Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

“Per me che sono sui campi da molti anni, è un’emozione grandissima avere l’Italia Softball qui a Pescara”. Così esordisce il delegato FIBS Abruzzo-Molise Katia Di Primio parlando del raduno che vede le azzurre impegnate sul diamante del capoluogo abruzzese. “Pensare che ho sempre girato per l’Italia per riuscire a vedere la Nazionale ed ora averla a casa nostra è una cosa quasi inverosimile”. “E’ stata una cosa fortemente voluta da Maria Luisa di Martino, presidente del Pescara Baseball e Softball, per riattivare questo sport nella nostra regione e riportarlo all’attenzione di tutti i giovani. La location si presta a questi eventi perché ha L'Italia Softball in posa con gli alunni del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci di Pescara (Marco Giudice)un campo in sintetico ed il clima qui permette di allenarsi più di 9 mesi all’anno. Poi Enrico Obletter è della zona, come alcune atlete convocate. C’erano tutti i presupposti e alla fine siamo arrivati a questo risultato grazie alla collaborazione e disponibilità della Federazione, oltre che del Comune”. “E’ un premio anche per le bambine più piccole che praticano il nostro sport che possono vedere da vicino i loro idoli giocare sul campo. Spero che la Nazionale si stia trovando bene e saremmo molto felici se la Federazione decidesse di tornare” chiude Di Primio.

Testimonianza che il raduno di Italia Senior e U19 abbia creato interesse e movimento intorno alla palla soffice ne è la visita fatta alle azzurre dal Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Pescara che, favorito dalla vicinanza con il diamante a soli 50 metri dal plesso scolastico, ha potuto assistere agli allenamenti delle ragazze di Obletter. “Avevo preparato i ragazzi a questa visita già da una settimana” spiega l’insegnante Massimo Di Pietrantonio che ha accompagnato diverse classi della scuola: “Erano assetati di vedere il gioco reale e hanno mostrato molto interesse tanto che alla fine, presi dall’entusiasmo, gli alunni della 5F hanno chiesto di poter ‘sfidare’ l’Italia. Qualche giocata ‘guidata’ che ha ottenuto l’effetto sperato: accrescere il loro entusiasmo verso questo sport”. “Approfittando del perdurare di questo raduno, nei prossimi giorni vorrei ripetere questa esperienza con altre classi perché vedere un gioco così dinamico ed efficiente è ottimale per la nostra attività motoria. E ne approfitterò per chiedere alla scuola di acquistare ulteriore materiale da poter utilizzare per insegnare a giocare a softball: abbiamo il vantaggio di avere il campo a due passi e vorremmo sfruttarlo”.

di Fabio Ferrini

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb

logo ICS mint pros Sixtus logo  LOGO CONCLIMA  LOGO JOHNSON

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });