Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Italia 1 trionfa all'ottava edizione del EMRYT

Si conclude con un successo della formazione Italia 1 l'European Massimo Romeo Youth Trophy (EMRYT) di Collecchio. Per le azzurrine U13 quello maturato con un secco 11-0 contro le London Cubs in finale è il sesto successo in otto edizioni. Terzo posto per le russe di Moscovia, che nella finale per il bronzo hanno sconfitto Italia 2 con il punteggio di 10-5.

È stata una finale molto più tirata di quanto il punteggio possa far credere: per tre riprese il punteggio è rimasto fermo sull'1-0, con le ragazze del manager Barberis – trovate la sua intervista a fine gara sui nostri canali social – che hanno dilagato solamente nelle ultime due riprese (due punti nel 4° e otto punti nel 5°), sostenute da un'encomiabile prova di Alessandra Marmo in pedana di lancio (complete game shutout con 9 K).

Contro la lanciatrice inglese Georgia Wilson, apparsa stanca dopo le lunghe fatica in questa quattro giorni emiliana, l'attacco ha prodotto dieci valide. Sugli scudi l'esterno Nanni (3-3, 3 punti segnati, 2 RBI), Ghiretti (2 RBI) e Zenari (2 valide, un RBI), ma è stata la squadra la vera forza di questa compagine, impeccabile anche in fase difensiva a differenze delle avversarie (5 errori).

A Italia 2 non è bastata una grande prova offensiva (11 valide, 5 punti) contro Moscovia: le russe sono state più ciniche e, nonostante un minor numero di battute valide (8), hanno prodotto 10 punti capitanate nel box di battuta dall'interbase Shcherbakova (3 RBI) e l'esterno Sadykova (fuoricampo, 4 RBI).

A chiudere la Sport Division nel derby ceco per la finale 5°/6° le Joudrs Orange hanno sconfitto le SaBat Praha 14-4.

Nella categoria Future il titolo è andato alle russe di Kalita (9-3 su Sever Brno in finale), mentre il bronzo alle ucraine di Molecules che hanno regolato con un 8-6 la Turchia. Eccellente il risultato delle giovanissime di Italia 3, che si sono aggiudicate dopo forfait delle avversarie, le ceche Merklin, il quinto posto (al momento della sospensione della partita le azzurrine erano avanti 12-5). Chiudono Princ Zagreb (3-2 contro Catalunya) e Jourds Navy (10-9 contro Jourds Gray), mentre Flanders Academy, undicesimo, non è scesa in campo quest'oggi.

da Collecchio (PR), Nicolò Gatti