Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
News

Tre mesi fa, il 21 febbraio 2020, la scoperta che ha sconvolto e condizionato le vite di una nazione intera: Mattia, 38enne di Codogno, è risultato positivo al Covid-19. La scoperta è arrivata dopo varie diagnosi errate e grazie alla intuizione da parte di Annalisa Malara, medico anestesista dell’ospedale di Codogno, sua coetanea. Di lì a poco il comune situato nel territorio del lodigiano diventa uno degli epicentri dell’epidemia da Coronavirus in Italia, ma soprattutto si trova a piangere perdite umane ed a confrontarsi con repentini stravolgimenti nella vita di tutti i giorni.

Da quel momento per Mattia ha avuto inizio un calvario lungo un mese. Mentre l’Italia viveva il pieno della fase di isolamento e la riapertura era ancora da immaginare, il “paziente uno” passava quasi tre settimane in coma all’ospedale San Matteo di Pavia. Esattamente trenta giorni dopo, il 21 marzo, ed a pochi giorni dal suo risveglio dal coma, Mattia soffre la perdita del padre.

Sono stati giorni terribili e densi di incertezza e preoccupazione per tutti, ma oggi l’Italia vede finalmente la luce in fondo al tunnel. Il Paese ha riaperto le porte alle attività produttive e si sta timidamente riaprendo alle attività sociali e sportive e preparando la mobilità interregionale.

Non fa differenza Codogno, pronta come non mai a godersi la sua rinascita: a 90 giorni di distanza da quel 21 febbraio 2020, il peggio è ormai alle spalle e, finalmente, la città può tornare a vivere.

Oggi, 21 maggio, i biancoazzurri del Codogno Baseball ‘67 sono tornati a calcare l’erbetta del diamante di Viale della Resistenza in vista della ripresa delle attività che vedrà i Jaguars impegnati contro il Piacenza nella prima giornata del campionato di Serie B.

Con i ragazzi di Ettore Finetti ha ripreso ad allenarsi anche la squadra under-18 ed a seguire riprenderanno le attività anche le compagini giovanili. Lasciato il dramma alle spalle, Codogno ora si affida al baseball, sport radicato nella tradizione cittadina e che oggi assume anche un duplice significato: rinascita e normalità.

Luca Giangrande

News

La fase critica scatenata dalla epidemia da Coronavirus è ormai passata ed anche lo sport, così come altre attività produttive, si sta organizzando per tornare alla normalità.

A questo proposito, la Scuola dello Sport del CONI, ha annunciato l’apertura delle iscrizioni al seminario online “Le novità legislative per lo sport italiano nel post Covid-19”, organizzato per il 22 maggio 2020 sulla piattaforma Microsoft TEAMS EDU, e rappresenta una occasione per aiutare il mondo sportivo a reagire alle difficoltà emerse durante quest’ultimo periodo.

Il seminario, come si legge sul sito della Scuola dello Sport, è aperto a tutti ma è rivolto soprattutto ai dirigenti delle società sportive, oltre che a tutti coloro che lavorano nel mondo sportivo.

Per partecipare è necessario iscriversi entro il 20 maggio 2020, registrarsi al sito, compilare il modulo online e successivamente versare la quota di €60.

Al termine del seminario online, la cui partecipazione può prevedere il riconoscimento di crediti formativi, verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

 

News

Il Dipartimento Sportivo del Comitato Olimpico Internazionale (COI) ha lanciato, nei giorni scorsi, tramite la piattaforma Athlete365, un sondaggio per comprendere meglio le necessità e le priorità degli atleti.

Il sondaggio è disponibile a questo indirizzo, completamente in forma anonima, disponibile in 8 lingue diverse (italiano, inglese, spagnolo, tedesco, cinese, giapponese, coreano e russo) e per compilarlo bastano due minuti.

Il questionario predisposto dal CIO va a sommarsi ad altre iniziative e consigli utili già presenti su Athlete365 e ad altre risorse messe a disposizione dalla World Baseball Softball Federation (WBSC).

News

L’emergenza coronavirus ha posto un freno alle attività sportive, ma non a tutte quelle iniziative che hanno valore di formazione. In attesa di riprendere a pieno regime le attività, il Comitato Italiano Paralimpico, con la collaborazione della Scuola dello Sport, si concentra sulla formazione ed è pronta alla seconda edizione dell’introduzione al Corso sul Movimento Paralimpico.

“Il Comitato Italiano Paralimpico e la Scuola dello Sport”, si legge in una lettera inviata da SdS e CIP, “hanno il desiderio di incontrarvi virtualmente attraverso un Webinar, gratuito, il giorno 11 maggio dalle ore 11.00 alle ore 13.00 per spiegarvi in cosa consisterà il corso, per potervi dare un primo assaggio di tutto ciò che apprenderete durante il ciclo di lezioni, per capire cosa ci aspettiamo da voi e cosa saremo in grado di trasferirvi”.

Il Corso di Formazione vero e proprio si terrà nel mese di ottobre 2020 e sarà riservato ai futuri “advisor paralimpici” (per maggiori informazioni clicca qui).

Per poter partecipare alla introduzione al Corso sul Movimento Paralimpico è necessario compilare la domanda di iscrizione entro il giorno 8 maggio 2020.

Contatti

tel: 06/3272.9235

email: sds_catalogo@coni.it

 

News

Lo scorso primo maggio, thejbb.net, uno dei maggiori siti specializzati per quanto riguarda il mondo del junior college statunitense, ha inserito l’azzurro Giulio Monello nella lista della seconda squadra All-Americans della NJCAA.

Il 21enne ricevitore friulano ha chiuso la sua seconda stagione con gli Odessa Wranglers, squadra di Division 1, il massimo livello della National Junior College Athletic Association (NJCAA), battendo .548/.589/.839 su un totale di 62 turni in battuta e 74 apparizioni al piatto in 21 partite giocate da titolare. Monello ha colpito anche un totale di 3 fuoricampo, 2 tripli e 5 doppi producendo anche 19 punti e classificandosi al terzo posto di squadra per quanto riguarda la media battuta.

L’epidemia di Coronavirus ha costretto la NJCAA ha chiudere la stagione prima del previsto, annata che ha dunque visto i texani dell’Odessa Wranglers protagonisti di 21 successi su 23 incontri, un risultato che ha permesso alla squadra di Giulio Monello, Daniel Monti (.333/.400/.500; HR, 10 PBC, 17 partite disputate e 54 turni in battuta registrati) e Maurizio Andreetta (3 partite, 4 riprese, 6 strikeout, 3 basi su ball e PGL di 11.25) di piazzarsi al nono posto del ranking NJCAA.

 

News

La capacità di saper gestire e comprendere le proprie emozioni è diventata una competenza particolarmente ricercata ed apprezzata nel mondo sportivo. Su cosa si intende per "intelligenza emotiva" e sul come migliorare nell'identificazione, comprensione e regolazione delle emozioni se ne parlerà durante il seminario apposito organizzato dalla Scuola dello Sport del CONI.

Il seminario, rivolto agli allenatori, ai tecnici di interesse federale, agli psicologi, ai docenti delle scuole regionali dello sport e ai dirigenti di società e organizzazioni sportive, è realizzato con la collaborazione di AIPS (Associazione Italiana di Psicologia dello Sport e dell'esercizio) e sarà condotto da Sylvane Laborde, psicologo dello sport, ricercatore e docente presso la German Sport University di Colonia (Germania).

La partecipazione al seminario, che si svolgerà online (attraverso la piattaforma TEAMS di Microsoft) giovedì 21 maggio 2020, prevede il rilascio di un attestato e il riconoscimento di Crediti Formativi che saranno quantificati da ciascuna Federazione di appartenenza.

Per poter partecipare al seminario è necessario iscriversi entro il 19 maggio 2020 sul sito della Scuola dello Sport e versare la quota di partecipazione fissata a €100 più €2 di bollo amministrativo.

IL PROGRAMMA

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi alla Scuola dello Sport tramite i seguenti recapiti:

Tel: 06 3272.9194 - 9187
E-mail: sds_catalogo@coni.it

News

Si chiama "Kids Mob" e rischia di diventare un’attività motoria ‘virale’ che parte dal mondo del baseball e softball. L’iniziativa è della società veronese Crazy Sambonifacese che propone, per venerdì 1 maggio alle ore 10.30, il secondo appuntamento, impreziosito questa volta dalla collaborazione da parte di un’altra società anch’essa molto attiva sul fronte del reclutamento, ovvero l’Itas Baseball Softball Rovigo.

Kids Mob è un format riservato a ragazze e ragazzi compresi tra i 5 e gli 8 anni d'età e che finora ha avuto la partecipazione di testimonial d’eccellenza come il capitano di Italia Baseball Alessandro Vaglio, il manager della nazionale Under 12 Stefano Burato e da questo momento anche Nicola Fasani, meglio conosciuto come "Faso", deus ex-machina dell’Ares Milano e da sempre coinvolto in prima persona a favore della divulgazione del batti e corri.

Gli staff tecnici dei due club saranno impegnati in attività motorie di base e alcuni esercizi ludici con la palla ma la parola d’ordine numero uno sarà il divertimento, perché è questo quello che cercano da sempre i mini atleti.

“L'idea del Kids Mob è nata” spiega Simone Lonardi, presidente del Crazy Sambonifacese “quando, durante queste settimane di emergenza, abbiamo dovuto fermare le nostre attività di allenamento classiche e anche i progetti con le scuole del territorio. Volevamo dare la possibilità ai ragazzi di continuare a fare sport. Quindi all'inizio abbiamo promosso il training online con i nostri tesserati, successivamente abbiamo voluto lanciare quest'iniziativa, rivolta a tutti i bimbi e bimbe del territorio. La partecipazione e i sorrisi di tutti dimostrano che anche questo sarà uno strumento per divulgare la passione per il baseball in futuro, anche se la speranza di tutti è ovviamente quella di poter tornare presto in campo."

“È una forma straordinaria di un nuovo modo di pensare al reclutamento” afferma Alessandro Boniolo, presidente del Bsc Rovigo "questa esperienza del Covid-19 ci costringe tutti a ripensare anche modelli di avvicinamento ai ragazzi e a fornire nuovi servizi. L’altra cosa di rilievo è che secondo noi il futuro è la collaborazione tra varie società anche fuori dal nostro territorio. Avremo molto da lavorare insieme” continua Boniolo “per cambiare i nostri progetti strategici e riuscire ad attivare altre iniziative come questa.”

Per partecipare anche fuori dai comuni di San Bonifacio e Rovigo è semplice: basta recuperare l’annuncio pubblicato sui profili facebook delle due società sportive.

CRAZY SAMBONIFACESE BASEBALL & SOFTBALL

BASEBALL SOFTBALL CLUB ROVIGO

News

È da poche settimane uscito “Partita doppia: avventura in nove riprese”, ovvero la terza fatica letteraria della coppia Michele DoddePietro Striano.

In questo libro, disponibile sul web in cartaceo e digitale, Michele Dodde, arbitro inserito nella Hall of Fame della ESF (European Softball Federation) e attuale coordinatore della commissione Hall of Fame FIBS, scrittore e collaboratore per Baseball On The Road produce, assieme al podcaster e blogger Pietro Striano, e con la preziosa collaborazione di Marco Campanini, un saggio composto da 18 racconti di eventi, avventure e aneddoti di personaggi più o meno conosciuti nel mondo del baseball statunitense.

Del duo DoddeStriano anche “1919 – Lo scandalo dei Black Sox: un saggio” e “L’estate del nostro scontento: lo sciopero in MLB del 1994”, pubblicati tra novembre e dicembre 2019 e disponibili nelle versioni eBook e cartaceo.

Il primo libro, un saggio di circa 70 pagine che presenta anche in questo caso contributi da parte di altri autori come Marco Campanini e Filippo Coppola, racconta in maniera accurata e dettagliata quelle che sono state le fasi e gli episodi che hanno causato uno degli scandali più scioccanti e discussi nella storia della Major League Baseball, portando alla luce anche casi simili accaduti ancora negli Stati Uniti e nel campionato giapponese.

Il secondo saggio, invece, ci riporta nel 1994 per ripercorrere le fasi e le cause che portarono alla lotta tra i proprietari delle allora 28 franchigie MLB, e la MLBPA (Major League Baseball Players Association), ovvero il sindacato dei giocatori, sfociata poi nella serrata da parte di questi ultimi e quindi nello sciopero più rumoroso nella storia degli sport americani, serrata che durò in totale 232 giorni e portò alla cancellazione della World Series.

News

La spaventosa pandemia del Coronavirus è solo il più recente degli avvenimenti inaspettati e imprevisti che hanno creato uno shock universale. In precedenza siamo stati colpiti da eventi di grandissimo impatto e prevedibili solo a posteriori, come la meravigliosa invenzione della ruota, i sanguinosi attentati dell’11 settembre, il disastroso crollo di Wall Street o il successo planetario di Google. E così, anche nel più ristretto ambito della nostra vita privata o professionale, ci illudiamo di poter pianificare e controllare tutto, quando invece a fare la differenza è la capacità di affrontare in modo rapido e intuitivo gli eventi improvvisi, sia quelli più stressanti e traumatici sia le felici, inattese (e spesso di breve durata) opportunità. I treni che passano poche volte nella vita, ovvero le cosiddette Sliding Doors del film di alcuni anni fa.

In questo workshop faremo riferimento alle brillanti e innovative elaborazioni di Nassim Nicholas Taleb, saggista e matematico libanese naturalizzato statunitense, che dopo l’esperienza come consulente finanziario ha dedicato la sua vita allo studio dei processi di incertezza e di rischio. Taleb ha dapprima lanciato l’ espressione “cigno nero” (inteso come evento critico e inaspettato che sconvolge la storia) e poi proposto e approfondito il costrutto dell’ “antifragilità”.

Per Taleb, fragile è ciò che viene facilmente danneggiato da una “scossa”; robusto o resiliente ciò che resiste agli shock e rimane o torna identico a se stesso. L'antifragile invece è quel soggetto o sistema che, se esposto a un trauma, ad una crisi o una variazione, non solo resiste e si oppone ma proprio grazie ad essa migliora e si evolve, apprendendo dall’ esperienza.
E’ quindi un’illusione (che l’autore definisce con humour “sovietico-harvardiana”) quella di poter pianificare e prevedere tutto ed eliminare così per sempre le incertezze e gli imprevisti. Dobbiamo cambiare paradigma e trarre invece vantaggio dalla volatilità e dal disordine, persino dagli errori, purchè si riesca ad utilizzare le opportunità delle crisi, dei cambiamenti improvvisi, del trauma per crescere e per migliorare, per costruire qualcosa di nuovo.
Non possiamo prevedere tutto o creare organizzazioni perfette. Possiamo invece divenire più flessibili, quindi adattabili ai cambiamenti, anche improvvisi, repentini e radicali. Attivandoci rapidamente e con fiducia quando è necessario.

OBIETTIVI

1. Condividere le conoscenze di base e il significato di termini quali: fragile, robusto, resiliente, antifragile come approcci diversi per difendersi dal rischio o affrontare attivamente e creativamente l’incertezza
“Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento” (proverbio cinese)

2. Riconoscere in sé e capire come sviluppare le capacità più utili nelle situazioni di crisi imprevista:
- allenarsi quotidianamente ai cambiamenti cercando frequenti (sebbene non continui e cronici) picchi di stress: sfide professionali o agonistiche, apprendimenti difficili, iniziative inconsuete o rischiose etc.;
- individuare le opportunità latenti in una crisi e le competenze personali più adatte;
- affidarsi all’ intuito emotivo e al pensiero laterale anziché alla rigidità delle previsioni o agli schemi preordinati;
- non aver paura di tentare e sbagliare ma imparare dagli errori;
- cercare partners per affrontare l’ incertezza, inserirsi in un gruppo o magari guidare il gioco di squadra

Modalità di attuazione ed esercitazione
Anche nell’ attuazione pratica di questo corso proviamo a cogliere l’opportunità latente, il vantaggio secondario insito nella clausura obbligata imposta dal Coronavirus. Non ci è possibile in questa fase convergere nelle aule accoglienti e immerse nel verde della Scuola dello Sport? E allora proviamo a condividere la stimolante esperienza di un corso on line e trarre profitto anche da questa nuova modalità di comunicazione didattica. Con il supporto dell’applicazione Microsoft TEAMS (utilizzata anche da molte Università italiane e del tutto gratuita oltre che di estrema semplicità per i partecipanti) ci collegheremo dalle rispettive abitazioni per assistere all’esposizione da parte del docente, anche tramite slide o altri sussidi, e successivamente intervenire con domande.

DESTINATARI
Il seminario è aperto a tutti, particolarmente rivolto ad atleti, tecnici, dirigenti sportivi e a tutti coloro che operano all’ interno di Federazioni sportive, società e associazioni sportive, gruppi del volontariato e del privato-sociale attivi nel territorio.

QUANDO
Mercoledì 22 aprile per una durata di 2 ore (dalle 11 alle 13)

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione all'evento è gratuita, previa iscrizione secondo le modalità indicate di seguito.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE
Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro lunedì 20 aprile. Dopo aver effettuato la registrazione sul sito della Scuola dello Sport, occorre compilare il modulo online presente all’interno della scheda del seminario. Una volta effettuata l’iscrizione riceverete una mail di invito al webinar attraverso l’applicazione TEAMS di Microsoft.
 

Istruzioni per la connessione a TEAMS
Per partecipare al Corso di Formazione online sarà sufficiente cliccare sul link "Partecipa alla riunione di Microsoft Teams" (ovvero il seminario La Gestione dell’Incertezza) presente nella mail di convocazione.

Appena cliccato sul link, il sistema potrebbe mostrare due indicazioni:
- Scarica l’app oppure Partecipa sul Web andando al seguente indirizzo teams.office.com
- Apri Microsoft Teams se l’app Teams è già installata.

L’app è consigliabile per una migliore esperienza ma non è obbligatoria. Prima di cliccare su Partecipa ora, accertarsi che webcam e microfono siano ATTIVI.

I partecipanti al Corso possono utilizzare varie funzionalità cliccando sui pulsanti della barra degli strumenti che appare durante la riunione.

Note tecniche

- Per un migliore utilizzo della piattaforma si consiglia di utilizzare un computer portatile o fisso, dotato di videocamera, microfono e audio.
- Accertarsi di avere una connettività stabile ed efficiente
- Durante il webinar è consigliato tenere il microfono e la videocamera spenti, aprendoli sono in caso di domande o interventi.
- Evitare, durante lo svolgimento del corso, che altre persone possano utilizzare la vostra connettività al fine di non degradare la qualità del collegamento.
- Se non si utilizza l’app Teams è consigliabile utilizzare Teams via web su browser Chrome.

Per qualsiasi chiarimento o in caso di difficoltà potete chiamare al numero 06 32729172 o inviare una mail a mirella.pirritano@sportesalute.eu

News

L'emergenza Covid-19 non risparmia nessuno e la lotta contro il Coronavirus assorbe, ogni giorno, in particolare le attenzioni di tutto il mondo sanitario italiano e internazionale. Interessate alla battaglia sono anche le circa 40.000 persone in Italia affette da SLA, SMA e distrofie muscolari. Per questo motivo AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distofia Muscolare) e Famiglie SMA - Genitori per la Ricerca sull'Atrofia Muscolare Spinale, hanno deciso di lanciare una campagna di raccolta fondi a sostegno dei Centri Clinici NeMo (centri multidisciplinari specializzati nell'assistenza a pazienti affetti da distrofie muscolari) di Milano, Roma, Arenzano e Messina che oggi più che mai si trovano costretti a sostenere uno sforzo straordinario per proteggere le persone affette da malattie neuromuscolari.

La campagna di raccolta fondi prende nome dall'hashtag #distantimavicini, ovvero uno degli slogan più utilizzati in queste settimane di emergenza. Tramite questa campagna, pazienti e associazioni vogliono sostenere i Centri per la messa in atto di tutti i sistemi di protezione individuale, la necessaria integrazione degli operatori che devono subentrare ai volontari e ai famigliari e il potenziamento dei servizi per la presa in carico a distanza, come quello di Nurse Coaching, che permetterebbe di monitorare lo stato di salute, supportare la gestione quotidiana dei bisogni e dare i consigli specifici.

Per maggiori informazioni circa le modalità di donazione e la destinazione delle risorse, è possibile visitare il portale web distantimavicini.aisla.it

News

Il Comitato Italiano Paralimpico, in collaborazione con la Scuola dello Sport e con il coordinamento del Prof. Marcello Marchioni, organizza un corso di formazione rivolto a persone desiderose di impegnarsi nel promuovere lo sport paralimpico. L'obiettivo del corso, che prevede due week-end completi di frequenza per un totale di 32 ore di lezione, è fornire una certificazione che possa rappresentare garanzia e affidabilità per coloro i quali intendono impegnarsi professionalmente nel lavoro con la disabilità.

Il corso è aperto a tutti e si terrà presso il Centro di Preparazione Olimpica "Giulio Onesti", presso largo G. Onesti 1, Roma, dal 27 al 29 marzo per quanto riguarda il primo modulo di lezioni, e dal 3 al 5 aprile per quanto riguarda il secondo modulo, con una giornata dedicata agli esami finali prevista per il 9 maggio.

Per partecipare al corso bisognerà sottoscrivere la quota di €350 + €2 di bollo amministrativo e presentare la domanda di iscrizione entro venerdì 20 marzo.

 

Per maggiori informazioni telefonare al numero 06 3272 9235 oppure raggiungere l'indirizzo e-mail sds_catalogo@coni.it