Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Toscana

Interviste in Accademia Toscana

Ancora una splendida giornata di sole e temperatura ideale per gli allenamenti dell’Accademia Regionale Toscana, nella giornata di sabato 26 ottobre.

Occasione anche per una breve ma significativa intervista al consigliere federale Alessandro Cappuccini, in visita all’Accademia allo stadio Simone Piani di Castiglione della Pescaia. Grossetano, con un palmares importante da giocatore ed arbitro e oggi rappresentante dei tecnici in sede di Consiglio Federale, concittadino della direzione tecnica dell’Accademia Regionale, Alessandro ha voluto condividere le buone impressioni sul lavoro dell’Accademia Toscana e sul futuro delle Accademie regionali.

Qual’è il ruolo dell’Accademia Regionale?
- Le Accademie regionali sono state fortemente volute dalla Federazione, al momento ne sono state istituite cinque, ma l’impegno è far sì che tutte le regioni abbiano la propria struttura. Questo ci consente di programmare un lavoro di sinergia tra le accademie delle varie regioni, costruendo un confronto e opportunità di incontri, per alimentare sia l’Accademia nazionale sia le Nazionali del Baseball.

Come vedi l’evoluzione dell’Accademia Toscana?
- È stata ricercata, per questa stagione, un’età più bassa. Questo è importante. Questi ragazzi possono avere un proseguimento nei prossimi anni, perché la fascia di attività accademica è potenzialmente tre anni: condivido le scelte fatte dall’accademia toscana quest’anno, i ragazzi per lo più sono nell’età minima, ci sono i presupposti perché possano compiere un percorso completo, che li possa portare ai massimi risultati. Secondo me questa è una crescita.

E il tuo punto di vista?
- Da tecnico, e personalmente, vorrei qualcosa di più per l’accademia regionale. Il vero funzionamento di un’accademia è come quello dell’accademia nazionale, dove il ragazzo entra, va a scuola poi ha l’accademia: sarebbe il massimo.

Il Presidente del Comitato Regionale Toscana e il direttore dell’Accademia Toscana hanno espresso grande gratitudine ad Alessandro Cappuccini per la visita. Ed è probabile che possa passare di nuovo, per incontrare gli accademisti ed i genitori. A presto, dunque.