Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

I THUNDERS PER LA TEMPESTA PERFETTA: SALERNO CORSARO AD AREZZO

Le regole del mare hanno la meglio anche tra i colli toscani: nessuno sa più fermarli, questi Fulmini. Che vanno avanti di forza, di lucidità e soprattutto di testa. No, nulla di così scontato a inizio anno, soprattutto se davanti hai un gruppo di ragazzi ancora tutti da plasmare. Tant’è: godersi il momento resta la prerogativa fondamentale per concentrarsi in vista delle ultime battute. I sogni di questi atleti si sprecano, ma servirà faticare ancora a lungo sotto il sole del Mary Rose.

Intanto, la vittoria ad Arezzo: lunga, lunghissima. E bellissima. Ben 4 ore e 35 minuti, frutto della ‘sagra della valida’ che ha divertito pubblico e giocatori. E che, dopo un inizio con parziale da 9-1 da urlo di matrice salernitana, ha rischiato di complicarsi nel folle quattro inning: stavolta, le 9 lunghezze erano frutto del lavoro dei toscani. Dunque, tutto da rifare: e da rifare punto a punto, come sempre. Con le mazze gialloblù pronte a rispondere ai colpi della paura e della sfortuna. Ecco: la lucidità e la calma con cui si è affrontato il mare in tempesta resteranno immagini a lungo impresse nella mente di coach Corbo: il sorpasso era il giusto regalo. Pardon: la giusta conquista, da meravigliosi corsari.

Sul monte, Antonio Garofalo ha collezionato 4 inning prima di cedere il timone a Kenny e Guerra. Dal quinto, il rientro sul monte del veterano Pietro Iannucci: una sentenza. E il 20-15 finale, una dolce constatazione: adesso Salerno è secondo in classifica, insieme proprio all’Arezzo ma un gradino più in alto in virtù della differenza punti. Una botte di ferro, sì: e adesso arriva Siena, una delle tre squadre contro cui i Thunders hanno dovuto cedere il passo.

"Un'altra bellissima gara, i ragazzi ci hanno messo tanto impegno – ha raccontato il Presidente Iannetta -. Abbiamo iniziato benissimo, credevamo di completarla in meno tempo rispetto alle 4 ore e mezza che abbiamo impiegato. Bella reazione, di carattere. Serve a crescere”. E sugli obiettivi? Iannetta, come sempre, non si sbilancia: “Adesso siamo al secondo posto, il morale è molto alto. La prossima in casa il Siena, una delle tre squadre con cui abbiamo perso. Ce la metteremo tutta per portare a casa un'altra vittoria. Continuiamo così". Non è mica finita: qui siamo solo all’inizio. Pure splendido. 

IMG 20180617 092730