Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

Bussolengo: valanga di punti e playoff agguantati

Passaggio delicato per il MKF Bollate nelle colline bolognesi. In gara1 le ragazze di Luigi Soldi inseriscono il turbo già dai primi lanci. Le marcature si aprono con Taylor Glover che, prima in battuta, piazza un fuoricampo all’esterno centro per l’immediato +1. La manovra bollatese prosegue con il triplo di Amanda Fama che porta a punto Cecchetti (in base con 4 ball) e con i singoli di Zambelan, Pericelli, Bigatton. Alice Ronchetti, in pedana per le Blue Girls, tenta poi di scrollarsi di dosso un avvio non ottimale e a chiudere l’inning senza ulteriori danni. Al cambio di campo, con un passivo di 7 punti, le padrone di casa provano a reagire ma, con un eccellente prova in pedana di Greta Cecchetti prima e la successiva chiusura di Sara Riboldi, le chance di recupero vengono azzerate. Le Blue Girls riescono a dar cenni di presenza solo al 5 inning con i singoli di Floyd e Trevisan (rientrata in gruppo dopo l'infortunio al ginocchio) chiudendo l’incontro 7-0. Nel secondo match della serata a siglare il primo punto è la solita Glover, che arriva in base con un singolo e con il bunt successivo di Lara Cecchetti, complice anche una serie di errori difensivi, vola a casa. Le ragazze di Marina Centrone non trovano la sintonia neanche nel box di battuta e, contro i lanci di Cecchetti, Bigatton e Riboldi, raccolgono a malapena 2 valide. Davvero troppo poco, lasciando così la vittoria per 0-2 al MKF Bollate.

Bussolengo vince a valanga sull'Old Parma e si qualifica già per i playoff. In gara1 le padrone di casa  provano a tener testa alla prima in classifica schierando in pedana Alice Ghillani e riuscendo a portarsi in vantaggio al quarto inning con i singoli di Slawitz, Edwards e Contini (con errore difensiuvo), ma al quinto inning lo Specchiasol si sveglia e inizia a scatenarsi nel box di battuta. Marta Gasparotto batte un triplo all’esterno destro, Elisa Princic la spinge a casa con un singolo; la situazione si ripete subito dopo con Vonk (triplo) e Mayer (singolo). A quel punto manager Longagnani prova a mischiare le carte in pedana e fa salire Giada Capelli. La musica però non cambia perché i singoli di Bortolomai e Aucoin e il doppio della Gasparotto producono il 10 a 4 Bussolengo. Il Parma stordito non trova le forze per rispondere agli attacchi delle avversarie e al sesto inning subisce ulteriori 6 punti dai tripli di Jansen Annem e Bortolomai che chiudono la partita sul 4-15. Tutt’altra storia gara2. Questa volta lo Specchiasol aspetta poco più di un inning per scaricare tutta la sua classe nel box di battuta. Pagani apre con un singolo, la seguono De Trombetti e Soldi che realizzano il +2. Poi nel box s'impone nuovamente Marta Gasparotto che, con l’ennesimo triplo della serata, porta il punteggio a +4. Il Parma va in confusione e commette una serie di errori difensivi, neanche il cambio in pedana, aiuta, perché arriva il lungo fuoricampo all’esterno sinistro di Elisa Princic per il 10-0 Bussolengo. Parma prova a reagire ma in pedana c’è una formidabile Jessica Dreswick che non fa vedere palla e non subisce nessuna valida, prima di lasciar posto a Zappa. Lo Specchiasol al quarto inning segna ancora 2 punti e chiude definitivamente l’incontro con il punteggio di 12 a 0.

Il Poderi dal Nespoli Forlì, anche con un pizzico di fortuna, fa sue entrambe le partite contro Collecchio che a questo punto si mette nei guai in zona retrocessione. In Gara 1 il Forlì parte forte e già al secondo inning si porta sul 10-0. Beatrice Ricchi apre con un lungo singolo mal difeso dalla squadra ospite che la fa correre fino in terza base, Ilaria Cacciamani la porta a casa con il successivo singolo. L’azione delle romagnole prosegue con i doppio di Ghilardi, di Maulden e con il fuoricampo di Erika Piancastelli. Il Collecchio prova a fare un cambio in pedana, ma senza risultati, perché Forlì produce ancora punti. Al cambio campo il Collecchio prova a reagire e segna il primo punto grazie al doppio di Moreland e a una scelta difesa sulla battuta di Chiesa, ma è al quinto inning che le parmensi provano a spaventare le padrone di casa. Tondini batte singolo, Gerbella la segue con un altro singolo all’esterno sinistro, quindi il doppio di Alessia Colonna porta il punteggio sul 10 a 6., ma le padrone di casa, al cambio, segnano altri 2 punti e chiudono il match 12 a 6. Grande serata in gara 2 per Sarah Pauly che blinda completamente la sua pedana regalando solo una base ball a Moreland e non concedendo nessuna valida alle avversarie, permettendo cosi, alle sue compagne di squadra, di farsi bastare i 2 punti al 6 inning, grazie al singolo di Beatrice Ricchi, per il 2-0 finale.

Inox Team Saronno trova solo un pari contro le Metalco Thunders Castellana. Nel primo match della serata la prima squadra ad andare in vantaggio, subito in apertura è il Saronno, grazie anche alla ritrovata Lisa Birocci, che batte un singolo all’esterno centro e fa volare a casa Rotondo (in base con 4 ball). Le lombarde continuano a premere sull’acceleratore e, dopo il singolo di Bettinsoli, arriva il doppio di Chiara Giudice che porta il punteggio sul 4-0. Al terzo inning le Thunders provano ad impensierire le padrone di casa: in pedana Alice Nicolini non è precisa e carica le basi che vengono ripulite dal doppio di Tarango per il 4-3. Al cambio di campo, però, il Saronno si scuote e grazie ai doppi di Rotondo, Longhi e Marrone arrivano altri 4 punti. Le avversarie provano a reagire con un altro doppio di Tarango ma niente di più e l'incontro si chiude definitivamente sul 8-3. Nel secondo incontro sono le Thunders a partire da subito forte: prima con il singolo di Giacometti e la volata di sacrificio di Fabbian poi, nel secondo e terzo inning, volano a +8 grazie al doppio di Texeira e al singolo di Tarango. Il Saronno prova a opporre resistenza al terzo inning, sfruttando un errore difensivo e accorciando le distanze, ma le friulane non perdono un colpo e rispondono, ancora una volta, con il singolo di Fabbian e il triplo di Giacometti. Davvero troppo per il Saronno, che prova l’ultimo assalto al settimo, ma sulla battuta al volo di Bloom si chiude l’incontro con la vittoria della Castellana per 10 a 3.

Anche tra Caronno e Academy Caserta arriva un pari. In Gara1 le ragazze della Rheavendors fanno capire subito che aria tira: Yuruby Alicart apre con un doppio, Rossini e Sheldon proseguono con la manovra offensiva battendo un singolo a testa. I lanci avversari non sembrano particolarmente irresistibili e Caronno continua con la sua marcia segnando altri punti grazie ai singoli di SalvioniMarocchino e Oddonini. Saranno ben 7 le segnature alla fine della prima ripresa. Al terzo inning però, arriva la timida reazione del Caserta grazie al lunghissimo triplo di Giorgia Telò. Immediata la risposta delle padrone di casa, che al cambio campo segnano ancora 1 punto grazie al singolo di Bertani. Al sesto inning Caserta prova farsi sotto grazie al fuoricampo di Lozada, ma poi non arriva niente di più e la gara termina 9 a 4. In gara 2 lo scontro passa in pedana tra Juarez e Tornes. La prima a subire punto è la lanciatrice di Caserta grazie al singolo della Alicart, ma è Caronno ad avere la peggio al sesto inning: Scotto apre con un singolo; a Lozada viene concessa la base intenzionale quindi Mocho e Tornes battono singolo e Blesa perfeziona con un triplo che porta il punteggio sul 4-1. Le padrone di casa, a questo punto, non riescono più a reagire e la vittoria va alle campane.

PROGRAMMA COMPLETO, CLASSIFICA E STATISTICHE