Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1
Forlì in festa (Ufficio Stampa Forlì)

Forlì conquista la Coppa delle Coppe

Il Poderi Dal Nespoli Forlì completa il percorso netto e vince la European Cup Winners  Cup. In finale contro le olandesi del Terrasvogels le ragazze di Calixto Soca Miyar vincono 4-2 con una grande prova di orgoglio, iniziata in pedana da Ilaria Cacciamani e conclusa da Sara Pauly. Una vittoria che stabilisce una leadership invidiabile, visto che per le romagnole si tratta della sesta Coppa delle Coppe da incastonare nella propria bacheca e visto che si partiva da una quota di parità (5-5) in fatto di vittorie di questo trofeo, proprio con il Terrasvogels come antagonista.

Dopo aver vinto senza problemi tutte le partite della fase eliminatoria, l’avvio della finale è particolarmente complicato e duro, tanto che è il Terrasvogels a passare in vantaggio con una valida di Merel Oosterveld che, con Solange Starrenburg sul cuscino di seconda, batte una rimbalzante a sinistra che, né Cerioni, né Gano riescono a bloccare: la corsa di Starrenburg è molto aggressiva e il tiro a casa di Elda Ghilardi, pur non essendo impreciso, non è perfetto e le olandesi si portano sull’1-0. Al terzo la formazione oranje allunga: con un out Katherina Szalay batte un doppio contro il muro di sinistra e poi, con due out (in terza arriva su bunt di sacrificio), segna grazie a una texas di Jessica Waasdorp.

Al quarto inning che, che in difesa il Poderi Dal Nespoli affronta con Sarah Pauly in pedana al posto di Ilaria Cacciamani e in attacco si apre con una gran presa in tuffo dell’esterno centro su una lunga battuta di Erika Piancastelli, il Forlì accorcia le distanze: Gano arriva in base su errore della difesa olandese e avanza in seconda su valida battuta, a sinistra da Beatrice Ricchi; sull’eliminazione in diamante di Cacciamani entrambi i corridori avanzano e poi Gano segna sulla battuta di Carlotta Onofri difesa male dal seconda base.

Il pareggio arriva al quinto inning e lo firma Elda Ghilardi. L’esterno forlivese, che dopo il rilievo di Pauly è diventato dp va in battuta come lead-off e colpisce durissimo a sinistra, l’esterno del Terrasvogels non riesce a raccogliere al volo ma cerca comunque di limitare la corsa di Ghilardi in terza: sul tempo sarebbe out, ma la sua corsa viene considerata disturbata dall’ostruzione dell’interbase e quindi termina secondo gli arbitri sul cuscino di terza. Maulden è eliminata dal prima base, ma ci pensa Elisa Grifagno, con una bella linea in ritardo a sinistra a spingere a casa il 2-2. Poco dopo Erika Piancastelli spara lungo a destra e corre esultando credendo nel fuoricampo, ma deve accontentarsi di un doppio, sul quale Grifagno avanza sul cuscino di terza. Il Terrasvogels rileva il partente Bandimere con Sertic e poi concede la base intenzionale a Courtney Gano: le basi obbligate non sono un vantaggio per le tulipane che subiscono immediatamente altri due punti grazie alla battuta di Beatrice Ricchi (una rimbalzante che buca la seconda base e che spinge a casa Grifagno e Piancastelli). Sul 4-2 gli strike-out di Cacciamani e pop-fly di Onofri chiudono l’attacco, ma hanno spostato definitivamente l’inerzia del match.

Da quel momento non cambia più nulla: i due restanti attacchi olandesi (anche se nel settimo il Terrasvogels mette in base i primi due battitori e si mette anche nelle condizioni di avere seconda e terza occupate con un solo out) e il sesto attacco del Forlì scivolano velocemente e le bianconere possono iniziare a brindare.

La classifica finale del torneo

Le statistiche del torneo