Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

L’Italia supera 8-7 i Chicago Cubs e inizia nel migliore dei modi l’avvicinamento al Girone D del World Baseball Classic 2017, dimostrando la mentalità giusta per andare avanti decisamente, subire una rimonta da 6 punti nel cuore della partita e dare il colpo finale, con uno splendido fuoricampo di Rob Segedin al nono, per un risultatoLuis Lugo ha iniziato la gara con 2 riprese praticamente perfette (MG Oldmanagency) che rimarrà nel libro della piccola, grande storia del baseball azzurro.

Il sole e un’appassionata folla accolgono l’Italia nel bell’impianto di allenamento di Mesa. L’orso dei Cubs e il 44 di Anthony Rizzo campeggiano un po’ dappertutto e l’emozione di sentire l’Inno di Mameli in questo contesto, dove i campioni delle World Series 2016 si preparano per la nuova stagione, regala un brivido davvero irresistibile.

Rizzo è rientrato solo ieri dopo 4 giorni di riposo precauzionale ed è in campo contro gli azzurri, a difendere il sacchetto di prima base, sostituito nel ruolo, per l’Italia, dall’altro grande protagonista della Nazionale italiana al Classic 2013, Chris Colabello.

Insieme a Rizzo, in campo ci sono Ben Zobrist, Jason Heyward, Kyle SchwarberTommy LaStella, gente da oltre 500 turni alla battuta nella stagione stellare 2016 dei Cubs, insieme a qualche seconda linea e a diversi talenti di domani.

È una giornata perfetta, avranno pensato gli azzurri, per sorprendere un po’.

Mazzieri affida la prima palla a Luis Lugo, 23 anni 2 giorni fa, festeggiati nel raduno azzurro, opposto a John Lackey, e il giovane prospetto degli Indians lo ripaga con 2 riprese di grande personalità, in cui concede solo un singolo all’interbase coetaneo Addison Russell.

L’Italia segna per prima contro il rilievo Pedro Strop, nel terzo: con 1 fuori, Andreoli riceve la base per ball e arriva in terza sul successivo singolo di Nimmo; Daniel Descalso infila un doppio a sinistra ed entra il primo punto azzurro, con Nimmo che arriva in terza.

Francisco Cervelli tocca un perfetto singolo a destra che fa segnare entrambi i corridori lo 0-3.

La base a Colabello porta all’ingresso del terzo pitcher per Chicago Dylan Floro, che ottiene la chiusura dell’inning dalla battuta in doppio gioco di Segedin, grazie alla presa al volo dell’esterno destro Heyward, che poi assiste perfettamente in seconda per l’eliminazione di Cervelli.

Singolo da 2 RBI per Francisco Cervelli al terzo inning (MG Oldmanagency)Al terzo entra Tiago Da Silva, al posto di Lugo, e dopo il K di Jimenez, arrivano il colpito di Jay e la base a Schwarber. LaStella tocca verso Colabello ed è il secondo fuori, mentre i compagni avanzano in seconda e terza. Rizzo gira a vuoto il terzo strike, un lancio pazzo di Da Silva che Cervelli non riesce a trattenere, e il prima base dei Cubs è salvo in prima, subito sostituito per correre da Chris Dominguez, mentre Jay arriva a segnare il primo punto per i padroni di casa.

Nel quarto inning entra un nuovo lanciatore per i Cubs, Hector Rondon, che ottiene l’out di Liddi, poi concede un singolo al centro a Cecchini. Maggi, al piatto è il secondo eliminato, prima del singolo a sinistra di Nimmo che porta gli azzurri avanti 4-1; Descalso batte verso Zobrist in seconda, che manca la presa e consente ad Andreoli di arrivare a casa base, ed è 5-1.

Nel quarto, Mazzieri manda sul monte l’ambidestro Pat Venditte, che lancia da destro per eliminare Russell, poi cambia mano e da mancino lascia al piatto Heyward e Montero.

Ad inizio quinto Maddon esegue una serie di sostituzioni, fra le quali quella del lanciatore: Carl Edwards Jr. chAlessandro Vaglio difende la seconda dall'arrivo di Candelario (MG Oldmanagency)e ottiene lo strikeout su Colabello, quindi colpisce Segedin, che è poi colto rubando da Montero; arriva poi la base per ball a Liddi e il doppio al centro di Cecchini che vale l’1-6 per gli azzurri.

Nella parte bassa della ripresa, l’Italia presenta una nuova batteria: AJ Morris va a lanciare per Venditte e Nick Morreale, fresco d’inserimento in rosa, al posto dell’infortunato Sabbatani, a ricevere. Dopo 2 out, Schwarber picchia verso Cecchini un singolo interno ed è sostituito a correre da Alberto Mineo, che molto probabilmente sarebbe in campo con l’Italia, a questo punto della partita, se non avesse scelto di lasciare la squadra per restare nello spring training dei Cubs. La Stella batte valido al centro, Dominguez su Liddi e le basi sono piene, quindi Colabello blocca la battuta di Hennemann e tocca il cuscino per chiudere l’inning.

Nel sesto, il nuovo lanciatore dei Cubs Zastryzny lascia al piatto in sequenza Andreoli e Nimmo e fa battere in diamante Vaglio, entrato al posto di Descalso, per un’agevole terza eliminazione ad opera dell’interbase Young.

Florian entra per Morris sul Rob Segedin ha deciso la partita con un fuoricampo al nono innning (MG Oldmanagency)monte azzurro; Happ è salvo per errore di Liddi, poi, dopo il K di Young, Taylor Davis picchia il fuoricampo al centro del 3-6; Jimenez è il secondo out, quindi arrivano il triplo di Glaesmann e il colpito di Mineo, che porta al cambio sul monte con l’ingresso di Trey Nielsen, il quale non riesce a fermare il ritorno di Chicago: singolo di Candelario per il 4-6 e lungo homer di Dominguez per il sorpasso 7-6.

Per la difesa, l’Italia schiera Sebastiano Poma all’esterno sinistro, Chiarini a destra, mentre Andreoli si sposta al centro e Drew Maggi da esterno sinistro va all’interbase; il nuovo lanciatore è Jonathan Martinez, prestato dai Cubs per l’occasione, il quale ottiene 3 veloci out.

L’attacco azzurro numero 8 produce solo il doppio di Maggi. Per la difesa, Morreale è sostituito dietro al piatto dall’altro ‘prestito’ Marcus Mastrobuoni, mentre sul monte va Mike DeMark. Un errore di Colabello e un lancio pazzo portano Candelario in seconda, ma ci sono già 2 out e la battuta lunga di Dominguez finisce nel guanto di Andreoli.

L’Italia ci crede e al nono, dopo il K di Vaglio e la palla in diamante di Mastrobuoni, Colabello strappa un singolo interno al terza base Candelario, poi Rob Segedin spedisce la palla oltre la recinzione e manda gli azzurri avanti 8-7.

Il secondo giovane lanciatore concesso da Maddon per rinforzare il roster italiano, Daury Torrez, si occupa di eliminare senza problemi gli ultimi 3 Cubs della gara e consegna la vittoria alla storia e nelle mani della Nazionale una vittoria che non ha precedenti ed è certamente un modo perfetto per iniziare a guardare a Guadalajara.

IL TABELLINO

da Mesa, Arizona, Marco Landi

 

 

aisla

  Il logo del Caffè Motta              LOGO CONCLIMA              LOGO JOHNSON

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });