Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Sole, vento, quiete, scontri e tie-break. A Ratisbona è accaduto un po' di tutto nell'ultima giornata della prima fase della CEB Champions Cup 2017. La T&A San Marino vince al tie-break il derby ad alta tensione con Rimini e si guadagna il posto tra le prime 4 della manifestazione. Tra le semifinaliste figura anche la CNF – UnipolSai Bologna che ha sconfitto agevolmente i Mainz Athletics per 22-2. Saranno le due olandesi a fronteggiare le due compagini di Italian Baseball League.

Mainz Athletics Vs CNF - UnipolSai Bologna 2-22

La CNF – UnipolSai Bologna fa valere tutta la sua potenza e sconfigge in 7 riprese i Mainz Athletics per guadagnarsi il pass per le semifinali della CEB Champions Cup 2017. I felsinei non si fanno sorprendere dai tedeschi, corsari contro i Curacao Neptunus nella giornata precedente, e mettono a segno 22 punti 20170609 - BOL-MAI la panchina di BOL esulta (Lorenzo Bellocchio)in 7 attacchi grazie a 15 valide e anche ai 9 errori della difesa avversaria. Passano 3 inning e Bologna vola sul 10-0. A sbloccare il risultato nel primo inning contro il partente Wildenhain, dopo una base su ball e un battitore colpito, ci pensa Alex Sambucci con un doppio da 2 punti. Ancora una base ball e un hit by pitch aiutano la Fortitudo a portarsi sul 3-0 nel secondo attacco, ma il terzo inning corrisponde al cambio di marcia definitivo. Fuzzi apre con un singolo, ruba 2 basi e segna sul primo di 5 errori della difesa. Con 2 eliminati, le mazze emiliane infilano 5 valide di fila con il doppio di Nosti che fissa il parziale sul 9-0. Appena salito sul monte, il rilievo Briggs commette un errore che fa entrare il decimo punto. Il vantaggio è più che rassicurante per Andrea Pizziconi che nelle sue 6 riprese lanciate soffre solo nel quinto inning, quando arrivano i 2 punti “della bandiera” dei campioni di Germania. Nel frattempo, il manager di Bologna Daniele Frignani effettua anche qualche sostituzione e dà a tutti i suoi battitori a disposizione la possibilità di presentarsi nel box di battuta. Alla fine tutti i giocatori che si presentano al piatto, tranne Agretti, che comunque segna 2 punti, hanno ottenuto almeno una valida. Nel sesto inning Paolino Ambrosino mette in cascina 2 dei suoi 4 punti battuti a casa con un singolo, mentre Grimaudo alza la volata di sacrificio del 14-2. Nell’ultima frazione, i campioni d’Italia mandano 12 battitori nel box di battuta e segnano gli ultimi 8 punti su 5 valide e 3 errori. Con la partita ormai in archivio Nicolò Clemente sostituisce Pizziconi e chiude la contesa sul 22-2. La CNF – UnipolSai Bologna non tradisce le attese e attende la L&D Amsterdam nella semifinale che si terrà alle 19 sulla Armin Wolf Arena. Il partente dei felsinei sarà Raul Rivero.

IL TABELLINO

Curacao Neptunus Vs Rouen Huskies 9-3

È stata una partita equilibrata nel risultato per metà gara, ma alla fine la compagine olandese ha fatto valere la propria forza allungando fino al 9-3 finale, mentre gli Huskies soccombevano al peso dei propri errori.
Neptunus vs Huskies, immagine di gioco, copyright Mike HofmanIl primo punto di Curacao arriva proprio grazie ad un errore: l'esterno destro Diaz batte una battuta alta sul terza base avversario, che manca la presa. Approfittando dell'errore, Diaz continua la propria corsa, raggiungendo il sacchetto di terza base. Ad aprire le danze degli RBI è il battitore successivo, l'interbase Kemp, che con un singolo sull'esterno destro spinge a casa Diaz per il punto dell'uno a zero. Nell'inning successivo Neptunus restituisce il favore a Rouen, quando un singolo della seconda base Piquet innesca una serie di brutte giocate che permettono a Cespedes e Jaspe di segnare.
A rimediare il danno ci pensa immediatamente Boekhoudt, il ricevitore di Curacao, che al primo lancio della parte bassa del secondo spara la palla oltre la recinzione, un fuoricampo a sinistra (il secondo del torneo) che riporta il punteggio in parità.
Da questo momento, il partente olandese Kevin Kelly non farà più vedere palla ai battitori avversari fino all'ottavo inning, concedendo una sola valida dalla terza alla settima frazione.
L'attacco dei Neptunus si risveglia al quinto inning, quando Fernandes colpisce un doppio sulla sinistra, viene spinto in terza da una volata di Daantji e portato a casa da un singolo al centro di Van der Meer. Le segnature continuano al sesto inning, quando Boekhout e Muller segnano il quarto e quinto punto dell'incontro rispettivamente su volata di sacrificio di Daantji e Van der Meer.
Accenno di reazione degli Huskies nell'ottavo inning, quando i transalpini segnano un punto con Gleeson su RBI di Leveret, che decreta la fine della partita sul monte di Kelly, sostituito dal rilievo Harcksen. La compagine di Rotterdam però mette la firma sull'incontro con una parte bassa dell'ottavo inning da 4 punti, approfittando del secondo errore difensivo degli Huskies.
Sarà Curacao, come scritto sopra,  l'avversaria della Fortitudo Bologna nella semifinale del torneo, mentre Rouen affronterà sabato alle ore 13:30 i Buchbinder Legionaere Regensburg.

IL TABELLINO

Rimini Vs T&A San Marino 3-6 (10° inning)

Termina con la lotteria del tie-break e con la vittoria per 6-3 per la squadra del Titano il derby tra Rimini e T&A San Marino. Il confronto tra le due acerrimi rivali in IBL non è mai banale e, per chi non fosse sicuro di questo, la dimostrazione arriva già al primo out. Ferrini batte una linea tesa che atterra in esterno destro. I fratelli Garbella (Giovanni in esterno destro, Nicola in prima) sorprendono il seconda base avversario e sull’asse 9-3 (esterno destro a prima base) ottengono l’eliminazione.
Rimini - San Marino Eurocup, fase concitata di gioco. Foto Stefan MullerSan Marino rompe subito il ghiaccio nel primo attacco, quando Poma piazza un triplo profondo e giunge a casa sulla rimbalzante di Epifano. Il duo Morreale-Ermini mette a segno due doppi per il 2-0 nel secondo inning, ma il partente romagnolo Hernandez si riprende dal brutto inizio al contrario del lanciatore titolare di San Marino Yoimer Camacho. Dopo 2 riprese chiuse senza patemi, il pitcher destrorso incappa in 2 basi su ball di fila e regala il provvisorio 2-1. Il sorpasso dei pirati arriva nell’attacco successivo. I doppi di Nicola Garbella e di Duran portano a casa il punto del pareggio, mentre, dopo una valida di Giovanni Garbella, Noguera spinge a casa il terzo punto, arrivando salvo in prima su una rimbalzante, da cui la difesa sanmarinese si procura un’eliminazione. Hernandez conserva il punto di margine per 2 riprese prima di cedere il 3-3 dopo 2 singoli di Epifano e Chiarini e il doppio gioco su Morreale nella sesta frazione. La bella presa di Duran chiude il secondo terzo di gara e la tensione sale alle stelle. Il rilievo Oberto, entrato nel quarto inning per la T&A, completa 4 inning inviolati con la collaborazione della difesa che sul doppio di Celli riesce ad eliminare a casa base Bertagnon. Le due squadre alternano occasioni importanti per rimettere il muso avanti, ma i rilievi Teran (Rimini) e Ascanio (San Marino) mantengono il punteggio in parità prima di un’infinita nona ripresa. Ascanio concede una base su ball in apertura a Infante che avanza in seconda sul bunt di Nicola Garbella. Arriva il turno di Caseres, senza valide in 4 turni al piatto, il quale alza una volata soft che rimbalza tra Ermini e Poma per un singolo. Infante si invola verso casa, ma l’assist col contagiri di Poma trova il ricevitore Morreale pronto a coprire casa base. Il corridore si scontra violentemente con il catcher che mantiene la palla nel guanto, ma dopo la chiamata dell'arbitro scatena uno scambio acceso di opinioni con l’avversario. L'arbitro di casa base prova a separarli, ma la situazione degenera quando un membro della panchina di San Marino, l'assistente di Marco Nanni, Alberto Gallusi, spinge Infante che reagisce in malo modo, causando l'intervento delle due panchine per calmare gli animi. La partita si ferma per una decina di minuti e, ripartite le operazioni, Ascanio manda in base Duran intenzionalmente e colpisce Giovanni Garbella. Il punto della vittoria è ad una valida o un lancio pazzo dall’arrivo a casa, ma Noguera batte una rimbalzante verso Ferrini e la chance di vittoria per Rimini sfuma. Si passa al tie-break e la T&A San Marino, ad un passo dall’eliminazione, sfrutta al meglio la sua opportunità con la collaborazione della difesa avversaria. Dopo una battaglia fino al conto pieno, Ermini alza una volata innocua, ma Duran manca la presa e consente a tutti e 3 i corridori di arrivare salvi. Dopo un’eliminazione a casa base, un lancio pazzo di un affaticato Teran consegna il vantaggio alla squadra di Marco Nanni. Vantaggio che sarà consolidato da Poma, che riesce ad evitare il doppio gioco su una rimbalzante verso il seconda base Zappone (subentrato a Infante), e da Epifano, autore del singolo del 6-3. Al cambio di campo, Jose Ascanio, ritornato sul monte con più di 30 lanci già effettuati, risolve la contesa con 3 eliminazioni consecutive e apre la porta della semifinale alla T&A San Marino. Ad attenderli ci saranno i Curacao Neptunus nel match delle 16:30 sul campo 1. Per Rimini arriva una sconfitta amara che relega la squadra di Paolo Ceccaroli agli spareggi per i piazzamenti dal quinto all’ottavo posto. Alle 11 di sabato 10 giugno i vice-campioni d’Italia se la vedranno con i Mainz Athletics.

IL TABELLINO

L&D Amsterdam Vs Legionaere Regensburg 9-6

Un Regensburg di quelli che non ti aspetti, orgoglioso fino all'ultima pallina, mette paura per ben due volte ad una L&D Amsterdam già qualificata per le semifinali. I pirati olandesi portano a casa la tre vittorie su tre incontri nel torneo, levandosi però il cappello davanti a dei padroni di casa combattivi e battaglieri.
Regensburg at Amsterdam, il lanciatore dei Legionaere, foto by Stefan MullerÈ una partenza con il botto quella dei Legionari, con Sacasa che al secondo lancio colpisce forte verso la linea dell'esterno sinistro per un doppio. Il terza base, però, viene eliminato dal catcher avversario in terza su tentativo di rubata. Un peccato perdere il corridore in posizione punto, ma ci pensa il prima base Mike Ehmke a regalare un'altra scossa di adrenalina a Regensburg, colpendo un fuoricampo fra l'esterno destro ed il centro, portando a casa anche Jimenez, sul sacchetto di prima grazie ad una base per ball concessa il turno precedente. Il partente di Amsterdam Hidde Brocken non subirà altri punti, mentre Kevin Vance si difende bene sul monte di lancio per i locali.
I Legionari riescono a mantenere il vantaggio di 2 lunghezze fino al quarto inning, quando l'esterno centro olandese Remco Draijer accorcia le distanze con un homerun all'esterno centro. Passa ancora un inning ed i pirati ristabiliscono l'equilibrio pareggiando con una volata di sacrificio di Drajier (3 punti battuti a casa per lui), che spinge a casa Bok.
Nel sesto, settimo ed ottavo inning Amsterdam mette a segno rispettivamente 2, 1 e 4 punti contro il partente Vance e il pitcher classe 1972 Garcia (poi sostituito per l'ultimo out dell'ottavo da Valerio Jiron, ragazzo dell'annata 2000), mettendo al sicuro il risultato sul 9 a 2.  Perlomeno, questo ci si sarebbe aspettato.
L'orgoglio dei padroni di casa sale assieme all'adrenalina, ed approfittando di un momento di smarrimento dei due rilievi corti Pim Walsma e Norbert Jongerius, iniziano una serie martellante di basi su ball (saranno zero valide nel nono attacco per i bavaresi) che li porteranno a segnare 4 punti. Con 2 out e basi piene, Heimler però batte una palla alta di facile presa sull'esterno destro, che conclude incontro e rimonta.
Il pubblico presente, circa 600 persone a supporto della squadra di casa, è riuscito dare la giusta carica durante e dopo la partita, facendo sentire l'amore per i propri giocatori anche durante il saluto finale.

IL TABELLINO 

Archiviata la prima fase, si arriva al momento clou della Champions Cup 2017. Sabato sarà la volta delle semifinali con T&A San Marino e Curacao Neptunus  in campo alle 16:30 e CNF - UnipolSai Bologna e L&D Amsterdam che scenderanno sul diamante della Armin Wolf Arena alle 19:00. Le due  olandesi giocheranno come squadra di casa. Rimini affronterà il Mainz nel primo match di giornata alle 11 per gli altri piazzamenti. I Legionaere Regensburg, invece, giocheranno contro i Rouen Huskies alle 13:30. Va ricordato che chi arriverà ottava nella Coppa dei Campioni sarà retrocessa nella Coppa CEB, in corso in questi giorni in Repubblica Ceca.

CALENDARIO COMPLETO

Semifinali e finali saranno visibili su Legionaere TV: LINK PER IL LIVE STREAMING

di Kevin Senatore e Andrea Andrian

World Baseball Softball Confederation
sponsor confederation
ESF
sponsor loyalty
sponsor girandola
sponsor majorleague
sponsor ics
mint pros
sponsor sixtus
jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });