Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Termina la Serie A1 Baseball nel segno dei lanciatori del Nuova Città di Nettuno Richmond, Cozzolino e Frias che lanciano un perfect game combinato nella vittoria per manifesta contro Padule. Vittorie di misura per Parma, importante in ottica playoff, e Padova, che sconfigge una San Marino sottotono. Roboante vittoria per Rimini nello scontro diretto, ininfluente per la classifica ma utile per il morale, contro la capolista Bologna, che rimedia la seconda sconfitta stagionale.

È stata più dura di quanto preventivato, ma alla fine il Parma Clima ha conquistato anche il secondo successo contro il Nettuno City, che non demerita, ma chiude la stagione con sole 2 partite vinte e 26 sconfitte. Il Parma Clima invece festeggia alla grande l’accesso ai playoff, conquistato matematicamente dopo la vittoria di gara 1, e chiude la stagione regolare con un successo per 3-2 al nono inning grazie alla valida decisiva del pinch-hitter Leo Zileri, panchinato assieme a Morejon, e già protagonista nella partita del pomeriggio con due valide e tre punti battuti a casa.
È stata una partita combattuta, specialmente sul monte di lancio dove a darsi battaglia sono stati i due Garcia: Ulfrido per gli emiliani, Ramon per i laziali. Il partente della squadra di casa ha pagato solo nel secondo inning dove, dopo aver messo in base Koutsoyanopulos – bravo anche nel rubare la seconda base – subiva due singoli da Alex Sambucci e Luca Scalera per il provvisorio 2-0. Da questo momento in poi è bravo ad imbrigliare l’attacco emiliano, che contro di lui colpisce solamente tre valide fino al settimo inning, ed arriva in base altre due volte con una base su ball ed un colpito. Parma però non ha mai sfruttato e si è forse cullata troppo sugli allori con la prestazione di un Ulfrido Garcia che appariva insuperabile fino al quinto inning, dove – dopo nove eliminazioni consecutive e 9 di 11 strikeout messi a referto – parte male lasciando entrare due punti da un doppio a destra di Jose Gomez, eliminato poi in terza. Ulfrido Garcia non si ripresenta nel terzo, sostituito da un grande Michele Pomponi (3.1, H, 3K) (a sua volta rimpiazzato da Escalona con un eliminato nel nono inning), ma Parma non riesce a dare fastidio al City. Nell’ottavo, fuori Garcia per Brent Buffa, i parmigiani arrivavano in base con Paolini e Koutsoyanopulos, ma un doppio gioco di Alessandro Deotto rimandava tutto al nono dove, finalmente, Parma tornava avanti approfittando di un doppio di Sambucci da primo battitore e la battuta a sinistra di Zileri che incontrava anche un Sebastian Fontana poco reattivo. Il Nettuno abbozza un tentativo di reazione nell’ultimo attacco, ma Vasquez si fa cogliere rubando in seconda e Buffa chiude il campionato con uno strikeout girato.

TABELLINO

Sul campo di Sesto Fiorentino, il Nuova Città di Nettuno bissa la manifesta di poche ore prima e chiude la stagione regolare con il finale sognato da qualsiasi giocatore di baseball: un perfect game. Non è stato però un “perfecto” canonico quello messo a segno dai tirrenici. È stato un perfect game combinato, dato che Guglielmo Trinci ha pensato bene di non spremere il suo partente, Scott Richmond (4IP, 7K in soli 41 lanci) utilizzando in rilievo il debuttante Francesco Cozzolino per una ripresa ed infine Marcos Frias per gli ultimi due inning di un incontro finito al settimo con il punteggio di 19-0 per il Città di Nettuno, che trova tre big inning e batte 23 valide (2 fuoricampo) con 7 basi su ball guadagnate e 2 strikeout contro il pitching staff utilizzato da Paolo Minozzi, vale a dire Junior Perez, Rigoni e Leonardo Molina. Il Nettuno non ha avuto competizione. È andato in vantaggio nel primo inning con un doppio di Leomart Rodriguez ed a fine secondo era già sul 7-0 grazie a sei punti segnati con i singoli a basi piene di Giordani e Sellaroli seguiti dalle successive valide di Rodriguez (doppio) e Montiel. Nettuno si ferma solamente nel terzo. Poi, a partire dal quarto inning, segnano in tutte le riprese. Un grande slam di Mercuri (terzo fuoricampo di giornata tra gara 1 e gara 2) evidenzia la quarta ripresa alla quale segue un quinto attacco in cui è ancora Mercuri protagonista con il singolo del 12-0. Nei restanti due attacchi il Nettuno colleziona altri sette punti con ancora Mercuri e Rodriguez protagonisti. Quest’ultimo, che nel sesto aveva battuto il provvisorio 16-0, è protagonista del secondo fuoricampo laziale, quello del definitivo 19-0. A fine partita Padule paga un totale di 13 strikeout e dimostra poca pazienza contro un monte di lancio che mette in conto solamente 75 lanci.

TABELLINO

Il duello tra le prime della classe Rimini ed UnipolSai Bologna termina in uno show offensivo prima delle tensioni psico-fisiche delle partite di playoff che 20180811 - Batista (RIM) + Maggi (BOL) - PhotoBassattendono le due formazioni favorite per il successo. Per i romagnoli arriva lo sfizio di interrompere a ventidue la striscia di vittorie consecutive dei felsinei con il punteggio di 16-7 battendo 20 valide.
Rimini parte forte con il doppio di Batista che spinge a casa due punti ed infiamma lo Stadio dei Pirati, ma la risposta di Bologna è immediata, e già nella seconda ripresa arriva il più classico dei big innings da cinque punti segnati: con le valide di Lampe, Grimaudo e Nosti i felsinei allungano, aggiungendo un ulteriore punto un inning più tardi con il singolo a destra di Garcia e costringendo alla prematura discesa di Alex Bassani dal monte di lancio riminese. I padroni di casa però non ci stanno, e immediatamente impattano l'incontro contro i lanci di Raul Rivero, prima con un altro doppio da due punti di Batista e, una ripresa più tardi, con il fuoricampo da due punti Romero, il terzo della sua stagione.
L'allungo decisivo riminese, dopo aver subito una nuova rimonta da parte di Bologna, arriva tra quinta e settima ripresa in cui battono nove valide e segnano sei punti, allungando sul 12-7.
Rimini chiude i conti, dilagando, nell'ottava frazione, quando aggiunge altre quattro valide e quattro punti al proprio tabellino, lanciando un importante segnale ai felsinei in ottica playoff.

TABELLINO

Senza più alcuna velleità di postseason Tommasin Padova e T&A San Marino chiudono il proprio campionato con umori differenti e nel segno di uno straordinario Yohan Pino, che con 13 strikeouts in 7 shutout innings guida i veneti al successo per 3-2.
Dietro ad un lanciatore tanto solido l'attacco di Padova affonda immediatamente, con il singolo di Hidalgo che segue quello di Galvan e Perdomo e spinge a casa il primo punto.
L'unico sussulto nella prima parte di gara dei sammarinesi arriva nella terza ripresa, quando il seconda base Francesco Imperiali raggiunge quota 700 valide in carriera, prima che Pedromo allunghi nuovamente andando a segno sulla volata di sacrificio di Medoro. Nel sesto inning è invece il singolo di Galvan che porta Padova sul parziale di 3-0, mentre Pino continua a macinare eliminazioni su eliminazioni.
La sfida si ravviva nell'ottava frazione, quando Enrico Crepaldi entra come rilievo e contro di lui San Marino va due volte a segno con il singolo da due punti Ferrini, ma è l'ultimo ruggito di una sfida che si chiude con gli ospiti che lasciano in base il punto del pareggio nell'ultima ripresa.

TABELLINO

CLASSIFICA

RISULTATI E STATISTICHE

PHOTOGALLERY

Due lunghi attacchi premiano Parma Clima e Città di Nettuno

Con attacchi da undici punti, UnipolSai Bologna e T&A San Marino vincono le loro sfide casalinghe

Scontro ai piani alti, Parma Clima a Nettuno per assicurarsi i playoff

 mint pros  Il logo del Caffè Motta LOGO CONCLIMA  LOGO JOHNSON Sixtus logo

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });