Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La terza Annual Gala Dinner della Italian American Baseball Foundation è stata quella della consacrazione.

Non solo per il crescente successo che ha costretto a dichiarare il sold out del Carmine’s & Sons Pizzeria and Sport Bar con settimane di anticipo e a lasciare a casa molti che avrebbero voluto unirsi alla festa, oppure la presenza di MLB Network, di YES Network e di diversi altri media locali, ma anche e soprattutto perché gli interventi di chi è salito sul podio, questa volta, sono stati sì la presentazione di idee e progetti, che nei primi due anni stavano nascendo, ma al tempo stesso il resoconto di quanto già realizzato nel corso degli ultimi dodici mesi.

Così John Franco, uno dei due ospiti d’onore premiati dalla Fondazione, stella e capitano dei Mets degli anni ’90, profeta in patria, essendo nato nella Grande Mela, di più, nel cuore di Brandon Nimmo intervistato all'Anniversary Dinner IABF 2018 (ML Oldmanagency)Brooklyn, ha raccontato ai tanti amici presenti del suo viaggio in Italia, in luglio, insieme all’amico e Consigliere IABF Mark Cardillo, al Presidente e deus-ex-machina dell’organizzazione Joe Quagliano e al padrone di casa Carmine Gangone, Tesoriere IABF, per una settimana di lavoro sul campo con i clinic dedicati ai tecnici a Roma e ai ragazzi a Nettuno nonché della ‘incursione’ in quel di Salerno per conoscere in prima persona un progetto del sud, area di grande interesse per lo sviluppo delle discipline dei diamanti. Ha raccontato della grande passione con cui è venuto a contatto, del desiderio d’imparare degli adulti e dei giovanissimi, della voglia di ripetere l’esperienza.

Lo stesso Cardillo ha poi completato il resoconto del viaggio, ricordando con soddisfazione (e falso terrore) le ore sotto il sole davanti a un ‘pubblico’ che chiedeva sempre di più, ma anche sottolineando le altre attività compiute dalla IABF, come l’invio del materiale tecnico per le Nazionali giovanili di baseball e di softball e i clinic tenuti in patria per i ragazzi delle scuole di Brooklyn.

Di futuro ha parlato Jon Morosi, il secondo premiato della serata come Executive of the Year, microfono fra i più apprezzati della MLB e cronista per scelta delle esperienze dell’Italia al World Baseball Classic: il prossimo obiettivo su cui IABF e FIBS sono impegnati, nell’ambito del progetto di riforma delle Accademie, è la creazione di borse di studio universitarie negli Stati Uniti per i migliori talenti di entrambe le discipline. Molti degli imprenditori presenti alla cena sono direttamente coinvolti in programmi di supporto allo studio e questo è stato uno degli argomenti principali dei diversi incontri che la delegazione della Federazione, composta dal Vice Presidente Fabrizio De Robbio, dal Segretario Generale Giampiero Curti, dal Consigliere Roberta Soldi e dal Manager di Italia Baseball Gilberto Gerali, ha avuto nella 3-giorni newyorkese.

Ospite della serata anche il capitano azzurro Alessandro Vaglio e il partner FIBS Johnson 1836, che ha colto l’opportunità per presentarsi e avviare contatti di business.

Fabrizio De Robbio premia Chris Colabello, Ambassador of Italian Baseball 2018 (Chris Harder ph)Il programma era stato aperto da Fabrizio De Robbio, che ha portato il saluto del Presidente Andrea Marcon e il ringraziamento della Federazione per il supporto costante e crescente che la IABF sta fornendo all’attività federale, premiando poi Chris Colabello con la targa per l’Ambasciatore del Baseball Italiano 2018.

È stato quindi il turno del CT Gibo Gerali, il quale, davanti a una platea da dream team, ha illustrato la cruciale importanza del prossimo anno, con l’Europeo a fare da prologo al Torneo di Qualificazione Olimpica, a settembre.

La solita truppa di cacciatori d’autografi fuori della porta ha visto sfilare quest’anno un ‘roster’ impressionante, dal passato e dal presente della MLB, in ordine sparso: Lee Mazzilli, in compagnia del figlio LJ, Bobby Valentine, Brandon Nimmo, Drew ButeraSal Romano, John Andreoli, Carl Pavano, Mike Pagliarulo, oltre ai già citati John Franco, col figlio JJ, e Chris Colabello, accompagnato dal papà Lou, indimenticata stella del baseball riminese.

Non ha ‘preso il podio’, Joe Quagliano, troppo impegnato dietro le quinte della serata, ma nel rilassamento del dopo-evento, ha volentieri fatto il punto con noi: “Questa cena dimostra che siamo sulla strada giusta. Abbiamo imprenditori importantissimi qui, e a tanti abbiamo dovuto dire di no, al punto che, con buona pace del mio amico Carmine, stiamo ragionando di cambiare sede per una più ampia il prossimo anno.”

Un periodo ormai tradizionalmente impegnativo, questo inizio dicembre: “Sì, ma l’evento è solo la punta dell’iceberg: approfittando di avere qui i rappresentanti della FIBS, abbiamo creato un’agenda fittissima, che ci ha visti impegnati per 3 giorni in una serie d’incontri che sono fondamentali per trovare i giusti supporti ai nostri programmi comuni. Tanti dei presenti hanno il cuore legatissimo all’Italia e per loro avere qui la FIBS ha un significato enorme, non solo, abbiamo per esempio avuto una lunga riunione con i responsabili della Jackie Robinson Foundation, letteralmente impressionati dal ‘Progetto 42’ della FIBS, credo che anche in questo caso si siano aperte grandi possibilità.”

Prossimo passo le borse di studio? “Sì, l’obiettivo 2019, oltre ovviamente ai clinic e quanto altro facciamo per raccogliere fondi, è quello di attivare, insieme a chi ci supporta e alla Federazione, un sistema per ospitare alcuni ragazzi e ragazze a studiare all’Università e crescere nello sport qui negli Stati Uniti.”

da New York, Marco Landi

 

aisla

 mint pros  Il logo del Caffè Motta LOGO CONCLIMA  LOGO JOHNSON Sixtus logo

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });