Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Faraone: "Il nostro torneo inizia con il Nicaragua"

L'AVANA - Volti sorridenti nello spogliatoio italiano al termine della gara vittoriosa con la Russia.
"Il nostro Mondiale pero' inizia mercoledi' con il Nicaragua - ha esordito Giampiero Faraone - contro la Russia abbiamo fatto soltanto il nostro dovere. Conoscevamo molto bene i rivali di questo primo incontro: erano giovani e con una rosa corta, ma siamo stati bravi noi a non farci sorprendere".
Tra i piu' festeggiati il lanciatore Mike Marchesano, al rientro dopo due anni dalla finale per il bronzo agli Europei di Bonn e Colonia. Una vittoria che ha un sapore particolare per l'italo-americano, che ha giocato nonostante il grande dolore per la scomparsa di nonna Abbondanza, avvenuta ieri a Napoli: "Ero molto affezionato alla nonna - ha detto - nelle due ore della partita ho cercato di non pensarci. Le dedico questo successo".
Sul suo incontro ha aggiunto: "Non sono al cento per cento ma per battere la Russia ho usato prevalentemente la palla veloce. E' bastato. Spero di migliorare nel prossimo incontro".