Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
/images2016/copertine/Esplode-la-gioia-dell-Italia-per-la-vittoria-sull-Olanda--K73-Oldman-.jpg

Italia, vittoria agli extra-inning dopo una vera battaglia contro l'Olanda

L’Italia lotta, passa in vantaggio, soffre, viene raggiunta, superata, riesce a pareggiare al settimo inning e, alla fine, riesce a portare a casa la vittoria (4-3) contro l’Olanda. Una vittoria voluta e ottenuta con grande grinta, con lo spirito di squadra mancato in occasione della prima partita del torneo. Una vittoria importante per prosieguo del torneo e che dà morale e conspevolezza.

C’è la tensione di sempre prima della sfida tra Italia (che gioca in casa) e Olanda e, ovviamente, le tribune dell’impianto di Hoofddorp sono strapiene di tifosi oranje. L’Italia parte in difesa e manda in pedana Alice Nicolini. Il suo primo inning è laborioso, a iniziare dal primo battitore, Chantal Versluis che, prima di essere eliminata al volo da Laura Vigna, rimane a lungo sul piatto a toccare qualsiasi lancio nella zona. Nicolini subisce la prima valida (un doppio che rimbalza altissimo sulla testa di Susanna Soldi, difensore di prima, e viene giudicato in territorio buono dagli arbitri) per mano di Van Aalst, poi concede una base ball a Van Dalen, ma alla fine esce senza problemi con due pop.

Le olandesi rispondono in pedana con Voortman e l’Italia inizia con una base ball limata da Laura Vigna; Amanda Fama, nonostante le sue capacità da slugger mette a terra un bunt di sacrificio e mette Erika Piancastelli nel box con un corridore in posizione punto. Piancastelli deve lavorare duro per avere una palla battibile, Voortman la gioca sempre molto bassa e sui fili. Sulla battuta che il capitano riesce a mettere in campo il, terza base Anneveld punisce l’aggressività di Vigna cogliendola in trappola tra seconda e terza ed effettuando la seconda eliminazione. Con Piancastelli in prima, Giulia Longhi tocca una bella linea al centro e dà a Marta Gasparotto l’opportunità di battere un lungo triplo a sinistra (la corsa e il tuffo dell’esterno sinistro Beers sono di buon livello, ma la battuta è veramente molto profonda e insidiosa), per il vantaggio azzurro: 2-0.

Nel secondo attacco olandese Alice Nicolini esce da veterana da una situazione difficile: dopo aver eliminato con un rimbalzante sulla terza Voortman, subisce un lunghissimo e durissimo triplo da Anneveld, ma con due strike-out consecutivi su Poot e Franka, chiude senza dolori.

Nel successivo attacco le azzurre non sono capaci di incidere, nonostante l’arrivo in base dei primi due battitori (Marrone, valida a sinistra; Rotondo su errore difensivo). Susanna Soldi le spinge avanti con un bunt di sacrificio e, dopo che Vigna viene eliminata al volo su un altro tentativo di bunt di sacrificio, lo staff tecnico olandese opta per la base intenzionale ad Amanda Fama. Tocca a Erika Piancastelli, che non riesce ad andare oltre la terza base per una facile eliminazione di Rotondo e la chiusura della ripresa.

Poco dopo Nicolini ripete in qualche modo il precedente inning e, dopo aver concesso un triplo a Van Aalst, elimina velocemente (al volo in zona di foul da Fama e assistenza Rotondo-Soldi) Van Dalen e Oosting e mantiene il vantaggio. Il terzo attacco azzurro è veloce e innocuo per l’Olanda che, invece, riesce a dimezzare lo svantaggio nella parte alta del quinto inning: Voortman è eliminata al volo da Nicolini che con apparente calma aggancia una linea sopra la propria testa; il secondo battitore, Beers, batte il terzo triplo della serata per le oranje e questa volta il resto dell’attacco riesce a produrre grazie a una battuta profonda di Anneveld su Fama che effettua sì l’eliminato in prima, ma non riesce a impedire la corsa a casa di Beers.

Non ci sono timori nella squadra italiana, che anche al quarto non batte, ma in difesa non sostiene solidamente Nicolini. Al quinto attacco le azzurre si trovano ancora con prima e seconda occupate (Vigna, base ball più sacrificio di Fama e Piancastelli, base intenzionale) ma né Longhi, né Gasparotto riescono a produrre: colpiscono bene e duro i lanci di Voortman, ma si scontrano con i birilli all’esterno destro e centro e il vantaggio rimane di un solo punto.

Pareggio e immediato vantaggio dell’Olanda, come spesso accade dopo tante occasioni sprecate, arrivano al sesto. Nicolini mette in base Oosting, subendo un singolo al centro e a quel punto è il momento per Obletter di inserire Ilaria Cacciamani come rilievo. Il primo battitore affrontato dal pitcher del Forlì, Voortman, mette a terra un bunt e sull’assistenza in prima una chiamata dubbia regala un singolo con conseguente situazione di prima e seconda occupate; tocca a Beers mettere a terra il sacrificio e far avanzare le compagne che, con un lancio pazzo di Cacciamani, riescono ad avanzare e pareggiare; Anneveld batte una linea proprio sulla testa di Soldi che non riesce a reagire ed entra il punto del 3-2 per l’Olanda, che mette in base anche Tuk su errore difensivo, ma non riesce a incrementare con le eliminazioni in diamante di Van der Zanden e Versluis.

L’Italia ci riprova con Marrone, che batte una velenosa rimbalzante sul lanciatore (nel frattempo l’Olanda ha rilevato Voortman con Soumeru) e arriva salva, ma né Rotondo (pur facendo avanzare la compagna in seconda), né Bassi (pinch-hitter per Susanna Soldi) riescono a farla andare oltre il cuscino di seconda.

Cacciamani toglie velocemente di mezzo secondo, terzo e quarto battitore del line-up olandese e dà all’attacco l’opportunità per tentare di raggiungere la vittoria in contro-rimonta. Ci prova Laura Vigna limando la terza base della sera, ma Amanda Fama batte in diamante e, pur arrivando salva, l’Italia si trova con un out (Vigna eliminata in seconda). Sul cuscino di seconda arriva Fama poco dopo, ma la battuta di Piancastelli è un check-swing che porta alla sua stessa eliminazione. Con due out Valeria Bettinsoli sostituisce Fama a correre e Giulia Longhi, che lotta con Soumeru, toccando in foul un paio di volte e rimanendo in partita, alla fine del duello viene colpita al ginocchio e ottiene la base. Con prima (Sheldon corre al posto di Longhi) e seconda occupate, è la grandissima grinta di Marta Gasparotto a portare a casa il punto del pareggio firmato Bettinsoli. Il giro di mazza Gasparotto è cattivo e aggressivo e, oltre al 3-3, consente anche a Sheldon di arrivare in terza: sulla giocata il catcher azzurro arriva fino in seconda. A Elisa Princic non riesce l’impresa di ottenere il walk-off e si va agli extra-inning.

Il tie-break si apre con una presa da fenomeno di Amanda Fama che, alla fine, porta all’eliminazione del corridore (Oosting) in seconda, ma consente a Voortman di arrivare salva in seconda, mentre i difensori sono impegnati nella trappola su Oosting. Cacciamani elimina al piatto Beers, ma non riesce a fare lo stesso con Anneveld, che lima la base. Arriva Poot, gira subito i primi due lanci, poi difende il piatto e riesce a battere sul conto di 2-2: la rimbalzante è preda dei tentacoli di Amanda Fama che la elimina e manda l’attacco in battuta ancora sul 3-3.

Per l’Italia è Princic a posizionarsi in seconda: Fabrizia Marrone mette a terra un bunt, che definire perfetto è dire poco, e poi subito dopo Alessandra Rotondo batte una rimbalzante che buca la difesa chiusa delle olandesi, Princic segna  e l’Italia vince 4-3, mantenendo viva la speranza di arrivare alla finale di sabato.

IL TABELLINO DI ITALIA-OLANDA

20180919 alice nicolini italia lanciatore partente contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 alice nicolini italia lanciatore partente contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 fabrizia marrone italia presa al volo contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 fabrizia marrone italia presa al volo contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 laura vigna italia presa al volo contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 laura vigna italia presa al volo contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 giulia longhi italia in terza contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 giulia longhi italia in terza contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 italia a rapporto dal manager contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 italia a rapporto dal manager contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 ilaria cacciamani italia lanciatore vincente contro sullo sfondo le bandiere olanda super 6 k73-oldman
20180919 ilaria cacciamani italia lanciatore vincente contro sullo sfondo le bandiere olanda super 6 k73-oldman
20180919 scontro princic-fama e la palla cade italia olanda super 6 k73-oldman
20180919 scontro princic-fama e la palla cade italia olanda super 6 k73-oldman
20180919 italia gioia per la vittoria contro olanda super 6 k73-oldman
20180919 italia gioia per la vittoria contro olanda super 6 k73-oldman

TUTTI I RISULTATI

IL SITO UFFICIALE DEL SUPER SIX

PHOTOGALLERY ITALIA SOFTBALL

Riscatto Italia: batte GB e ora sotto con l’Olanda

Una brutta Italia è sconfitta all’esordio dalla Repubblica Ceca