Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Alessandra Rotondo comincia la rimonta azzurra contro il Brasile (MG/Oldmanagency)

L’Italia torna alla vittoria contro il Brasile

Affermazione ampia, ma con il brivido per le azzurrine alla U19 Softball World Cup di Irvine, California. Nella seconda partita del girone per i piazzamenti dal nono al dodicesimo posto, infatti, l’Italia Under 19 infligge un netto 9-1 al Brasile e lo fa chiudendo la partita a metà della quinta ripresa grazie alla mercy rule, ma l’inizio è tutt’altro che tranquillo e sciolto. Dopo un primo inning tesissimo, nel corso del quale la difesa italiana commette un paio di errori e il Brasile passa in vantaggio, l’attacco sembra ancora bloccato come nelle precedenti partite, quelle contro Giappone, Australia e Repubblica Ceca in cui non sono arrivati punti.

La squadra, questa volta però, sa reagire e non si fa intimidire dalla iniziale situazione di difficoltà.
I primi punti, quelli che danno una prima scossa, arrivano alla seconda ripresa è Alessandra Rotondo a suonare la carica: con due out (flyout di Alexia Lacatena ed Elisa Princic), il capitano mette a terra un bunt che valido che mette sotto pressione la difesa brasiliana. Da quel momento sono le sudamericane a patire la stesso momento di difficoltà attraversato inizialmente dalle azzurrine; arriva subito una valida di Sara Cianfriglia, che Rotondo sfrutta per correre a casa e pareggiare: poi una sequenza di arrivi in base (Arianna Nicolini e Fadwa Ben Karim) sui quali le brasiliane fanno confusione e l’Italia passa in vantaggio.

Serviva questa scintilla per scattare qualcosa nella mente delle azzurrine. Da quel momento, infatti, la gara sembra in discesa. Il vantaggio incrementa nel terzo attacco, con un singolo di Noemi Giacometti, seguito da un bel doppio a sinistra di Alexia Lacatena (che nel frattempo tiene la pedana con grande autorevolezza), una volata di sacrificio di Elisa Princic e un altro singolo di Alessandra Rotondo.

Al quarto attacco le ragazze di Obletter chiudono il conto con una sequenza terrificante. Le prime quattro ad andare nel box, Cianfriglia, Nicolini, Ben Karim e Koutsoyanopulos mettono insieme: valida, base ball, valida e valida; poi di due tripli di Sofia Fabbian ed Elisa Princic si sparecchiano le basi e fissa il risultato per una chiusura anticipata prima del limite naturale delle 7 riprese.

Ora alle azzurrine manca una sola partita, quella contro la Nuova Zelanda alle ore 20.00 (le 5.00 italiane di venerdì 16 agosto): la partita sarà trasmessa in diretta su ElevenSports.
La piattaforma OTT italiana trasmetterà anche Messico-Porto Rico (venerdì 16 agosto alle 21.30) e Cina-Stati Uniti (sabato 17 agosto alle 00.00). Nella stessa giornata di sabato 17 agosto alle 20.00 andrà in onda la finale per il 3° e 4° posto mentre la finale per l’oro sarà trasmessa alle 23.00 dello stesso giorno.

La classifica del girone

#ItaliaSoftball #ItaliaTeam #facilefarlobuono @caffemottaofficial @WBSC #U19SoftballWC