Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

I poli opposti stavolta si scontrano, ma non si attraggono: la capolista T&A San Marino sconfigge il fanalino di coda Recotech Padule per 14-6 e mantiene la vetta della classifica dopo gara 1 di questo turno di Italian Baseball League. Approfittando del passo falso del Bologna si porta a più 2 partite dalle dirette inseguitrici Fortitudo e Nettuno. Niente da recriminare per il Padule, che per due terzi dell'incontro è riuscito ad impensierire la capolista.

I sammarinesi iniziano subito alla grande, approfittando delle indecisioni sul monte del partente Zotti che concede all'inizio un paio di basi per ball a Ferrini ed Epifano. Saranno proprio questi due giocatori a segnare i primi due punti dell'incontro, rispettivamente su valida di Imperiali e Albanese. Non ci sta a cedere il passo fin da subito il Padule, che con due out scatena le mazze di Scull, Alarcon e Ramirez: tre doppi consecutivi, due punti a casa, punteggio di nuovo in parità.

L'esterno del Recotech Padule Yordany Scull (K73 Oldmanagency)Non è decisamente la giornata di Zotti sul monte e San Marino si dimostra cinico e spietato: il partente fiorentino viene punito per ogni minimo sbaglio. Nel secondo inning infatti i "Titani" prendono il largo segnando altri tre punti, quando Morreale viene spinto a casa da un singolo di Avagnina, per poi concludere in bellezza con un fuoricampo da due punti di Epifano. Stavolta il Padule non riuscità ne a recuperare ne a ridurre le distanze.

Il match di Zotti si conclude al terzo inning dopo altre 2 basi per ball consecutive: per lui, in 2.2 inning lanciati, in totale 6 basi per ball concesse, 7 punti regalati ed un fuoricampo. Con le basi cariche sale sul monte il rilievo Geri, che non riesce però a contenere i danni: Ferrini colpisce un singolo sull'esterno sinistro che spinge a casa due punti per il momentaneo 7 a 2 a favore dei sammarinesi.

La reazione del Padule, armato e deciso, non si fa attendere troppo. Nel terzo inning ancora il trio Scull - Alarcon - Ramirez prepara il gustoso piatto della rimonta, concedendo a Maldonado la possibilità di ridurre le distanze dalla T&A. L'esterno destro sestese non si fa sfuggire l'occasione e con un rocambolesco singolo permette al Padule di segnare 2 punti. Mentre Geri, aiutato dalla difesa, elimina i 3 battitori avversari, l'attacco di Sesto Fiorentino continua la sua opera nel quarto inning. Il San Marino restituisce il favore permettendo a Faticanti di raggiungere la prima su errore, mentre Oberto concede una base per ball a Neri. Saranno proprio questi due a segnare i 2 punti che porteranno il punteggio sul 7 a 6.

Lo swing di Mattia Reginato, tra i pilastri del San Marino (Lorenzo Bellocchio)Il risultato cambia di nuovo al sesto inning: Geri riempie le basi, Imperiali cammina nel box e batte una volata di sacrificio sull'esterno centro che spinge a casa Sebastiano Poma, segnatura che allunga a più 2 il vantaggio sammarinese. Un ottimo doppio gioco girato da Santaniello - Ramirez - Lumini chiude l'inning, limitando i danni. Nella parte bassa dell'inning, due singoli rispettivamente di Neri e Santaniello decretano la fine dell'incontro sul monte di lancio di Oberto, sostituito da Tommaso Cherubini. Il rilievo compie egregiamente il suo lavoro, chiudendo immediatamente l'inning.

Il Padule sembra non averne più, e anche nel penultimo inning subisce un punto su fuoricampo a destra di Reginato, colpendo Gandolfi che era subentrato nell'inning precedente a Geri.

L'ultimo inning segna il tracollo definitivo dei giocatori di Sesto Fiorentino: Cherubini cede sul monte e subisce 4 punti. Sul monte di lancio sale Ricci che riesce a contenere le mazze avversarie e conclude la frazione. L'ultima folata di vento d'attacco sammarinese spegne però definitivamente il lumicino della candela del Padule, che chiude l'ultimo inning senza segnature.

 

IL TABELLINO

World Baseball Softball Confederation
sponsor confederation
ESF
sponsor loyalty
sponsor girandola
sponsor majorleague
sponsor ics
mint pros
sponsor sixtus
jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });