Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Scattano i playoff ISL: tutti a caccia del Caserta

                                                                  di Jacopo Brianti  

Ci siamo. Tra poco più di 40 ore, sabato 20 luglio, scattano le semifinali dei playoff dell’Italian softball league, ovvero le partite che valgono una stagione. A contendersi il titolo di campione d’Italia, le magnifiche quattro, Sanotint Bollate, Rhibo La Loggia, Caserta e Dino Bigioni Unione Fermana, qualificate nei gironi A e B al termine della regular season. La serie di semifinale, al meglio delle cinque partite, inizia sabato, play ball ore 18 e replica alle 20,30 sui diamanti di Montegranaro e La Loggia. In programma le sfide tra  Dino Bigioni Unione Fermana - Sanotint Bollate e Rhibo La LoggiaCaserta. Il ritorno si gioca a campi invertiti, sabato 27 ed eventualmente domenica 28 luglio.

Il Caserta, campione in carica da quattro anni consecutivi, è a caccia del pokerissimo. La squadra del presidente Tarabuso parte con i favori del pronostico, ma secondo il manager casertano Obletter (Bagattini) Enrico Obletter le insidie sarebbero dietro l’angolo: “ Siamo arrivati al momento clou della stagione, i playoff sono altra storia rispetto al campionato. In semifinale affrontiamo una squadra da prendere sicuramente con le molle che ha cambiato molto affidandosi ad un nuovo allenatore e che presenta nel proprio roster nazionali italiane e straniere. Le mie ragazze – prosegue Obletter -  sono pronte, le nazionali italiane e olandesi sono rientrate dal campionato europeo in buone condizioni. Per noi comunque sarà difficile, specie sul caldo diamante piemontese, quindi prevedo la possibilità che si possa arrivare alla quinta partita. Conquisterà finalissima chi avrà più fame, voglia di vincere e più motivazioni. Adesso contano testa e mentalità, non fisico o tecnica”. Il manager non indica la rotazione in pedana. “Di sicuro avrò a disposizione le tre lanciatrici, l’olandese Dagmar Bloeming (mpgl 0.34 in campionato, record 13 vittorie, 1 sconfitta) e le italiane Carlotta Natti e Alice Ronchetti”. Ovvero il miglior pitching staff del campionato (mpgl 1.45). La Rhibo La Loggia disputa i playoff per la seconda volta di fila. Nel 2012, le piemontesi si fermarono in Michela Musitelli (Cristiano Gatti Oldmanagency)semifinale con il Bollate. Quest’anno la formazione del manager cubano Armando Aguiar, la migliore nel box nella stagione regolare (mb. 329, 22 fuoricampo) se la vedrà col Caserta. Il preparatore dei lanciatori Maria Grazia Barberis ci crede: “ Possiamo giocarcela. Caserta è sempre un team competitivo che rispettiamo, anche se penso meno forte rispetto al recente passato. Per vincere ed accedere alla finale servirà  un pizzico di fortuna. Fortunatamente, possiamo contare anche sul ritorno in Italia della lanciatrice Stella Turazzi  che va ad aggiungersi alla nazionale Michela Musitelli e all’olandese Femke vanDusschoten oltre al  nostro esterno azzurro Lara Buila che dovrebbe recuperare dall’infortunio subito durante l’europeo grazie all’ausilio di una maschera protettiva”.

La Sanotint Bollate di Luigi Soldi, che vanta un palmares di12 scudetti, al tredicesimo playoff negli ultimi 13 anni,  due finali nelle ultime sei stagioni, secondo attacco nell’Isl 2013 (mb. 315) nell’accoppiamento ha pescato la “sorpresa”  Unione Fermana. Sorpresa sino a un certo punto perché i playoff non si raggiungono a caso. A dire la verità, avrei’ preferito incontrare un’ altra squadra, - esordisce Soldi - perché l’Unione Fermana è la formazione che mi ha impressionato maggiormente in campionato. Mi ricordo due partite veramente combattute, una delle quali vinta appunta  dalle marchigiane che  hanno fatto e faranno leva sull’entusiasmo.  Tuttavia, la nostra esperienza nell’affrontare gare importanti potrebbe favorirci”. Il Bollate, tra l’altro, non sarà al completo. “Dobbiamo rinunciare ad Alice Parisi convalescente dall’infortunio automobilistico e all’interbase Lara Cecchetti, rientrata acciaccata dall’europeo. Studieremo la contro soluzione, mentre nella scelta  tra i pitcher Greta Cecchetti (0.83, 12-1) e l’ australiana Kristen Wadwell aspetterò sino all’ultimo”. La qualificazione alla semifinale playoff, la prima nella storia della società, rappresenta già un risultato importantissimo per la Dino Bigioni Unione Fermana. Ma si sa, l’appetito vien mangiando…..Luana LuconiE’ davvero una grande soddisfazione poter giocare i playoff dopo cinque anni di alti e bassi – conferma il presidente marchigiano Caminonniabbiamo raggiunto questo obiettivo grazie al nostro impegno, a quello di un gruppo di ragazze italiane tra cui il lanciatore azzurro Luana Luconi maturate tantissimo, di straniere valide (americana Kimberly Reeder, mpgl 0.72, 12 successi, 1 ko)  e dello staff tecnico guidato dal manager cubano Noel Gonzalez. Siamo al completo, ora – conclude il presidente – sarà il campo a parlare”.

LE STATISTICHE

 SEMIFINALI PLAYOFF