Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Con un monte di lancio ridotto all’osso, il Parma Clima non riesce a tenere a bada le caldissime mazze della UnipolSai Bologna, che al “Gianni Falchi” puniscono i rivali vincendo il derby emiliano per manifesta superiorità al settimo inning con il risultato di 11-1 arrivato grazie a quattro fuoricampo. Mentre Bologna corre, il Parma ora è costretto a guardarsi le spalle. Dietro, infatti, San Marino, Nuova Città di Nettuno e Padova non sono più tanto distanti e la Serie A1 Baseball adesso vede quattro squadre racchiuse in tre 3 partite lottare per due posti playoff.

Costretto a fare i conti con assenze importanti, il manager del Parma Clima Gianguido Poma dà fiducia al pitcher italo-venezuelano José Escalona, al suo debutto da partente in questa stagione. L’ex San Marino, Nettuno BC e Rimini parte bene, ma poi si arrende alla potenza delle mazze della UnipolSai, che con tre fuoricampo costringono Escalona alla resa e archiviano la pratica Parma con il successo che vale lo sweep.

La squadra di Lele Frignani ci mette poco per punire i parmigiani e nel secondo inning si porta subito in vantaggio con un fuoricampo di Lampe al secondo lancioGiuseppe Mazzanti gira la terza base dopo il fuoricampo (PhotoBass) del turno di battuta, proprio dopo uno swing di Peppe Mazzanti che produce un doppio gioco 5-4-3. Nel quarto attacco, però, il Parma, che era arrivato in base solamente grazie ad un hit by pitch rimediato da Sambucci nel secondo, rompe il no-hitter con un singolo centrale di Mirabal e, approfittando di un momento di sbandamento di un buon Raul Rivero, riempie le basi per andare a punto sfruttando un altro colpito, vittima questa volta il giovane catcher Deotto. Il nuovo equilibrio però dura poco: al cambio inning Peppe Mazzanti riporta nuovamente Bologna avanti con il secondo homer della partita mentre nel quinto, con due corridori in base, arriva il momento di Nick Nosti, che deposita nell’esterno sinistro il suo primo fuoricampo del 2018, portando Bologna sul 5-1.

Frignani opera qualche cambio con Crepaldi che rimpiazza Rivero per completare un rapido sesto inning disturbato solo dall’innocuo singolo di Koutsoyanopulos mentre nella parte bassa, sfruttando il campio sul monte di lancio con Lorenzo Gradali entrato per rilevare Escalona, Bologna decide di allungare con un altro fuoricampo da tre punti, trovato da Giuseppe Maggi (anche per lui primo fuoricampo stagionale). L’inning però è ancora lontano dal terminare: i padroni di casa conquistano tre basi su ball consecutive con Grimaudo, Nosti e Moesquit, obbligando Poma a sostituire Gradali con Segundo Paolini, sostituito in seconda base da Koutsoyanopulos. Anche il nuovo entrato però non trova fortuna, con Flores (base su ball) e Dobboletta (doppio) che preparano la manifesta con i punti del definitivo 11-1, protetto da Brolo con uno strikeout e due volate raccolte da Dobboletta e Lampe.

TABELLINO

CALENDARIO COMPLETO

CLASSIFICA

PHOTOGALLERY

Pulzetti e Colabello suonano la carica: la T&A aggancia il quarto posto

Doppiette per Rimini e Padova

San Marino sul velluto, Padova vince in rimonta

Rimini e UnipolSai Bologna vincono ancora

  Il logo del Caffè Motta              LOGO CONCLIMA              LOGO JOHNSON

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });