Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Ayanna Andrews, Bollate salva in terza contro Forlì (Ufficio Stampa Bollate)

Bollate sfrutta il fattore campo e va 2-0 nella serie contro Forlì

Con due vittorie diverse tra loro l’MKF Bollate campione d’Europa dà una scossa alla semifinale contro il Poderi Dal Nespoli Forlì, vincitore della Coppa delle Coppe e si porta nettamente in vantaggio, in attesa della trasferta in terra romagnola per la seconda parte della serie. La forza del Bollate è stata quella di aver tenuto il secondo miglior attacco della stagione regolare a sole 5 valide in 2 partite.

In gara 1 Greta Cecchetti vince la sfida con la compagna di nazionale Ilaria Cacciamani porta l’MKF Bollate in vantaggio nella serie. 5-1 il finale per la formazione lombarda. La partita inizia con il vantaggio del Poderi Dal Nespoli Forlì, che segna con Lisa Maulden, il suo lead-off, grazie a un bel singolo al centro di Beatrice Ricchi. La squadra di Calixto Soca Miyar costruisce l'1-0 grazie a una base ball proprio sull'interbase americano, seguita da un bunt di sacrificio di Elisa Grifagno; a quel punto Bollate opta per la base intenzionale sul battitore più pericoloso (Erika Piancastelli); la successiva giocata con la battuta di Courtney Gano sull'interbase consente alla difesa di casa di eliminare proprio Piancastelli, ma Maulden arriva comunque in terza e non si completa il doppio gioco perché Gano è salva in prima: è in quella situazione, con corridori agli angoli, che la battuta di Ricchi produce il punto. Anche il primo attacco del Bollate il lead-off (Ayanna Andrews) arriva in prima su base ball; dopo una eliminazione al piatto per Samantha Show è il turno di Amanda Fama (impiegata come dp al rientro assoluto dopo l'infortunio subito nelle fasi finali dell'ultima vittoriosa partita della qualificazione olimpica di Utrecht contro la Gran Bretagna): anche per lei base ball. Segue una valida (texas che cade appena dietro il cuscino di seconda base) di Elisa Cecchetti e Bollate riempie le basi. A quel punto Alice Parisi non riesce a toccare i lanci di Ilaria Cacciamani, ma Lara Cecchetti difende bene il piatto, va sul conto pieno e poi colpisce duro al centro per un doppio che svuota le basi e porta Bollate in vantaggio 3-1. Arriva in prima (e contestualmente avanza in terza Lara Cecchetti) anche Giorgia Fumagalli su uno strike-out più lancio pazzo e poi, sul tentativo di doppia rubata, con la doppia assistenza, Piancastelli-Gano-Piancastelli si chiude la ripresa con l'eliminazione a casa di Lara Cecchetti.

La seconda ripresa scivola veloce, sia per Greta Cecchetti, sia per Ilaria Cacciamani e poi, nella terza, mentre Forlì batte valido con Maulden ma la lascia sulle basi, l'MKF incrementa il vantaggio con un lungo fuoricampo da un punto al centro di Samantha Show.

Al quinto inning Bollate incrementa ancora il vantaggio, segnando grazie ancora con Samantha Show che, giunta in basa su errore della difesa romagnola e in seconda dopo una base ball concessa ad Amanda Fama, corre su una valida all'esterno centro di Elisa Cecchetti. La fase finale della gara è facilmente controllata dai lanciatori, ma con il vantaggio in ghiaccio per Bollate, non cambia l’esito della gara.

IL TABELLINO DI GARA 1

In gara 2 si consuma tutto nel primo e nell’ultimo (l’ottavo e primo supplementare) inning. Partita affidata in pedana ai lanci di Samantha Show e Sarah Pauly, che restano iniziano e finiscono la sfida. Si tratta di una partita ricca di errori (4 Forlì – 3 Bollate), che alla fine risulteranno decisivi. Già nella prima ripresa, nel corso della quale Forlì passa in vantaggio, c’è un errore ad aiutare la segnatura: Elisa Grifagno va in base su ball, avanza sull’eliminazione in diamante di Erika Piancastelli e poi, su un errore difensivo sulla battuta di Courtney Gano, segna l’1-0.  Subito dopo Bollate pareggia con un errore di presa al volo di Beatrice Ricchi che, con le basi piene, fa cadere una battuta di Elisa Cecchetti, ma la difesa forlivese riesce a limitare i danni.

La partita a quel punto viene addormentata dai lanciatori che, nella fase centrale, appaiono dominanti e non rischiano più di tanto portando la gara agli extra-inning. All’ottavo Forlì ha per prima l’occasione di passare in vantaggio e la sfrutta, pur vedendo eliminato il proprio primo battitore (Lisa Maulden). Una valutazione sbagliata di Show sulla battuta in diamante di Grifagno consente al seconda base forlivese di arrivare in base e a Cerioni (in seconda per regolamento) di rimanere sul cuscino di seconda senza rischiare; Piancastelli va out al volo dall’esterno destro e Cerioni avanza in terza a quel punto, con due out, una facile rimbalzante in diamante di Gano, che con una assistenza in prima sarebbe stata il terzo out, diventa una scelta difesa e il punto di Cerioni a casa per il tiro sbagliato di Chiodaroli in seconda. Con Forlì in vantaggio (il terzo out è una rimbalzante di Ricchi), anche la difesa romagnola vuole partecipare alla fiera dell’errore e, dopo che il corridore piazzato in seconda (Selene D’Angelosante) avanza sul sacrificio di Laura Bigatton. Bollate pareggia grazie a un doppio errore del Forlì sulla battuta di Ayanna Andrews. Con Andrews avanzata in seconda, Pauly concede l’intenzionale a Show e sul check-swing (praticamente un bunt involontario) di Amanda Fama, Piancastelli cercando l’out in prima lascia sguarnito il piatto, Pauly non va in copertura ed Andrews corre dalla seconda per andare a realizzare il 3-2 finale.

IL TABELLINO DI GARA 2

La Semifinale Playoff Bollate-Forlì