Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La UnipolSai Bologna stecca davanti a un Parma Clima grintoso e si fa nuovamente raggiungere in vetta alla classifica dalla T&A San Marino, vittoriosa nel primo derby del turno contro il Rimini. Novara non molla e supera il Tommasin Padova.
LA CLASSIFICA

Parma Clima e UnipolSai schierate con tshirt AISLA (K73)

Gara1 fra Parma Clima e UnipolSai Bologna ha un prologo particolare: le squadre e gli arbitri, schierati per la presentazione e l’inno nazionale, indossano la t-shirt dell’AISLA, a testimoniare il supporto della IBL alla causa dell’Associazione che lotta contro la Sclerosi Laterale Amiotrofica, ma il pre-partita è anche l’occasione per la consegna a Stefano Desimoni e a Lorenzo Gradali (rappresentato dal capitano Leo Zileri perché a casa indisposto) da parte del Vice Presidente FIBS Gigi Mignola dei guanti d’oro relativi alla stagione 2016.
Non solo: un minuto di silenzio in memoria dello scomparso Gianni Ferrarini, Presidente del Crocetta, precede un inizio di partita certamente inatteso, ovvero la combinazione della serata di grazia dell’attacco di casa e della serataccia del partente bolognese Rudy Owens, mai così in difficoltà quest’anno. Parma inanella al primo attacco contro il mancino avversario 5 singoli a seguire che, con l’aggiunta di una volata di sacrificio, valgono 4 punti, seguiti, al secondo, da altri 3, entrati grazie a 2 singoli, ma anche a una base ball, un colpito e un lancio pazzo. Scivola e segna Desimoni del Parma contro la difesa di Sabbatani del Bologna (K73)
Dal terzo sale sul monte per i tricolori Rivero e la musica cambia, almeno fin quando, al settimo, il rilievo venezuelano riceve addosso la battuta di Deotto e lascia il campo zoppicante, sostituito da Agretti, contro il quale i ducali vanno a segno 2 volte. L’attacco bolognese tocca in valido, ma in modo molto meno incisivo, contro un Jo Testa ordinato e preciso, che subisce 2 punti, ma mette a segno 9 strikeout ed è supportato da un buon rilievo di 2 inning da parte di Gonzalez.
Troppo poco per i bolognesi per potere recuperare lo svantaggio e la partita si chiude sul 9-3.
IL TABELLINO

La T&A San Marino si aggiudica la prima gara del derby con Rimini (5-2) grazie a un Chiarini in grande spolvero (2 doppi 2 RBI) e a un ottimo Quevedo sul monte così come la pattuglia dei rilievi. Dopo un inning di studio i neroarancio colpiscono per primi, Celli apre la seconda ripresa con un walk e completa il giro delle basi dopo un singolo (Zappone) e una battuta in diamante di Bertagnon.
Sorpasso di San Marino al cambio campo, doppio di Chiarini, base a Imperiali e triplo di Reginato per il 2-1, che diventa 3-1 poco dopo con la base a Cit e il singolo di Pulzetti.
La squadra di Nanni difende il vantaggio fino al settimo inning, con Rimini che per due volte lascia due corridori sulle basi.
Nella parte bassa del settimo la T&A allunga, Ferrini batte un singolo ed Epifano va in prima su errore e il secondo doppio di Chiarini spinge a casa i due compagni per il 5-1.
Nell’ultimo inning Rimini riempie le basi con un solo eliminato, la successiva battuta di Zappone è preda della difesa che lascia entrare il punto scegliendo l’eliminazione più facile, l’ultimo out arriva sulla battuta di Infante, eliminato direttamente da Imperiali in prima base.
IL TABELLINO

Il Novara batte il Padova (2-0) con una prova magistrale del monte di lancio, Ruiz limita ad una valida gli avversari (1 base ball e 10 strike out) mentre Buffa e Aristil chiudono la gara senza dare possibilità al Tommasin.
A Novara si consuma il duello tra il pitcher di casa ed ex di turno Raul Ruiz, e Roberto Canache, sul monte per il Tommasin Padova.
L’unico momento di difficoltà per Canache è il primo inning, una base e due singoli riempiono i sacchetti, e la successiva base per ball a Bassani fa entrare un punto per il Novara.
Sarà l’unico punto per 7 riprese, visto che i due pitcher duellano dal secondo inning in avanti lasciando le briciole ai lineup.
Novara batte un’altra valida (senza esito) al terzo inning, mentre Padova deve attendere il settimo inning per mettere un 1 nel box delle valide.
Il punteggio varia all’ottavo, quando i piemontesi mettono i corridori agli angoli con due out grazie al doppio di Pizzorni e al singolo di Angulo, il primo approfitta del lancio pazzo di Novoa (entrato al 6°) per segnare il 2-0 prima del terzo out.
Aristil va sul monte al nono inning per Novara e non tradisce, dopo l’iniziale walk su Perdomo elimina al piatto Teahen, Sciacca e Medoro, guadagnando la salvezza.
IL TABELLINO

Scontri d'alta classifica nella prima giornata di ritorno

Parma Clima e UnipolSai in campo insieme all’AISLA

sponsor ibaf
sponsor confederation
sponsor esf
sponsor loyalty
sponsor girandola
sponsor majorleague
sponsor ics
mint pros
sponsor sixtus
jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });