Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Nella prima partita della Italian Baseball Week la Spagna batte (3-1) l'Italia al termine di una gara per buona parte della quale i lanciatori hanno la meglio sui battitori. La differenza la fa un fuoricampo del catcher iberico Blake Ochoa, ottenuto sul conto pieno e con Ustariz (colpito) in prima, contro il terzo rilievo azzurro Yomel Rivera. L'Italia ha giocato una partita genericamente buona in pedana di lancio (Oberto e Florian sono rimasti sul monte 3 inning a testa, Coveri e Pugliese hanno lanciato un inning) e in difesa (gli unici azzurri rimasti in campo tutta la partita sono stati Infante e Mercuri; quest'ultimo è l'unico azurro a battere 2 valide), ma è stata poco produttiva (11 rimasti in base, compresi i 2 che avrebbero consentito il pareggio al nono) in attacco. In particolare, gli azzurri non hanno saputo approfittare dei problemi di controllo del partente avversario Granados (4 basi ball) e hanno subito 10 out consecutivi con Leslie Nacar sul monte tra il quinto e l'ottavo inning.

Se la Spagna si presenta nella formazione tipo, Mazzieri mischia invece le carte e smentisce tutte (o quasi) le nostre previsioni della vigilia. Contro Ivan Granados (mancino nella rosa di San Marino nel 2011 e 2012: 36 presenze senza impressionare più di tanto, ma con la pietra miliare di una no hit lanciata il 5 agosto 2011 contro Nettuno, la prima nei play off nella storia della Italian Baseball League) l'Italia di occasioni ne ha, un po' per il poco controllo del pitcher e anche per una difesa spagnola non sicurissima nel seconda base Sanchez e nell'interbase Angulo. Granados esce dai suoi 4 inning senza subire punti anche grazie a un paio di provvidenziali pick off che eliminano al terzo (senza out) Liddi e al quarto (con un out) Mercuri, entrambi partiti in rubata con troppo anticipo.
Anche Leslie Nacar (Campione d'Italia 2015 con Rimini) esce da 4 inning in pedana senza subire punti. Addirittura, dopo aver concesso al quinto un doppio ad Ambrosino, infila 10 out consecutivi, prima di concedere un singolo a Epifano con 2 out all'ottavo.
Il punto azzurro arriva al nono contro Andres Perez, che passa in base Reginato e, con un out, lo vede segnare sul singolo di Nosti. Il nono è anche l'unico attacco in cui il line up di Mazzieri ottiene 2 valide consecutive (dopo il punto batte un singolo Ramos). I corridori arrivano in posizione punto grazie a una doppia rubata, ma nè Ambrosino nè Mazzanti riescono a farli segnare.

La Spagna era andata in vantaggio al terzo sfruttando l'unica opportunità fin lì avuta. Daniel Martinez (base ball) aveva rubato la seconda con 2 out e aveva segnato sul singolo al centro di Angulo.
Il fuoricampo (come detto decisivo) Blake Ochoa, esperto catcher di origine venezuelana arrivato fino al Triplo A negli Stati Uniti, lo batte al settimo sul conto pieno.

IL TABELLINO

Domenica 4 settembre Italia e Spagna si affrontano (ore 17 a Firenze) sulla distanza delle 7 riprese. Marco Mazzieri conta di utilizzare in pedana Roberto Corradini e Luca Panerati

TUTTO sull'ITALIAN BASEBALL WEEK

di Riccardo Schiroli

World Baseball Softball Confederation
sponsor confederation
ESF
sponsor loyalty
sponsor girandola
sponsor majorleague
sponsor ics
mint pros
sponsor sixtus
jQuery(function($) { SqueezeBox.initialize({}); SqueezeBox.assign($('a.pg-modal-button').get(), { parse: 'rel' }); }); window.jModalClose = function () { SqueezeBox.close(); }; // Add extra modal close functionality for tinyMCE-based editors document.onreadystatechange = function () { if (document.readyState == 'interactive' && typeof tinyMCE != 'undefined' && tinyMCE) { if (typeof window.jModalClose_no_tinyMCE === 'undefined') { window.jModalClose_no_tinyMCE = typeof(jModalClose) == 'function' ? jModalClose : false; jModalClose = function () { if (window.jModalClose_no_tinyMCE) window.jModalClose_no_tinyMCE.apply(this, arguments); tinyMCE.activeEditor.windowManager.close(); }; } if (typeof window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE === 'undefined') { if (typeof(SqueezeBox) == 'undefined') SqueezeBox = {}; window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE = typeof(SqueezeBox.close) == 'function' ? SqueezeBox.close : false; SqueezeBox.close = function () { if (window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE) window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE.apply(this, arguments); tinyMCE.activeEditor.windowManager.close(); }; } } }; jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });