Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

È stata la Sala dei Presidenti nel Palazzo H del CONI di Roma ad ospitare l'apertura ufficiale della stagione 2019 del softball italiano con la presentazione ai media che ha visto la presenza del Segretario Generale del Comitato Olimpico Carlo Mornati a fianco del presidente FIBS Andrea Marcon e del manager azzurro Enrico Obletter con il consigliere federale Roberta Soldi.

"Vi ringrazio per aver scelto ancora una volta il CONI per lanciare la nuova stagione come consuetudine ormai da qualche anno" apre Carlo Mornati "Io sono il vostro primo tifoso perché gli sport di squadra ai giochi hanno un fascino particolare e il numero di squadre che portiamo dà la dimensione del movimento sportivo Il segretario generale del CONI Carlo Mornati riceve una palla firmata dalla Nazionale Softball (2f-Oldmanagency)italiano. Che voi e il baseball ve la giochiate per le olimpiadi, così come basket, volley, calcio è importante. E poi ho una seconda ragione per essere vostro tifoso, un po' più 'egoistica' " sorride il Segretario Generale del CONI "Il numero degli atleti di una delegazione che partecipano alle Olimpiadi, determina i tecnici che possono partecipare ai Giochi e uno sport come il vostro che porta molti atleti permette anche di portare molti tecnici di altri sport e discipline individuali che, pur importanti e necessari, non potrebbero invece essere presenti. Faremo di tutto per essere con voi a luglio anche se andiamo a giocarci la qualificazione nella tana del nemico. Un grande in bocca al lupo e spero di veder concretizzare i vostri sacrifici".

Gli fa eco il presidente federale Marcon: "Come ho sempre detto da subito dopo la mia elezione, l’anno delle qualificazione è l’anno più importante e lo è ancora di più visto che sappiamo, con ragionevole certezza, che nel 2024 i nostri sport non saranno a Parigi. Ringrazio, e non di facciata, Carlo Mornati e il presidente Malagò per il supporto che ci hanno dato in questi 2 anni, non ultimo che per la prima volta i nostri atleti fanno parte del Club Olimpico". Poi lo sguardo passa al campo: "Noi non siamo preoccupati di giocare in casa delle olandesi, siamo fiduciosi, il lavoro fatto è stato tanto e ne faremo molto ancora da qui a luglio. Ci teniamo molto a questo traguardo perché il movimento ha qualche problema ma ha molte più risorse positive da mostrare. E non dimentichiamoci che la qualificazione olimpica passa dall’Europeo, il cui titolo vogliamo riportare in Italia". Doveroso però un grazie: "Voglio ringraziare le società del nostro movimento perché quando abbiamo Al tavolo dei relatori durante la presentazione del softball Enrico Obletter, Carlo Mornati, Andrea Marcon e Roberta Soldispiegato cosa volevamo fare in preparazione alla qualificazione olimpica, sono state disponibili a qualsiasi soluzione purché si avesse le condizioni per raggiungere il risultato delle Olimpiadi. Poi come ho detto alle nostre atlete" aggiunge con una battuta "non sarebbe una tragedia non qualificarci, ma voglio ricordare alle ragazze che tornare a piedi da Utrecht sarebbe lunga".

Deciso il manager azzurro Enrico Obletter che mette sul tavolo in bella mostra le sue idee e i suoi obiettivi: "In Australia 2 mesi fa i risultati sono stati migliori di quelli sperati, soprattutto perché le nostre atlete erano all'esordio stagionale e contro squadre del vertice del ranking mondiale. Questi segnali danno fiducia.  Anche il CONI ha avuto un ruolo importante nella nostra preparazione fisica attraverso la Scuola dello Sport ed i vari test atletici. Noi non dobbiamo nasconderci, sono convito che siamo la squadra più forte in Europa e dobbiamo dimostrarlo in campo, nessuno ci vuole incontrare e noi invece vogliamo incontrare tutti. Quest'anno abbiamo un campionato diverso, più competitivo e da cui le ragazze trarranno grande vantaggio, un campionato compresso con 36 partite in 2 mesi e mezzi con squadre molto attrezzate. E saranno problemi per le nostre avversarie quando ci incontreranno perché noi saremo abituati a giocare con molta intensità".

In chiusura di presentazione il consigliere federale Roberta Soldi ha sottolineato l'intensa attività che aspetta anche le Nazionali giovanili di softball, con l'U19 impegnata nel mondiale di categoria ad agosto negli Stati Uniti, la U16 che giocherà l'Europeo a Zagabria e la U13 che, come ogni anno, sarà impegnata nell'EMERYT di Collecchio. Sulla serie A1 softball, che avrà il suo playball sabato 30 marzo, il presidente della COG Andreino Parentini ha ricordato come la regular season andrà avanti in maniera ininterrotta fino alla metà di giugno, con le ultime 2 giornate programmate in agosto, per poi entrare nel momento clou della stagione dal 31 agosto con i playoff e la partenza della Coppa Italia e l'assegnazione del tricolore tra il 21 e 22 settembre.

da Roma, Fabio Ferrini

 

  Il logo del Caffè Motta              LOGO CONCLIMA              LOGO JOHNSON

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });