Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Due solo-homer di Chen trascinano Taiwan contro l’Italia

da Taipei City (Taiwan), Fabio Ferrini

L'Italia saluta con una sconfitta il Mondiale Under 12 e nell'ultima partita cede ai padroni di casa di Taiwan trascinati da due solo-homer di Chih-Chun Chen in apertura di ostilità (11-0). L'interbase asiatico fa 2 su 2 nelle prime apparizioni nel box ed apre la strada della vittoria alla sua squadra che in attacco sembra un martello pneumatico, 14 valide. Gli azzurrini dal canto loro fanno fatica contro i lanci di Sheng-Hong Wu, Ching-Yu Huang e Ding-Hong Guo, la cui dritta tocca i 113 km/h, ma in difesa mostrano delle buone giocate: da una bella presa in linea di Angioi al primo inning ad una spettacolare eliminazione al volo in tuffo di Gherghetta all'esterno centro nella quinta ripresa.

Di fronte ad una buona cornice di pubblico, oltre 1500 spettatori, l'Italia si presenta all'ultimo appuntamento del Mondiale con qualche cambio nel line-up rispetto alle uscite precedenti. Taiwan, L'interbase Chen mentre completa il giro delle basi dopo il suo primo fuoricampo (2f/Oldmanagency)nonostante il secondo posto nel girone già sicuro, scende in campo determinata a ben figurare e la mette sul piano della potenza cominciando dal suo leadoff. Chih-Chun Chen, alla prima occasione in cui Galli entra nell'area di strike, spedisce la palla oltre la recinzione tra esterno destro ed esterno centro (1-0). Un bel biglietto da visita. Gli azzurrini però hanno la capacità di non scomporsi e dopo aver chiuso senza ulteriori danni, si presentano nel box con Marras che ottiene la prima valida dell'incontro. Purtroppo il singolo al centro del seconda base nettunese rimarrà anche l'unica hit della partita. Il numero 4 azzurro ruba la seconda e approfitta di un errore della difesa di casa per correre fino in terza. L'Italia però non va oltre.

Da qui in avanti la squadra azzurra non riuscirà più a creare occasioni né contro il partente Wu, né contro i suoi rilievi, entrambi con una palla veloce sopra i 110 km/h. E la striscia di 15 eliminazioni che i lanciatori di casa infilano dalla seconda ripresa alla fine della gara è interrotta solo dai quattro ball ricevuti da Compagnoni al quarto.

Al contrario Taiwan dimostra regolarità nel box e trova nel leadoff Chen il suo trascinatore. L'interbase Quella di Gabriele Marras, qui in rientro verso la prima, sarà l'unica valida dell'Italia (2f/Oldmanagency)asiatico sembra quasi un cecchino infallibile quando al terzo attacco si presenta di nuovo nel box e per la seconda volta piazza la palla oltre la recinzione alle spalle di Gherghetta. Nella stessa ripresa arrivano però anche altri 2 punti, su valida ed errore, che danno una buona sicurezza alla squadra taiwanese (4-0).

L'Italia resta comunque in partita, almeno con monte e difesa, fino alla fine del quinto attacco, anche se vede Taiwan allungare ancora al quarto (5-0). L'ultimo inning è quello in cui gli azzurri cedono nettamente, subiscono ben 7 valide, ci mettono 2 errori e così arrivano 6 punti che rendono la sconfitta troppo pesante (11-0).

IL TABELLINO

LA PHOTOGALLERY AGGIORNATA DELL'ITALIA

RISULTATI E CLASSIFICHE

Nella foto di copertina Angioi e Marras vanno a coprire una rubata in seconda (2f/Oldmanagency