Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Al Memorial Vittorio Pino trionfa la Nazionale Italiana U16 di Softball

Continua la grande marcia d'avvicinamento per la Nazionale Italiana U16 di Softball in direzione Zagabria per l'Europeo di categoria, al via il 29 luglio. Dopo la vittoria al Memorial Civelli di Castions delle Mura (UD) le azzurrine si sono aggiudicate la II Edizione del Torneo Internazionale "Memorial Vittorio Pino" a Legnano (MI) continuando a mostrare grandi progressi.

La tre giorni legnanese è stata piena di soddisfazioni per la Nazionale, che ha chiuso al primo posto la fase a gironi con 4 vittorie ed 1 sconfitta e si è poi imposta in finale per 6-1 contro il Dream Team, una squadra composta da giocatrici provenienti da varie parti d'Italia allenate per l'occasione da Ilaria Pino ed Elisa Peri. A coronare le straordinarie prestazioni sono arrivate anche due no-hitter per un totale di soli sei punti subiti in sei gare disputate.

Particolarmente soddisfatto si è detto anche il manager Giulio Brusa dopo la finale: "È stato un ottimo torneo di preparazione, di qualità ancora superiore e la squadra è andata in crescendo. Abbiamo roteato principalmente tre lanciatrici (Munaretto, Bertani, Nannetti) e sono andate molto bene; siamo andate meglio anche in battuta (35 i punti segnati, ndr) e ho provato a forzare anche diversi giochi offensivi".

Ad attendere ora la Nazionale U16 c'è il raduno pre-Europeo al via mercoledì 24 a Ronchi dei Legionari, dove il focus sarà principalmente sui fondamentali di battuta e alcuni automatismi difensivi ancora da perfezionare per arrivare in perfetta forma a Zagabria. Attenzione anche all'incognita meteo: nel weekend legnanese il caldo afoso e i molti insetti sono stati protagonisti sul diamante e le ragazze sono state in grado di adattarsi anche a questo clima, ma se le medesime condizioni dovessero ripetersi in Croazia sarà fondamentale la preparazione fisica fin qui svolta per reggere la lunga settimana.

Da Legnano (MI), Nicolò Gatti