"Mi chiamavano Maesutori": la storia di Alessandro Maestri scritta assieme ad Elio

"Mi chiamavano Maesutori": la storia di Alessandro Maestri scritta assieme ad Elio
02/12/2021
"Mi chiamavano Maesutori" racconta il viaggio in giro per il mondo del baseball di Alessandro Maestri, ex stella di Italia Baseball. Con la partecipazione di Elio, leader di Elio e le Storie Tese

Era una notte di Capodanno e nel giorno della sua esibizione a Rimini, dopo aver ascoltato una delle tante storie nel mondo del baseball di Alessandro Maestri, Elio (il leader degli Elio e le Storie Tese) consigliò ad AleMae di scrivere un libro.

La pandemia da coronavirus, i lunghi mesi in casa hanno indotto Alessandro Maestri a riguardare e a ripensare alle sue tappe della carriera sui diamanti mondiali: dagli Stati Uniti al Giappone, dalla Corea all’Australia, passando per il Messico e, ovviamente, per l’Italia sia nel campionato nostrano sia con la divisa della Nazionale.

La sua vita da giramondo con il guantone in mano, arricchita dalla passione e dallo stile di Elio, hanno dato vita al nuovo libro “Mi chiamavano Maesutori”, della casa editrice Baldini-Castoldi, disponibile in vendita da giovedì 2 dicembre.

Si tratta di un libro a quattro mani che unisce le storie di Alessandro Maestri, di una carriera nata sui campi romagnoli e sviluppatasi in ogni angolo del mondo, con le digressioni all’interno del libro di Elio, che racconta alla sua maniera regole, segreti, curiosità e aneddoti della disciplina. “Ho conosciuto Elio in una telecronaca assieme a Faso nella mia prima offseason dopo la stagione nelle leghe minori in America e siamo sempre rimasti in contatto. L’idea del libro me la propose proprio lui però mai avrei pensato di poterla raccontare” ci racconta Maestri. “Poi i mesi di riflessione, con il lockdown e tutta la stagione 2020, ho iniziato a raccogliere un’emozione dopo l’altra e a metterle insieme con cura ed è stato molto bello poter ricordare ogni momento della carriera perché ogni esperienza regala qualcosa di diverso”.

Non si parla soltanto di batti e corri, si parla di culture (basta leggere il titolo), di esperienze positive e negative, si raccontano storie di vita, storie di baseball, fonte infinita di vicende umane. Per Alessandro Maestri il baseball è stato un vero e proprio insegnante di vita e, soprattutto sulle cadute e sulle risalite ha voluto soffermarsi l’ex stella di Italia Baseball. “Ho pensato molto spesso di voler raccontare la mia storia anche ai più giovani per far capire loro che il baseball, così come tutta la vita, non è sempre rosa e fiori e che per raggiungere i propri sogni bisogna saper affrontare gli ostacoli” ha aggiunto l'originario della Romagna. “Il bello è saper rialzarsi da tutte le cadute e godersi fino in fondo il viaggio”.

Proprio i viaggi, tra leghe professionistiche e indipendenti in 4 continenti diversi, hanno fatto parte della vita da giocatore di Alessandro Maestri. Per chi il baseball lo ama per le sue narrazioni e per chi ancora non lo conosce, la storia di AleMae è quella giusta per innamorarsi ancor di più del batti e corri.

MI CHIAMAVANO MAESUTORI SUL SITO DELLA CASA EDITRICE

di Kevin Senatore