Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

L’Italia si laurea Campione d’Europa U12 chiudendo come ha giocato tutta la massima manifestazione continentale, da dominatrice. Anche la Francia, in finale, ha potuto solo inchinarsi alla forza degli azzurrini (12-1) che concludono il torneo imbattuti, con un filotto di 5 vittorie consecutive e il quarto successo per manifesta in 5 uscite. Una vittoria meritata e mai in dubbio durante l’ultimo atto contro la Francia che ha anche provato a spaventare gli azzurri, ma non è andata oltre che qualche istante di sofferenza superato alla grande dai ragazzi di Burato che poi si sono abbattuti con veemenza contro i lanciatori transalpini chiudendo la pratica in sole 6 riprese.

Cuore, carattere, gioco, potenza, concentrazione, precisione: questa è l’Italia messa in vetrina all’Europeo U12. Un’Italia perfetta, capace di essere forte con le deboli e forte con le forti, capace di soffrire e vincere nei pochi momenti difficili, come nella decisiva sfida con la Repubblica Ceca che ha confermato la solidità di Wong scivola in terza dopo aver colpito un triplo (2f-Oldman)questo gruppo o nel secondo inning della finale con la Francia. Una squadra dove ognuno dei 19 elementi si è ritagliato uno spazio, piccolo o grande che fosse, più o meno importante, ma dove tutti hanno portato il loro mattone per costruire la vittoria finale e riportare i colori azzurri sul tetto d’Europa. Tutto dietro alla guida sapiente di manager Stefano Burato e del suo coaching staff che non hanno mai lasciato nulla al caso, visionando, analizzando, scoutando ogni avversario dell’Italia per arrivare preparati nei dettagli a tutte le sfide.

E la forza dell’Italia è anche nei numeri: minor punti subiti nel torneo (7), miglior difesa, miglior pedana di lancio, con 3 shutout compresa una no-hit, maggiori punti prodotti (67) ed un attacco esplosivo, capace di chiudere la manifestazione con 23 extrabase, compresi 2 fuoricampo, in sole 5 partite. Troppo per qualsiasi pedana di lancio, anche per quella francese che in finale c’ha provato ma ha dovuto alzare ben presto bandiera bianca lasciando strada alla squadra più forte.

La chiave della finale sta tutta nella seconda ripresa d’attacco della Francia. Con l’Italia avanti 2-0 grazie ad un approccio alla gara perfetto con il triplo di Taschin e la volata di sacrificio di Wong, i transalpini provGonzato entra a punto sotto lo sguardo di Zazza (2f-Oldman)ano l’acuto per rispondere agli azzurri e qualche brivido sulla schiena dell’Italia passa perché Briones colpisce un doppio e Blancot lo segue con un singolo al centro che riapre i giochi (1-2). La base ball a Proust e il colpito su Laufenbuchler riempiono le basi e la tensione si alza, con un solo eliminato sul tabellone. Però l’Italia dimostra di saper soffrire e reagire. Dal bullpen esce Gonzato che tira giù la saracinesca con l’aiuto della difesa: Zazza ottiene il secondo out in zona di foul, poi gli interni azzurri chiudono la ripresa con un’eliminazione in seconda sull’asse Wong-Carima.

E’ la svolta perché la Francia crea qualche altra occasione durante il proseguo della partita, ma gli azzurri riescono sempre a controllare e chiudere senza subire altri punti. Il tutto mentre l’attacco si dimostra quello visto durante tutto il torneo. Così se al terzo il singolo di Laise porta a punto Wong, autore di un triplo, per il 3-1 che infonde sicurezza, le altre 3 riprese sono un monologo delle mazze azzurre che costringono la Francia a schierare ben 5 lanciatori diversi che possono solo cedere il passo all’Italia capace di produrre altri 9 punti. Quelli necessari per arrivare alla chiusura per manifesta con la gioia azzurra che si scatena quando Giorgeschi assiste a Taschin per il terzo out della sesta ripresa.

Può partire la festa e il coro “Siamo noi, i Campioni dell’Europa siamo noi”.

IL TABELLINO

RISULTATI, CLASSIFICHE E STATISTICHE

LA PHOTOGALLERY DELLA FINALE FRANCIA-ITALIA

IL VIDEO DELL'ULTIMO OUT DELLA PARTITA

IL VIDEO DELLA PREMAZIONE DELL'ITALIA

da Utrecht (Olanda), Fabio Ferrini

World Baseball Softball Confederation
sponsor confederation
ESF
sponsor loyalty
sponsor girandola
sponsor majorleague
sponsor ics
mint pros
sponsor sixtus
jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });