Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Prima giornata di campionato di softball che porta in dote cinque sweep (dei quali tre esterni) e comincia fin da subito quali potrebbero essere le gerarchie della stagione, dando alle squadre che partivano con i favori del pronostico, un primo leggero vantaggio. Chiusura di giornata affidata alla sfida tra Metalco Thunders Castellana e Sestese, che le venete hanno vinto due a zero.

Castellana-Sestese
C’è grande equilibrio nella prima partita, tanto che l’epilogo arriva solo dopo 9 riprese (2 inning supplementari), una delle quali terminata 0-0. Il risultato finale dice 2-1 per le Thunders. Dopo il vantaggio iniziale della Sestese, firmato da Vicky McFarland (singolo, più errore della difesa, più singolo di Margherita Ceccanti), le venete pareggiano all’ultimo attacco e allungano la partita: triplo di Denisse FuenMayor, errore di Chelsea Cohen (che nel frattempo aveva rilevato il partente Mara Papucci) su bunt di Ginevra Gamba. Dopo l’ottavo inning senza punti, al nono segna Teresa Cernecca sul walk-off single di Sofia Fabbian.

Anche in gara 2 la vittoria va alla squadra di casa e anche in questo caso arriva dopo un vantaggio iniziale della Sestese, che segna al primo inning con  doppio di McFarland e una successiva volata di sacrificio di Teresa Salvatici. La Sestese, che anche nella seconda partita alterna in pedana Mara Papucci e Chelsea Cohen (mentre i lanciatori delle Thunders cono Carlotta Salis e Alessandra Accordi), raddoppia al  quarto spremendo il gioco con un paio di bunt messi a terra da Claudia Fabbri e Martina Calosi, più un singolo di Carlotta Sestini. Pareggio della squadra di Robin Penoyer con un punto al quarto (un singolo di Fuenmayor batte a casa Avanzi) e un punto al quinto (segna Cattelan su singolo di Giacometti). Al sesto big-inning e punti della vittoria con un triplo al centro di Francesca Casetta  che, con basi piene (singolo di Fuenmayor, doppio di Fabbian e singolo di Cernecca). Al settimo la Sestese ci prova ancora e, sfruttando un paio di errori della difesa del Metalco segna con Signoriello e Sassoli, ma il finale dice comunque vittoria delle trevigiane 5-4.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Bollate-Caronno
20 strike-out
: della serie non fate arrabbiare Greta Cecchetti. Il derby tra Rheavendors Caronno e MKF Bollate inizia così, con l’unico momento di difficoltà del pitcher della nazionale che concede un fuoricampo dal lead-off della Rhea, Yuruby Alicart, e subisce un punto. Una azione sufficiente a scatenarne la reazione e da quel momento la squadra di Argenis Blanco non vede più palla mentre Cecchetti infila una sequenza impressionate di K (un solo out diverso: Beatrice Salvioni al quarto eliminata da una assistenza di Lara Cecchetti). La partita è comunque complicata anche per l’attacco del Bollate che mette insieme solo 3 valide contro Michelle Floyd; sufficienti però a ribaltare lo svantaggio iniziale e vincere 3-1. L’inning decisivo per la vittoria della squadra di Luigi Soldi è il sesto, aperto da un triplo al centro di Sara Zambelan, poi sostituita a correre da Marta De Muti, che segna grazie al doppio di Lara Cecchetti; un out in diamante di Lara Buila consente a Cecchetti di correre in terza ; a quel punto Amanda Fama viene passata in base e poi, su tentativo di rubata, arriva in seconda per indifferenza delle difesa. O due punti segnati da Cecchetti e Fama arrivano su una battuta rimbalzante di Laura Costa sul lanciatore, che assiste male in prima e permette l’arrivo a casa di entrambi i corridori.

Il dominio della pedana di lancio del Bollate prosegue anche in gara due quando, con Caronno che alterna Bianca Messina, Silvia Durot, Michelle Floyd (che aveva ancora una ripresa a disposizione) e Giulia Bollini, Sarah Pauley porta a compimento una partita vincente concedendo solo 3 valide (concentrate alla seconda e terza ripresa) e ottiene 10 strike-out. La vittoria si concretizza al sesto inning e, come in gara uno, l’apertura è grazie a un triplo, questa volta di Giorgia Perricelli (poi sostituita a correre da Laura Bigatton, che segna su errore difensivo). Segna su errore anche Marta De Muti (pinch runner per Sara Zambelan, che in prima era arrivata perché colpita). Doppietta e grande soddisfazione per la squadra di Soldi.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Nuoro-Collecchio
A Nuoro non c’è storia tra le padrone di casa e il Collecchio, alla formazione parmense bastano 3 inning per vincere gara 1, che si conclude con il punteggio di 18-1.
Gara 2 termina invece dopo 5 riprese, ma il risultato è sempre pesantissimo,  Collecchio chiude con un eloquente 22-5.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Parma-Saronno
A Parma il Saronno si aggiudica una combattuta gara 1 (8-6) caratterizzata da sorpassi e controsorpassi, le padrone di casa vanno in vantaggio al secondo grazie ad un triplo di Giorgia Migliorini, ma il Saronno costruisce il vantaggio tra terzo e quarto inning segnando ben 6 punti a suon di valide.
Colpo di coda del Taurus Donati Gomme Parma che pareggia tra quarto e quinto inning con Mazzoni che batte fuoricampo (interno da 1 punto) e triplo (3 RBI).
Saronno però non si ferma e torna a comandare al sesto inning, il primo punto entra su errore mentre Mota segna il secondo correndo a casa dalla terza su bunt di Bettinsoli.
Alice Nicolini sale in pedana e difende il vantaggio negli ultimi due turni d’attacco dell’Old Parma, che non riesce più a recuperare.

Saronno vince anche gara 2 con un punteggio più netto, 7-2. Nicolini tiene a freno l’attacco parmigiano per 4.2 riprese mentre le compagne fanno quasi tutto al terzo inning. Cinque valide unite a un colpito permettono al Saronno di segnare ben 5 punti e indirizzare subito la gara, un lancio pazzo ed un singolo di Grazzi arrotondano a 7 i punti totali tra sesto e settimo inning. Da rimarcare la prestazione del lineup lombardo e le prove sotto la sufficienza delle due pitcher straniere, Boughton per Saronno ed Auger per Parma.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE A

Montegranaro-Bussolengo
La matricola Montegranaro prova a sfruttare il fattore campo contro un Bussolengo carico a riscattare la finale di Coppa. Lo Specchiasol apre il primo inning con un 2-0 secco: singolo di Laura Vigna e home-run da due punti di Giulia Longhi. Montegranaro non ci sta e al secondo inning si fa sotto producendo il primo punto in campionato: singolo di Bassi, doppio di Petroni che porta a casa la compagna (2-1), un altro singolo di Roganti piazza in posizione di pareggio Petroni. Il Bussolengo riordina le idee e chiude l'inning. Al contrario Montegranaro prova a mischiare le carte alternando sul monte di lancio le proprie lanciatrici (Kim Reeder e Luana Luconi). La mossa sembra funzionare fino al settimo, quando Ambra Collina va in base su colpito e Marta Gasparotto schianta la palla oltre la recinzione per il 4-1 definitivo.

Anche gara2 finisce con la vittoria, sudata, del Bussolengo. La partita però si scalda al terzo inning quando, Con il doppio di Fabrizia Marrone, il singolo di Vigna e di nuovo un doppio di Valeria Bortolomai lo Specchiasol si porta sul 3-0. Ma il Montegranaro non si fa intimorire e risponde con due singoli di Tittarelli e Petroni che producono un punto. Al quarto inning Bussolengo aumenta il vantaggio con un ulteriore punto grazie al singolo di Marrone. Testardamente, le marchigiane provano a metter paura allo Specchiasol con un triplo di Erica Salvi che porta 2 punti a casa chiudendo l'inning 4-3. Nonostante i continui tentativi in attacco e lo switch delle lanciatrici sul monte, al Montegranaro non riesce l'impresa e concede la vittoria al Bussolengo per 4-3.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

Forlì-Pianoro
Tocca alla Squadra di capitan Eva  Trevisan esordire contro le vincitrici della Coppa Italia. Lo fanno mettendo subito le cose in chiaro: singolo di Veronica Casella e successivo doppio di Luna Oliveti che porta Bologna sul 1-0. Una buona prova in pedana di Mckenna Bull tiene a bada le mazze del Forlì fino al quinto inning, quando Martina Laghi apre le danze con un singolo e la difesa, fino a quel momento eccellente di Pianoro, commette degli errori e fa caricare le basi permettendo poi ad un singolo di Carlotta Onofri di far segnare i 2 punti decisivi dell'incontro. Finisce così gara1 con il risultato di 2-1 per il Poderi Dal Nespoli.

È un Forlì diesel quello che si presenta in gara due. Le padrone di casa vanno in vantaggio al primo e terzo inning grazie lo show della loro straniera Anni Aldrete che piazza un fuoricampo (al primo) e, con  una base intenzionale (al terzo) si produce in una rubata, che produce il 2-0. Pianoro reagisce al quarto inning con due tripli al centro (Giannini prima e Trevisan a seguire) e un singolo di Mengoli, che porta la partita sul 2-2. Ma Forlì al sesto ingrana la marcia e singolo dopo singolo (saranno 11 le valide della serata, di cui 7 solo al sesto), produce i 6 punti necessari per aggiudicarsi la partita e fare bottino pieno della serata con due vittorie.

IL TABELLINO DI GARA 1

IL TABELLINO DI GARA 2

RISULTATI, CLASSIFICA E STATISTICHE DEL GIRONE B

LIVE PLAY BY PLAY DI CASTELLANA-SESTESE

  Il logo del Caffè Motta              LOGO CONCLIMA              LOGO JOHNSON

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(function($) { SqueezeBox.initialize({}); SqueezeBox.assign($('a.pg-modal-button').get(), { parse: 'rel' }); }); window.jModalClose = function () { SqueezeBox.close(); }; // Add extra modal close functionality for tinyMCE-based editors document.onreadystatechange = function () { if (document.readyState == 'interactive' && typeof tinyMCE != 'undefined' && tinyMCE) { if (typeof window.jModalClose_no_tinyMCE === 'undefined') { window.jModalClose_no_tinyMCE = typeof(jModalClose) == 'function' ? jModalClose : false; jModalClose = function () { if (window.jModalClose_no_tinyMCE) window.jModalClose_no_tinyMCE.apply(this, arguments); tinyMCE.activeEditor.windowManager.close(); }; } if (typeof window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE === 'undefined') { if (typeof(SqueezeBox) == 'undefined') SqueezeBox = {}; window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE = typeof(SqueezeBox.close) == 'function' ? SqueezeBox.close : false; SqueezeBox.close = function () { if (window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE) window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE.apply(this, arguments); tinyMCE.activeEditor.windowManager.close(); }; } } }; jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });