Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

È tempo di tirare le somme per i giovani talenti italiani impegnati negli USA per squadre professionistiche e di college.

Giulio Monello in azione con il Novara (PhotoBass)Prima di cominciare, però, diamo già un’occhiata alla prossima stagione con due liete notizie emerse nelle ultime settimane. I ricevitori Cesare Astorri e Giulio Monello, entrambi dell’annata 1998, avranno la possibilità di proseguire la loro crescita negli Stati Uniti. Il primo, ex accademista e in forza al Collecchio Baseball nella stagione scorsa (.416 media, 2 fuoricampo e 36 punti battuti a casa in 26 partite giocate nella regular season) ha raggiunto un accordo con la franchigia MLB degli Oakland Athletics e si sottoporrà a breve alle visite mediche, mentre Monello, ex accademista, cresciuto ai Rangers Redipuglia, che ha trascorso le ultime due annate a Novara (.189 di media battuta, 3 punti battuti a casa e 4 punti segnati in 31 partite giocate nel 2017), è arrivato agli ultimi dettagli per l’accordo con l’Odessa Community College (Texas), formazione per cui potrà giocare dall’agosto 2018.

Ambedue i giocatori hanno partecipato al recente International Stars Showcase in Arizona, in cui erano presenti vari scout di college e di squadre professionistiche, e dai tryout in avanti i contatti per i due talenti nostrani si sono intensificati. Mauro Mazzotti, uno dei referenti dello Showcase, ha potuto seguire, tra i nove ragazzi convocati in Arizona, anche Astorri e Monello. “Sono due giocatori classe ’98 con buone capacità e ottime prospettive. Starà a loro sfruttare quest’opportunità importante, che fino a dieci anni fa era impensabile, per migliorare e proseguire la loro carriera” ha dichiarato l’attuale general manager della T&A San Marino.

L’Odessa Community College, invece, non è la prima volta che recluta un giovane prospetto italiano. Nel 2015 entrò nella rosa dei Wranglers (il nome delle squadre del College texano) il parmense Andrea Bocchi. Il lanciatore, che quest’anno ha effettuato 11 partenze a Odessa (6-4, 4.23 ERA) e ha fatto una breve apparizione nella European Champions Cup per la Fortitudo Bologna, militerà dalla stagione 2018 nei Longhorns della University of Texas ad Austin, una delle realtà più illustri del territorio.

Sempre in Texas, al Clarendon College, saranno presenti altri due ex allievi dell'Accademia di Tirrenia durante l'anno accademico 2017/2018. Maurizio Andretta e Bor Starc, entrambi classe 1998, sono giunti in Texas nell'agosto di quest'anno e continueranno la loro crescita assieme con i Clarendon Bulldogs, peraltro come compagni di stanza.

Astorri si aggiunge al suo ex compagno Leonardo Seminati fra i giocatori che hanno firmato un contratto con una franchigia di Major League Baseball quest’anno. Seminati, premiato ai Mondiali U18 come miglior prima base della manifestazione, è reduce dall’esperienza in Instructional League con i Cincinnati Reds, in cui i suoi risultati hanno catturato l’attenzione degli scout della franchigia dell’Ohio. Tutto questo in attesa dell’inizio vero e proprio del suo percorso.

20120831 18U BWC MINEO Alberto ITA (Ferrini IBAF)Nelle Minor League americane hanno trascorso il loro 2017 altri quattro ragazzi azzurri. Alberto Mineo, recentemente convocato per la European Baseball Series con l’Olanda, ha concluso la sua stagione con i South Bend Cubs in Class A (tre livelli inferiori alla MLB) con .278 di average in battuta, 20 doppi e 44 punti battuti a casa. Scaduti i primi sette anni del minor league contract, i Chicago Cubs hanno deciso di rinnovare il suo contratto per il prossimo anno.

Altri due giocatori convocati da Gibo Gerali per la European Baseball Series hanno giocato in Rookie League quest’estate. Ludovico Coveri (6-4, 1.51 ERA, 37 strikeouts e 10 basi su ball in 53.2 riprese per i DSL Phillies Red, squadra insediata in Repubblica Dominicana e affiliata ai Philadelphia Phillies) e Claudio Scotti (1-1, 2.70 ERA, 12 valide subite, 10 basi su ball, 5 strikeout in 8 apparizioni per i GCL Pirates, squadra di Gulf Coast league affiliata ai Pittsburgh Pirates) hanno terminato la loro stagione proprio con la serie contro l’Olanda di fine ottobre, e sono in attesa di sapere come proseguirà il loro percorso l’anno prossimo.

Marten Gasparini ha chiuso la sua stagione con i Lexington Legends (squadra di Class A affiliata ai Kansas City Royals) senza la partecipazione ai playoff e con il cambio di ruolo da interbase ad esterno centro completata. Il friulano ha battuto .227 di media con 9 fuoricampo, 50 punti battuti a casa in 122 partite. Difensivamente si è alternato tra esterno sinistro (61 partite) ed esterno centro (57 partite), commettendo un totale di sei errori e effettuando sette assist dall’esterno.

di Kevin Senatore

P.S. all'articolo inizialmente pubblicato sono stati aggiunti gli aggiornamenti dalle carriere di Maurizio Andretta e Bor Starc al Clarendon College

World Baseball Softball Confederation
sponsor confederation
ESF
sponsor loyalty
sponsor girandola
sponsor majorleague
sponsor ics
mint pros
sponsor sixtus
jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });