e si sono già incontrate in finale nel 2019. Lo scorso anno la UnipolSai Fortitudo Bologna regolò Alessandro Maestri e compagni in tre partite, chiudendo nel migliore dei modi con il secondo scudetto consecutivo (ed il terzo dal 2016) una annata che alla squadra di Daniele Frignani aveva già regalato la Coppa Campioni. Adesso la Fortitudo vuole pareggiare il record del San Marino di Doriano Bindi, unica squadra degli ultimi cinquantadue anni capace di vincere tre titoli consecutivi, dal 2011 al 2013. Sarà con molta probabilità una serie appassionante e combattuta, con le due squadre che vantano numeri molto simili sia in attacco che in battuta. I felsinei guidano le statistiche offensive di stagione regolare per media battuta (.309 contro i .302 del San Marino), corse a casa (215 contro 188), punti battuti a casa (190 contro 170) e media arrivi in base (.438 contro .401), ma il San Marino può vantare più Il logo della Italian Baseball Series 2020potenza grazie a più fuoricampo (20 contro 13) e doppi (44) per una media bombardieri di .457. Inoltre i titani hanno incassato meno strikeout (150 contro 188) in battuta e possono contare sul monte di lancio migliore per media PGL (1.36 contro 2.14) e strikeout (260 contro 231).

ALBO D’ORO

Quest’anno il San Marino (23 vinte – 4 perse) di Mario Chiarini è stato capace di interrompere il dominio in regular season dell’UnipolSai Fortitudo Bologna (23 vinte – 6 perse) grazie ad una stagione da incorniciare, che ha visto i titani vantare due partenti, Markus Solbach e Alessandro Maestri, in grado di chiudere la stagione regolare con media PGL sotto l’uno (rispettivamente 0.23 e 0.82) ed un battitore, Federico Celli, capace di portare a casa la Tripla Corona dei battitori dieci anni dopo Carlos Duran (che ci riuscì proprio con la divisa del San Marino) grazie ad una media battuta di .473, 10 fuoricampo e 36 punti battuti a casa. Ma il San Marino non si ferma a questi tre elementi: rispetto allo scorso anno la squadra romagnola può vantare più esperienza grazie alle recenti aggiunte degli ex Rimini e Nettuno Baseball City Oscar Angulo e Ricardo Hernandez e quella di Nicola Garbella, altro ex di Rimini e Nettuno City, lungamente utilizzato in questa stagione sia come lanciatore partente che come rilievo lungo, l’interno cubano Maikel Caseres ed il giovane, ma già esperto della categoria, Giovanni Garbella, che nel penultimo confronto di regular season ha piegato la Effe con un walk-off home run. In gara uno avranno in Markus Solbach (0.23, 3-0, 53 strikeout e 8 basi su ball in 30.1IP) il partente ideale, ma il lanciatore tedesco ha raramente superato le quattro riprese lanciate quest’anno poiché sottoposto a limite di lancio dalla sua organizzazione, i Los Angeles Dodgers. Sarà interessante capire quanto questo potrà influire sulle strategie di Mario Chiarini, specialmente in una serie da sette partite da disputare nell’arco di dieci giorni. A Serravalle, comunque, lanciatori non ne mancano: oltre a Solbach, Maestri (destinato a lanciare gara due e l’eventuale gara cinque), Ricardo Hernandez e Nicola Garbella, Chiarini può contare sul rilievo mancino Luca Di Raffaele e su Fernando Baez e Dimitri Kourtis oltreché sul giovanissimo Alessandro Ercolani. Il San Marino spera anche nei recuperi dei giocatori di posizione Mattia Reginato e Simone Albanese, che hanno saltato le ultime partite di stagione regolare, ma molto ci si aspetta anche da Vincent Ahrens (.209/.333/.256) e dal giovane ricevitore Giulio Monello (.136/.246/.237), reduci da una regular season sotto le aspettative.

STATISTICHE SAN MARINO

L’UnipolSai Fortitudo Bologna non è da meno e nonostante abbia perso lo scettro di prima della classe nella stagione regolare, punta ugualmente al tris. Anche Daniele Frignani può contare su un monte di lancio ingiocabile: partente di gara uno potrebbe essere il 32enne italo-brasiliano Murilo Gouvea (1.12, 5-0, 46 strikeout e 6 basi su ball in 31.1IP) che, dirottato dal bullpen alla rotazione, ha già fatto vedere grandi cose. In gara due spazio a Mattia Bocchi, lanciatore di proprietà dei Chicago Cubs, per un matchup che vede contrapposti i due leader stagionali per numero di vittorie (7). Per gara tre invece favorito sembra poter essere Matthias Zotti (2.68, 4-0, 29 strikeout e 19 basi su ball in 31.1IP) ma occhi puntati sul cubano Elian Leyva, arrivato di recente alla corte di Frignani, il quale potrebbe essere impiegato anche come partente nonostante in carriera sia stato utilizzato sempre come rilievo di chiusura. Completano il reparto lanciatori il rilievo “di lusso” Alex Bassani (già utilizzato in alcune occasioni come partente), gli esperti Filippo Crepaldi e Claudio Scotti ed il talentuoso mancino spagnolo Marc Civit, che in questo 2020 ha destato impressioni miste. Non ci sarà Alessandro Vaglio ma l’attacco sarà guidato dall’interbase Ray-Patrick Didder, che da terzo in battuta unisce potenza (2 fuoricampo e .600 di media bombardieri), contatto (.413) e aggressività sulle basi (15 rubate su 19 tentativi) che fanno di lui un’arma micidiale all'interno dell'arsenale di Daniele Frignani. Il manager del Bologna può contare anche su due mazze pesanti come quelle dei nazionali orange Eugene Helder e Randolph Oduber, sui quali molto ci si aspetta in questa serie di play-off, ma soprattutto sull’idolo di casa Lorenzo Dobboletta (.307/.475/.523, 10 doppi, 3 tripli, un fuoricampo), protagonista quest’anno di una crescita vorticosa in battuta. Abbastanza delicato è invece il ruolo di ricevitore, con Cesare Astorri che, anche a causa problemi al polso, non ha ripetuto le prestazioni delle prime settimane di stagione mentre il giovane Giovanny Rosales, prelevato dalla A2 dopo l’improvviso addio dello slugger Hendrik Clementina, non ha ancora avuto modo di adattarsi ai lanci dei lanciatori di A1. Per il resto il lineup bolognese è di sicuro affidamento: il “rookie” Riccardo Bertossi ha già fatto vedere numeri molto promettenti mentre il giovane Julian Dreni (.317/.463/.390) ha fatto il massimo per non far rimpiangere Alessandro Vaglio quando schierato in seconda base. Resta la certezza Alex Russo, autore anche di prese spettacolari su Lorenzo Avagnina nel girone d’andata, che con Dobboletta e Niccolò Loardi va a formare un reparto esterni di assoluto valore.

STATISTICHE UNIPOLSAI FORTITUDO BOLOGNA

In regular season la bilancia dice San Marino, che ha vinto anche due delle ultime tre partite disputate. La squadra di Mario Chiarini ha vinto un totale di 4 incontri su 6, ma ben tre vittorie sono risultate in partite da un punto mentre il risultato più ampio è di 7-2 in favore dell’UnipolSai Fortitudo Bologna. Era l’otto agosto scorso ed i felsinei si sono imposti con Gouvea, Bocchi e Bassani sul monte di lancio ed un 2-3 in battuta di Lorenzo Dobboletta con 3 punti battuti a casa.

CALENDARIO IBS 2020

LINK AL PLAY-BY-PLAY

FIBSTV

PHOTOGALLERY

di Luca Giangrande