Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Bussolengo vince il settimo Scudetto della sua storia

Basta un solo match point. Con il 7-3 finale in gara 3 lo Specchiasol Bussolengo completa lo sweep contro l'MKF Bollate e conquista l'Italian Softball Series 2019, che vale per il settimo Scudetto della storia delle venete, il quarto negli ultimi cinque anni. MVP della serie è stata nominata Nerissa Myers, decisiva nel box di battuta con due fuoricampo e sei RBI.

La sfida tutta azzurra tra Greta Cecchetti e Veronica Comar comincia, sulla carta, ancora in favore di Bollate, ma con vivido nella mente ancora il complete game shutout con cui solamente sette giorni fa Comar pietrificava il campo lombardo. Per la seconda volta in questo settembre si è confermata vincente la lanciatrice di Bussolengo, mentre Cecchetti ha mostrato - seppur confermando la maggior potenza (8-0 il confronto tra gli strikeout) - difficoltà nel trovare le giuste contromisure al lineup scaligero.Nerissa Myers, MVP dell'ISS 2019 (MG-Oldmanagency)

Nella prima ripresa Bollate comincia subito forte con il doppio da leadoff di A.J. Andrews, ma l'esterno statunitense prodotto di Lousiana State University finisce poi out a casa (sorte toccata nelle prime due partite a Fama e Lara Cecchetti) vanificando l'ottimo avvio offensivo. Più freddezza lo mostra invece l'attacco di Bussolengo, che apre riempiendo le basi senza alcun out e consegnando a Marta Gasparotto - 0/6 nella serie sino a quel momento - la possibilità di essere decisiva: l'interbase neroverde batte un singolo al centro e porta a casa i primi due punti della partita, che aumenteranno poco dopo.

È infatti la seconda ripresa quella che cambia definitivamente la sfida: Bollate lascia ancora un corridore in posizione punto dopo il doppio per regola di Perricelli, con la palla persa nella siepe all'esterno, mentre Bussolengo comincia nel medesimo modo della prima frazione, riempiendo le basi senza out (due basi su ball ed un singolo) e concedendo a Nerissa Myers la possibilità di ipotecare il premio di MVP. Il seconda base nazionale britannica trova un singolo a destra per spingere a casa altri due punti, mentre dopo di lei battono valido anche Gasparotto (un RBI) e Evans (2 RBI); una vera e propria doccia fredda per Bollate sotto 7-0 dopo solo due inning.

Veronica Comar Bussolengo lanciatore vincente delle ISS (MG-Oldmanagency)Da quel momento le lombarde tentano di cambiare marcia, con Cecchetti che in pedana di lancio prende maggiormente le misure e non consentirà altri punti all'attacco veneto, ma soffrendo nel costruire punti contro Comar e la difesa avversaria. Il primo punto arriva nel quarto inning, con l'RBI di Lara Cecchetti a concludere un filotto di tre valide consecutive, ma non riuscendo a produrre ulteriori punti per via del doppio gioco confezionato interamente da Vonk.
Nella quinta frazione Bollate segna invece altri due punti, colpendo tre valide e portando a casa i corridori con il singolo di Fama e la volata di sacrificio di Parisi, portando Montvidas a togliere la propria lanciatrice per inserire Beatrice Zappa (che conquisterà la salvezza) - avversaria che lascia troppo poco tempo alle rossoblu di studiare i suoi lanci, chiudendo 2.2 inning senza subire punti.

La rimbalzante di Parisi verso Myers è l'ultima azione del campionato 2019, che incorona ancora una volta Bussolengo e rimanda nuovamente la corsa allo Scudetto numero tredici per Bollate, che non riesce invece nella doppietta Premiere Cup-Scudetto.