Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La Convention3, che si avvia a battere il record di presenze dello scorso anno, si è già assicurata un risultato che non ha precedenti, ovvero la presenza, in rappresentanza in particolare del Comitato Nazionale Classificatori, ma in realtà assolutamente trasversale, soprattutto pensando all’interazione del suo lavoro con quello dei tecnici e dei direttori sportivi, di Max Marchi, un caso professionale certamente unico per il nostro movimento.Max Marchi nel dugout dei Cleveland Indians

Max, infatti, dal 2014 fa parte della struttura dei Cleveland Indians, come Baseball Analist.

Figlio di Leo, fondatore del BSC Sasso Marconi, racconta di essersi ritrovato “la divisa della squadra addosso ancora prima di poter camminare”.

Da giocatore, soprattutto come seconda base, ha militato nelle giovanili a Sasso e nella Fortitudo, poi in C2, C1 e B sempre a Sasso, mentre si laureava in Scienze Statistiche all’Università di Bologna.

Coltiva da subito il matrimonio fra le sue grandi passioni: baseball e numeri. Dal 2009 al 2012 autore per The Hardball Times e fra il 2012 e il 2014 per Baseball Prospectus, lavora intanto alla pubblicazione di Analyzing Baseball Data with R, la cui seconda edizione è appena uscita per i tipi della CRC Press.

È proprio mentre termina la stesura di questo libro che, dopo un primo tentativo di proporsi ai Cleveland Indians rispondendo a un annuncio di lavoro (“il posto andò a quello che oggi è il mio capo” ci informa Max) viene chiamato nel 2014 dalla franchigia dell’Ohio per fare parte del dipartimento di analisi statistiche.

“Il cambio di vita è soprattutto lavorativo, ma ovviamente vivere quotidianamente (con i mezzi di comunicazione di oggi, l'Atlantico non è una barriera enorme) una cultura diversa arricchisce” ci confida Max Marchi, ma ci sarà modo di approfondire con lui sia i contenuti della sua professione, sia cosa significhi lavorare con una franchigia MLB nel corso degli incontri che sono inseriti nel programma ufficiale della CON3, in particolare nel suo intervento Dal box score a StatCast - l'evoluzione statistica del baseball in agenda per il sabato pomeriggio in seduta plenaria e nel successivo talk show condotto da Matteo Gandini, che lo vedrà protagonista sul palco della Sala Concordia del Palariccione insieme a Steve e Jason Grilli e a Jon Morosi.

Marco Landi

LA PAGINA PER ACQUISTARE I BIGLIETTI

LA PAGINA DI BOOKING ON-LINE DEGLI ALBERGHI CONVENZIONATI

  Il logo del Caffè Motta              LOGO CONCLIMA              LOGO JOHNSON

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });