#SerieABaseball2021  

Serie A Baseball 2021 - Official Payoff

Doppia sconfitta amara per il Milano 1946, colpo salvezza per il Sultan Cervignano

Doppia sconfitta amara per il Milano 1946, colpo salvezza per il Sultan Cervignano
05/09/2021
Il Milano 1946 lascia la Serie A, il Sultan Cervignano vince due volte contro il New Black Panthers e continua a sperare nella salvezza

L'ultima giornata (prima dei recuperi) di poule salvezza emette un'altra sentenza: il Milano 1946 (2-14) retrocede in Serie B. Nonostante quattro partite ancora da disputare, BC Settimo (8-12) e Ecotherm Brescia (7-9) sono ormai irraggiungibili per la formazione di Fraschetti, spazzata dal Campidonico Grizzlies Torino (14-5) che balza in testa al girone A grazie ad una sconfitta della Farma Crocetta (11-4) proprio contro Settimo. Nel girone B importante doppio successo in chiave salvezza per il Sultan Cervignano (8-8) sui New Black Panthers (9-9).

Il Milano 1946 non riesce a rialzarsi. Al “Kennedy” non riesce la missione doppietta. Anzi, la subisce e con le sconfitte per 15-7 e 4-3 contro il Campidonico Torino Grizzlies (e la doppietta dell’Ecotherm Brescia sul Senago Baseball) saluta aritmeticamente la Serie A Baseball. La squadra meneghina perde male entrambe le partite. Gara uno perché a causa di dieci punti subiti tra quarto e ottavo inning dopo aver comandato per breve tempo la partita, gara due perché fino a due out dalla conclusione, grazie alla generosa prova di Francisco Carrillo, Milano era avanti di un punto grazie ai punti battuti da Angelo Torrelas (2-3, 2PBC) e da Andrea Lo Monaco (1-4, PBC) oltre ad un Carrillo che aveva lasciato le briciole ai battitori torinesi e che invece chiude sì con una partita completa e sei strikeout, ma con quattro punti subiti su nove valide. La partita ha cambiato volto nel nono inning con il Campidonico Grizzlies Torino che riempie le basi e passa con il singolo vincente di Matteo Oldano. Nella parte bassa il Milano 1946 prova a reagire ma Andrea Capellano è out a casa e con le basi piene Patrick Villa (strikeout) e Marco Pasotto (groundout) non portano punti a casa. In gara uno, nelle fila torinesi, oltre ai battitori (4-5 con due doppi ed altrettanti punti battuti a casa per John Peloro), positiva la prestazione del monte di lancio torinese soprattutto con Oscar Tucci (3RL, 1BV, 7SO), lanciatore vincente, e Filippo Giarola (1RL, 2BV) capaci di chiudere le ultime quattro riprese senza subire punti.

L’Ecotherm Brescia suggella la permanenza in A con una doppietta nel derby lombardo contro il Senago Baseball, sconfitto per 3-1 e 1-0. La Leonessa mostra gli artigli con un sontuoso Federico Virgadaula (7.2RL, 4BV, 1P, 3BB, 11SO) che tiene a bada l’attacco senaghese mentre il lineup, con Davide Bazzana, Niccolò Angeloni e Marco Pellegrini provvede ai punti necessari ad aggiudicarsi l’incontro. Nella seconda sfida l’Ecotherm Brescia segna l’unico punto del match nel quarto inning su errore difensivo dell’interbase Matteo Armigliati e si affida ai lanci di Javier Fandino (7RL, 5BV, 10SO) e Junior Peralta (2RL, BV, BB, 2SO) che riescono a tenere a bada le mazze avversarie.

Alla Farma Crocetta non riesce la doppietta e viene fermata dal BC Settimo che, sul neutro del “Provini” di Novara, conquista la salvezza. La formazione parmigiana di San Pancrazio ha vinto una gara uno dominata dagli attacchi e finita 13-11 con un totale di 25 valide battute. Ottime prestazioni per Manuel Piazza, autore di un 4-6 al box con un punto battuto a casa, e per Matias Robles (3-3 con un doppio e due punti battuti a casa). Al Settimo non bastano le sette valide (su un totale di 10) messe insieme da Williams Wong (2-4), Carlos Boza (3-4, 2PBC) e Alejandro Piovan (2-5). La seconda sfida è l’esatto opposto e vede un solo punto su un totale di 10 valide. A vincere con lo scarto minimo (1-0) è la squadra piemontese che rompe gli indugi nel sesto inning, con due out, grazie ad un lungo fuoricampo di Carlos Boza. Mattatori del match dunque sono stati i lanciatori: il partente del Settimo Yoel Suarez ha collezionato una partita completa con cinque valide subite, due basi su ball e dieci strikeout; il partente emiliano Federico Robles si è “arreso” dopo sette riprese con un punto subito su cinque valide ed otto strikeout a referto.

Il Sultan Cervignano Tigers ha l’obbligo di vincere per provare a salvare la categoria. Ha fatto esattamente questo contro i rivali del New Black Panthers di Ronchi dei Legionari, rimontati e battuti in gara uno per 3-2 e dominati in una gara due finita 13-1 al settimo inning per differenza punti. Il primo match è stato portato a casa grazie ad un solido Ramon Perez (9RL, 8BV, 1PG, 3BB, 9SO) ma soprattutto ai tre punti segnati nella parte bassa del settimo contro contro la coppia di lanciatori Camilo e Pietro Stabile che vanifica una ottima metà partita ed il doppio vantaggio firmato firmato Mario Miceu e Giulio Da Re. La seconda partita ha visto la grande prestazione di Elias Jimenez (7RL, 6BV, PG, 3BB, 10SO) ed un attacco più sbarazzino, capace di segnare nove punti tra quarto e quinto inning grazie alle battute da basi extra di Anthony Garcia (triplo) e di Hector Velasquez (doppio). Il Ronchi (volata di sacrificio di Da Re) firma il punto della bandiera nel quarto inning, ma i Tigers rispondono innescando la manifesta nella parte bassa del sesto inning dove Jordano Collado si rende protagonista di un fuoricampo da primo in battuta mentre Giacomo Boscarol (triplo), Hector Velasquez (out produttivo) ed un lancio pazzo completano l’opera. Al Sultan Cervignano, che aggancia in classifica i New Black Panters, basta adesso una vittoria nelle prossime quattro partite per festeggiare la salvezza.

I Bolognesi del Longbridge 2000 riscattano la sconfitta di sabato con un successo netto per 5-0 che porta le firme del partente Luca Bortolotti – protagonista di una partita completa da 3 valide e 7 strikeout – e dei primi cinque del lineup (Tomas Canuti, Lorenzo Rondelli, Francisco Moronta, Gilberto Borghi e Pietro Perilli) che producono tutte e cinque le valide battute dalla squadra e tre punti battuti a casa. Salvano il Paternò Red Sox dalla no-hit Andrea Cavallaro (2-4) e Dario Russo (1-2).

Sia CSO Panamed Lancers che Fontana Ermes Sala Baganza non hanno più nulla da chiedere dal 2021. I Lancers hanno salutato la A la settimana scorsa mentre il Sala Baganza, già salvo, ha soltanto la possibilità di migliorare il piazzamento in classifica nel girone C. Lo fa aggiudicandosi la serie con i risultati di 14-4 al settimo inning in gara uno, e 8-7 in rimonta con walk-off nel nono inning. Gara uno subito in discesa per gli emiliani che partono sul 5-0 dopo il primo attacco e chiudono il terzo inning avanti di sette punti. I toscani rialzano la testa ma gli emiliano mettono a segno altri sette punti tra quinto e settimo inning chiudendo con un walk-off di Edoardo Romanini che spinge a casa i punti della manifesta. Da sottolineare le prestazioni di Rocco Daraio, autore di un doppio ed un triplo e di tre basi su ball per quattro punti battuti a casa, e di Francesco Segreto protagonista di un triplo e due basi su ball per tre punti battuti a casa. I Lancers vanno davvero vicino a chiudere il 2021 con una vittoria, chiudendo a metà quinto inning avanti per 7-0 grazie alle battute di Simone Baratella (1-3, PBC), Joshua Ramirez (1-5, PBC) e Victor Mata (1-4, 3PBC) ed alle prestazioni sul monte di lancio da parte di Moises Colasante. Nella seconda metà del match esce fuori la forza del Sala Baganza che rimonta fino a vincere di un punto grazie a quattro arrivi a casa nel nono inning.

La Ciemme Oltretorrente lascia la terza piazza del girone C di poule salvezza al Fontana Ermes Sala Baganza. L’Oltretorrente infatti ha rimediato una doppia sconfitta in casa dell’OM Valpanaro Bologna Athletics che vince per 5-3 in gara uno e 8-5 in gara due risolta con walk-off 3-run HR nel 10°. In gara uno alla Ciemme Oltretorrente non bastano i tre punti segnati nel nono inning contro Riccardo Nepoti: la rimonta non riesce e l’OM Valpanaro Bologna Athletics porta a casa la prima partita di giornata con punti segnati tra quinto e sesto, con Lorenzo Capelli autore di un fuoricampo da tre punti contro Riccardo Ceccaroli. Il secondo incontro vede l’Oltre cominciare forte e portarsi sul 3-0 dopo quattro riprese. I bolognesi reagiscono con un punto nel sesto inning per poi ribaltare il punteggio nell’ottavo inning con quattro punti, figlio di un lungo inning. L’Oltretorrente riesce tuttavia a recuperare l’incontro nel nono inning con due punti realizzati da Filippo Daddi e Fabio Sorrentino ma nella parte bassa del decimo, approfittando della regola del tie-break, e di un fuoricampo di Estayle Hernandez al sesto lancio del turno, gli A’s chiudono la contesa in grande stile.

CALENDARIO, RISULTATI E LINK AL PLAY-BY-PLAY

CLASSIFICA

STATISTICHE

Nella foto di repertorio il lanciatore Elias Jimenez (Sultan Cervignano). Credit: Lauro Bassani/PhotoBass