Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La lunga corsa sta per volgere al termine e di verdetti ne mancano ancora molti. Nonostante siano solo 4 le partite che servono al completamento della regular season, ci sono ancora 5 posizioni da definire. Partendo dall’alto, per cui Bollate, Bussolengo e Forlì hanno il visto per le semifinali (Bussolengo e Forlì possono ancora invertire la loro posizione di alta classifica, almeno aritmeticamente parlando), per arrivare in coda, dove Nuoro, Parma, Castellana e Montegranaro lottano per non retrocedere. Le condizioni più difficili sono quelle del Guardolificio Diomedi Montegranaro nel girone B; mentre l’ultima del girone A, Taurus Donati Gomme Parma, ha ancora un margine di luce per poter andare ad agguantare il Banco di Sardegna Nuoro. Con le sarde, già autrici di un grande exploit nell’ultimo turno, leggermente avvantaggiate dal calendario.

Erika Piancastelli, Forlì, fuoricampo contro Parma (K73-Oldman)A proposito, l’ultimo turno: ha dato indicazioni molto chiare sul fatto che una delle formazioni maggiormente rinforzate, dopo la lunga pausa estiva, sia il Poderi Dal Nespoli Forlì. Gli innesti delle nuove straniere, ma soprattutto la possibilità di utilizzare il capitano della nazionale Erika Piancastelli (da sempre tesserata per la squadra romagnola, ma mai realmente in roster) ha dato alla squadra di Calixto Soca Miyar quella spinta in più per provare a confermarsi campione d’Italia. 11 valide su 21 turni alla battuta; 2 fuoricampo e 4 doppi in 8 partite giocate, con una media slugger di 1.000; media battuta .524. Il tutto innestato in un attacco che già di suo aveva la miglior media battuta del torneo e che viaggia a una media totale squadra di .311. È evidente che Piancastelli sia un’arma in più per la formazione bianconera per centrare l’obiettivo. Ma soprattutto ora, nelle classifiche individuali di battuta, le compagne di nazionale Marta Gasparotto, Beatrice Ricchi, Giulia Longhi e la compagna di squadra Annie Aldrete, dovranno guardarsi le spalle.

Anche nell’intergirone prosegue, per quel che riguarda le pedane, il dominio incontrastato delle lanciatrici di Bollate e Bussolengo, anche se con quale tentennamento maggiore da parte di quelle della formazione campione d’Europa. Greta Cecchetti è assoluta dominatrice nelle classifiche di rendimento del lancio: 13 vittorie 0 sconfitte, una media di 14.41 strike-out a partita per un totale di 186; media battuta delle avversarie 0.95 e media pgl 0.31. Significa che chiunque affronti la squadra di Luigi Soldi deve dare per scontato di partire da una sconfitta e questo, in chiave playoff, può risultare molto importante.

MERCHANDISE UFFICIALE

aisla

 mint pros  Il logo del Caffè Motta LOGO CONCLIMA  LOGO JOHNSON Sixtus logo

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });