Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il primo step della preparazione di Italia Softball nell'anno dell'Europeo e della Qualificazione Olimpica è andato in archivio con molta soddisfazione da parte del manager azzurro Enrico Obletter che parla della trasferta in terra australiana: "Il bilancio è positivo se lo paragoniamo alla stessa esperienza del 2018. Abbiamo Il manager di Italia Softball Enrico Obletter e il medico azzurro Gaetano Schiavottiello (MG-Oldmanagency)giocato un torneo ancora più competitivo, tecnicamente molto valido e con un alto tasso di combattività. Un vero e proprio torneo dallo spirito olimpico dove si sono confrontate squadre che a settembre si troveranno contro a Shanghai per la Qualificazione Olimpica e che si sono presentate tirate a lucido, al contrario nostro che eravamo alla prima uscita stagionale. Nonostante ciò abbiamo giocato delle belle partite, le ragazze si sono impegnate al massimo mostrando in campo tenacia ed orgoglio, non posso che essere soddisfatto" chiosa la guida tecnica dell'Italia prima di riprendere la parola per chiudere il discorso. "Le nostre atlete si sono comportate molto bene anche nella Summer Slam, una competizione fatta per il divertimento del pubblico, un po' meno per quello delle lanciatrici, che ha visto una grande partecipazione di appassionati con un contorno particolare. Anche lì le nostre azzurre si sono distinte con Greta Cecchetti che ha ricevuto il premio come miglior lanciatrice del torneo ed Elisa Cecchetti quello di MVP della Summer Slam".

La Asia Pacific Cup sta diventando un appuntamento fisso per Italia Softball e Obletter sottolinea la sua importanza: "Abbiamo voluto partecipare anche quest'anno per poter accelerare i tempi della nostra attività senza dover aspettare la primavera per prepararsi. Questo torneo dà inoltre un obiettivo tangibile a tutte le ragazze per lavorare in off-season e partecipare ai test fisici con un fine. I risultati si sono visti e le ragazze hanno dato prova di carattere contro squadre come queste. E’ un impegno, sia economico, sia logistico, un sacrificio per la federazione e le giocatrici, ma è fondamentale".

L'Australia è stata anche un modo per conoscere meglio le più giovani: "Le rookie non hanno deluso, anche se lo ho messe volutamente in situazioni difficili Le azzurre nella sfida contro Cina Taipei alla Asia Pacific Cup (Softball Australia)perché dovevo valutare anche il carattere, non solo l'aspetto tecnico, poiché a questi livelli tutti sanno battere e lanciare. Serve vedere il carattere, la risposta alla negatività della situazione. Non so ancora chi porterò di loro all'Europeo, ma ho potuto capire chi non porterò". Poi lo skipper azzurro dà qualche consiglio proprio alle più giovani: "Devono migliorare nell’aspetto mentale, essere più costanti, soprattutto in concentrazione, non solo in difesa, ma anche in battuta, tra un turno e l’altro. Non puoi a questi livelli andare solo d’istinto, devi essere stratega e studioso del gioco e controllare le emozioni, chi ci riesce diventa un giocatore che sa impattare sulla partita. Poi devono imparare il metodo e rubare i segreti dalle giocatrici più brave".

L'ultimo pensiero è rivolto al gruppo cardine della Nazionale, quello formato dalle più esperte: "Si sono dimostrate in grado di giocare 15-16 partite in 10 giorni tenendo bene il campo contro squadre migliori di noi. Forse erano un po' in ritardo nella battuta, ma a questo punto della stagione ci può stare specialmente se ti trovi contro chi già tira a 65 miglia e hai poca preparazione alle spalle".

di Fabio Ferrini

  Il logo del Caffè Motta              LOGO CONCLIMA              LOGO JOHNSON

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });