Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

All'Italia non basta stare con la testa avanti per due terzi della partita per portare a casa vittoria e qualificazione che vanno, entrambe, alla Spagna (8-4). Una settima ripresa dura da digerire dove gli azzurri commettono 2 errori fondamentali, permettono alla squadra iberica di ribaltare la partita firmando un big-inning da 4 punti che affossa il morale dei ragazzi di John Cortese. A questo punto l'Italia si giocherà la qualificazione, come seconda del girone, con l'Irlanda in una sfida da dentro o fuori.

Nella sera della partita più importante del girone per l'Italia, tocca ad Alessandro Zampieri, capo dei butteri maremmani, il rito del lancio della prima palla. Un rito cheLa difesa della Spagna elimina in seconda Bertossi (Carlo Marcoaldi) porta bene agli azzurri perché, come successo con la Germania, la squadra di Cortese passa subito in vantaggio al primo attacco. E manco a dirlo il punto dell'Italia ha tra i suoi fautori Angioi, su la cui battuta la Spagna non riesce a chiudere il doppio gioco, e capitan Bertossi che spara un profondo doppio a sinistra su cui l'interbase azzurro corre fino a casa (1-0).

Una premiata ditta a cui si aggiungono Giarola e Viloria al terzo inning per creare il secondo punto dell'Italia. Il leadoff azzurro incassa 4 ball, corre fino in terza sulla valida al centro di Angioi e, dopo la base regalata a Bertossi, completa il giro delle basi sulla battuta sopra il sacchetto di seconda di Viloria che porta il secondo out della ripresa ma anche l'allungo dell'Italia (2-0).

Per provare a fermare le mazze spagnole John Cortese affida il monte di lancio a Gabriel Dall'Agnese, alla prima assoluta nell'Europeo. La risposta del numero 53 azzurro è molto positiva nelle prime 2 riprese perché gli iberici trovano solo un singolo sull'interbase e non riescono ad Angioi sigla il vantaggio dell'Italia (Carlo Marcoaldi)andare oltre la seconda, restando invece al piatto in 3 occasioni. Al terzo attacco il partente azzurro fa la prima concessione alla Spagna. Il doppio di Fernandez in apertura mette gli iberici nelle migliori condizioni per provare a sbloccare il punteggio sul tabellone, ma nella realtà non è tutto così semplice perché Dall'Agnese fa prima battere sull'interbase e poi lascia al piatto Castillo. Ad un passo dal chiudere la ripresa senza danni, Frank Hernandez trova il pertugio sopra la seconda che spinge a casa il compagno (1-2).

L'Italia dimostra di saper soffrire quando al quarto esce senza subire punti da una situazione di corridori in prima e seconda, sui primi 2 errori di serata, e nessun eliminato. Un passaggio della partita che sembra dare ulteriore spinta agli azzurri che tornano a far sentire il fiato sul collo della Spagna. Ed è sempre la parte alta del lineup a fare male al partente iberico. Urqiola piazza un doppio al centro con la palla che esce dopo un rimbalzo ed Angioi mette un singolino sulla seconda che porta i corridori agli angoli. Bertossi non è esplosivo come al primo inning ma con una rimbalzante sporca sul lanciatore ottiene il risultato sperato e l'Italia sigla il 3-1. Il manager spagnolo Riera decide che è l'ora di cambiare sul monte e chiama dal bullpen il mancino Dominguez. I risultati non sono proprio quelli sperati perché se sulla battuta di Viloria la Spagna se la Il partente azzurro Gabriel Dall'Agnese (Carlo Marcoaldi)cava con una presa al volo dell'esterno sinistro un po' fortunosa, Monti e Battioni mettono a referto un singolo a testa e l'Italia allunga (4-1).

Il quinto inning è però anche quello in cui finisce la partita di Dall'Agnese richiamato nel dugout dopo 2 basi ball consecutive. E quello da cui inizia la discesa. Per l'Italia sale sul monte Oscar Tucci che riesce ad ottenre il primo out, ma non ad evitare l'avanzamento sulle basi. Il singolo sulla prima di Frank Hernandez vale il secondo punto spagnolo e poi un gioco di doppia rubata porta a casa anche Omar Hernandez e la Spagna di nuovo sotto all'Italia.

Ma il peggio per gli azzurri arriva al settimo, dopo una sesta ripresa senza sussulti. L'Italia si disunisce e sul primo battitore avversario arriva un errore difensivo. La situazione si fa difficile e dopo un sacrificio arrivano 3 singoli a fila che portano la Spagna non solo a trovare il provvisorio pareggio, ma a ribaltare le sorti della punteggio (5-4). Il nove di Cortese accusa il colpo e la tensione gioca un altro brutto scherzo: Real Sanchez appena salito sul monte per Tucci, tira in terza per bloccare il tentativo di rubata iberico ma la palla finisce all'esterno sinistro. Per la Spagna vuol dire altro punto e corridore in terza, poi spinto a casa dalla volata di sacrificio di Perez (7-4). L'ottava segnatura nella parte bassa dell'ottavo è solo il punto esclamativo sulla vittoria spagnola che condanna l'Italia a giocarsi la qualificazione nello scontro diretto di domani, venerdì 13 luglio alle 16, contro l'Irlanda.

da Grosseto, Fabio Ferrini

IL TABELLINO

CALENDARIO, RISULTATI E CLASSIFICHE

LA PHOTOGALLERY DELL'ITALIA (aggiornata con le immagini di Spagna-Italia)

LA VIDEO INTERVISTA A ROLANDO CRETIS

L'Italia si impone in scioltezza sulla Germania

Europeo U18, l'Italia fa sua la prima partita

 

 mint pros  Il logo del Caffè Motta LOGO CONCLIMA  LOGO JOHNSON Sixtus logo

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });