Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

È venuto a mancare il giorno di San Valentino a Orlando Tom Giordano all’età di 93 anni.

Nativo del New Jersey, seconda base con 11 presenze in MLB, ‘T-Bone’ è stato uno dei più noti e rispettati scout della grande lega.

“Era un grande amico del baseball italiano, non solo di quello nettunese”, queste le parole dell’ex General Manager del Nettuno Baseball Alberto De Carolis, che con Giordano ha Toma Giordano (northjersey.com)collaborato strettamente negli anni ’90.

La famiglia era originaria di Nocera Inferiore e lui era innamorato dell’Italia dove tornava appena poteva, l’ultima volta tre anni fa, ma già progettava un nuovo viaggio. “Lo sentivo spesso” racconta De Carolis “e tre mesi fa mi aveva detto che voleva tornare qui in primavera. L’ultima telefonata l’abbiamo fatta tre giorni fa, era molto malato. Ci mancherà davvero.”

Grande il suo impegno per il baseball italiano, tanto da partecipare spesso e volentieri alla coach convention e anche da portare la Nazionale negli anni ’90 nei campi di allenamento della MLB in Florida.

Particolarmente stretta la sua collaborazione con il Nettuno Baseball. “Posso dire” dichiara ancora De Carolis “che il 90% degli americani, da Lenny Randle a Bob Galasso e Jesse Ranson, che sono venuti a Nettuno sotto la nostra dirigenza sono venuti grazie a lui.  Per noi è stato un amico fraterno, un amico del baseball nettunese e di tutto il baseball italiano.”

È grazie a lui che il Nettuno negli anni ’90 si è legato ai Cleveland Indians e al simbolo dell’indianino. “Nell’anno dello Scudetto del 1990, uno scudetto storico per la nostra città, arrivato dopo 17 anni di astinenza” racconta Giampiero Faraone, che di quella squadra è stato il manager “strinse una sorta di gemellaggio per noi con i Cleveland Indians e addirittura ci mandò l’intero set di divise da gioco che utilizzammo in quella stagione. Era un uomo simpaticissimo e ci ha aiutato tantissimo. Era un vero amico di Nettuno.”

  Il logo del Caffè Motta              LOGO CONCLIMA              LOGO JOHNSON

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });