Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

'Sweep' in trasferta e il Rhibo La Loggia si avvicina alla seconda finale consecutiva

Doppietta per il Rhibo La Loggia nella prima giornata di semifinale, giocata in casa del Fiorini Forlì. Le campionesse d’Italia in carica vincono (4-2 e 3-2) grazie a un attacco molto solido e una pedana di lancio che si è rivelata maggiormente affidabile rispetto a quella delle romagnole.

Non avendo la lanciatrice straniera a disposizione, Calixto Soca Miyar si gioca subito il pitcher di maggiore esperienza, Mara Papucci, in gara 1. L’inizio è promettente: un K e due eliminazioni in diamante, pochi lanci e grande determinazione.  Un po’ di sfortuna (linea al volo di Grifagno nel guanto di Bosdachin) accompagna il primo attacco di Forlì che comunque cerca di costruire con due bunt consecutivi: Cerioni è out, Montanari batte valido poi ruba la seconda, ma non va più avanti di così.

La prima valida, anzi, le prima valide del Rhibo arrivano nel secondo attacco: singolo a sinistra di Amanda Fama, che avanza in seconda sulla rimbalzante (out) di Bosdachin e in terza sul singolo di Dalbesio. Con un out e corridori agli angoli, il manager piemontese, Maria Grazia Barberis, chiede a Lucia Carlucci lo squeeze, ma Fama è out a casa su assistenza di Cerioni. Si chiude con la volata a sinistra di Necco.
Sul cambio campo il Fiorini Forlì passa in vantaggio grazie a un singolo di Ilaria Cacciamani e a un errore difensivo sulla battuta di Martina Laghi, dopo i quali la strategia delle romagnole è estremamente aggressiva: doppia rubata e con seconda e terza occupate e una serie di cambi interni per la difesa piemontese, un singolo al centro di Carlotta Onofri produce il punto che sblocca il match.

È la scintilla che scatena la reazione delle campionesse d’Italia. Nella parte alta del terzo arriva subito il sorpasso: singoli consecutivi per Alba Pizzorni e Jessica Camello, salva in prima Sara Avanzi su una scelta difesa che porta all’eliminazione a casa di Pizzorni, eliminazione in diamante per Beatrice Ricchi e base intenzionale ad Amanda Fama. Con le basi piene, base ball a Sandra Bosdachin e singolo di Isabella Dalbesio e arrivano 2 punti. Nella parte bassa, Forlì non sfrutta un doppio di Lauren Gellerman (in terza sulla successiva battuta di Zauli ed errore difensivo) e rimane in rincorsa.

Quarto e quinto sono inning interlocutori in cui non accade alcunché. Nemmeno nel sesto attacco del Rhibo ci sono pericoli per la difesa forlivese, poi l’apertura del sesto attacco del Fiorini porta il pareggio: solo-homer  di Gellerman. Si ferma in terza, invece, la corsa di Carlotta Zauli dopo un singolo al centro.

Un singolo al centro di Michela Musitelli (sostituita a correre da Pizzorni) apre il grande settimo inning del Rhibo La Loggia: arrivano poi una battuta in diamante di Avanzi (scelta difesa) e conseguente eliminazione di Pizzorni; un singolo di Ricchi, base intenzionale a Fama e singolo lungolinea a destra di Sandra Bosdachin fissano il finale di partita sul 4-2. Finale perché tre pop al volo all’ultimo attacco del Forlì non smuovono più il risultato.

IL TABELLINO DI GARA 1

Nella seconda partita c’è molto meno equilibrio, soprattutto per merito di Lindsey Beisser, che rimane in no-hit per quattro riprese. Il tempo necessario all’attacco del Rhibo La Loggia di prendere il largo e portarsi in vantaggio di 3 punti, segnandone uno a ripresa, dalla seconda alla quarta.

Il primo punto è merito di due valide consecutive firmate da Sara Avanzi e dalla stessa Beisser e da una volata di sacrificio di Sandra Bosdachin. Al terzo inning singolo interno di Jessica Camello, singolo al centro di Isabella Dalbesio e singolo a destra per Sara Avanzi: arriva così il secondo punto. Nel quarto, infine, fa tutto Sandra Bosdachin con un triplo a sinistra, sul quale un errore di tiro di Matilde Zanotti produce il giro delle basi.

Ilaria Cacciamani tiene abbastanza bene la pedana (alla fine chiude con 10 K) e non subisce più, ma è l’attacco a mancare all’appello e, fatta eccezione per il quinto attacco (singolo di Lauren Gellerman e triplo di Carlotta Zauli), non ci sono sussulti. Finisce 3-1 per la doppietta del Rhibo che ora avrà due match-point in casa.

IL TABELLINO DI GARA 2

IL PROGRAMMA DELLE SEMIFINALI

Nella foto di copertina di Lauro Bassani: Lauren Gellerman (Fiorini Forlì) elimina a casa Amanda Fama (Rhibo La Loggia)