Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La Angel Service Gruppo Secur Nettuno sbanca il “Falchi” per la seconda volta quest’anno al termine di una sfida molto combattuta. Sorride la T&A San Marino che si impone sul Parma Clima e condivide la vetta della classifica con i felsinei prima della pausa per la CEB Champions Cup. Consolida il quarto posto in classifica il Rimini con lo sweep casalingo ai danni del Tommasin Padova, alla sesta sconfitta di fila.

20170602-BOL-NET-SAMBUCCI Alex BOL + SELLAROLI Andrea NET (PHBass)Al “Gianni Falchi” di Bologna ha luogo un’altra battaglia appassionante tra UnipolSai Bologna e Angel Service Gruppo Secur Nettuno. La coppia Andreozzi-Morellini contiene l’attacco felsineo e, con pazienza e concretezza, l’attacco laziale sigilla un importante 7-4 che accorcia la classifica. Nel secondo inning Nettuno sblocca il risultato con la rimbalzante da un punto di Renato Imperiali, ma la prima scossa la danno i padroni di casa che con le basi piene e un eliminato trovano 2 singoli consecutivi di Fuzzi e Nosti che ribaltano subito la contesa. La base per ball concessa a Flores con tutti i sacchetti occupati mette sotto pressione il partente Andreozzi, il quale però resiste fino al sesto inning. Allora gli ospiti colpiscono il primo rilievo di giornata Luca Panerati grazie al triplo da 2 punti di Davenport che riequilibra l’incontro. L’attacco nettunese minaccia ancora i rilievi di Bologna e, al suo debutto stagionale in IBL, il giovane Matteo Bocchi cede il punto del 4-3 sul singolo di Mercuri che manda a casa base Giordani. La compagine allenata da Alberto D’Auria concretizza ancora nel settimo inning, sfruttando i problemi di controllo di Clemente, autore di una base su ball con le basi cariche nei confronti di Giordani. La risposta dei campioni d’Italia non si fa attendere e arriva nella stessa forma in cui è maturato il punto nettunese. Il rilievo Yuri Morellini concede una base su ball con le basi piene a Sambucci, ma riesce ad eliminare Vaglio per preservare il 5-4. L’attacco ospite, che ha inflitto almeno un punto a tutti i lanciatori avversari, si procura i 2 punti della sicurezza nella nona frazione, quando il terza base Garcia commette un’ingenuità in difesa sulla rimbalzante di Sparagna e consente a Bermudez di segnare il 6-4. Il battitore successivo, Renato Imperiali, confeziona un singolo prezioso che fissa il punteggio sul definitivo 7-4, sigillato dal terzo inning lanciato da Morellini che ottiene la sua quarta salvezza in stagione.

IL TABELLINO

La T&A San Marino si riprende dal passo falso di gara 1 con una prestazione offensiva autorevole come testimonia il punteggio finale di 11-4 sul Parma Clima. I sanmarinesi volano sul 5-0 nel primo terzo di gara, mettendo alle strette il partente Michele Pomponi. Chiarini spinge a casa Ferrini nel primo inning con un singolo, poi un lancio pazzo con le basi piene di Pomponi e una battuta in diamante di Poma trascinano la T&A sul 3-0 nella seconda ripresa prima che Francesco Imperiali arrotondi il parziale sul 5-0 nel terzo inning con il suo secondo fuoricampo dell’anno. Inizio simile a quello della partita precedente per i ragazzi di Marco Nanni, che subiscono 2 punti nel quinto inning. Mario Martinez batte un doppio da un punto e approda a casa base sul lancio pazzo del partente Frailyn Florian. L’ombra della rimonta in casa San Marino torna a intravedersi nella parte bassa del sesto inning dopo che proprio gli ospiti avevano segnato il sesto punto sull’out di Chiarini. A seguito di un errore difensivo, di una base su ball e di un battitore colpito, Florian lascia il monte di lancio con le basi cariche e un eliminato. Duro incarico per il rilievo Tommaso Cherubini che però elimina Zileri sul conto pieno e ottiene il terzo out sulla rimbalzante di Martinez. Scongiurato il pericolo, l’attacco del Titano esplode battendo 4 valide e sfruttando un paio di errori dei ducali. L'esitazione del seconda base Benetti costa il 7-2 e apre le porte ai 3 singoli consecutivi di Ferrini (1 RBI), Epifano (2 RBI) e Chiarini (1 RBI). Un’ultima indecisione dall’esterno centro proietta San Marino sull’11-2. I padroni di casa ritrovano la via del punto grazie al fuoricampo numero 2 di Deotto in stagione e al doppio da un punto di Piazza, ma saranno gli ultimi squilli del match, poiché Junior Oberto manterrà il punteggio di 11-4 fino all’ultima eliminazione. Con questo successo e la contemporanea sconfitta della UnipolSai Bologna ci avviamo alla pausa per la Champions Cup con 2 squadre in testa alla classifica a pari merito.

IL TABELLINO

20170409-RIM-DEL BIANCO Daniele lancia (PHBass)Rimini non perdona e si aggiudica per 12-2 al settimo inning la seconda sfida contro il Tommasin Padova. I Pirati ripetono la perentoria prestazione offensiva della giornata precedente, trascinati dai colpi di Caseres e Duran, entrambi autori di 3 valide. Dopo il pericolo iniziale scampato in difesa, i romagnoli mettono subito in difficoltà il partente avversario Diego Fabiani e capitalizzano con Caseres, dopo il doppio di Infante, e su un errore del seconda base Sanson a seguito del singolo di Noguera (2-0). È ancora il cuore del lineup di casa a fare la differenza nella terza frazione. 2 doppi consecutivi di Garbella e Caseres apparecchiano la tavola a Duran che confeziona il suo secondo fuoricampo della stagione per il momentaneo 5-0 di Rimini. Padova, rimaneggiata in attacco a causa di alcune assenze pesanti, reagisce nel quinto inning senza battere alcuna valida, ma portando a casa un punto sulla battuta in diamante di Canache. Si tratta dell’unico danno arrecato al partente Richetti che viene sostituito con 2 out nel quinto inning da Del Bianco. L’attacco riminese torna a mordere proprio nella seconda parte del quinto inning, quando Lorenzo Di Fabio batte un singolo da cui derivano 2 punti (uno dalla valida e uno dall'errore del terza base Teahen). L’esterno sinistro dei locali, in terza base dopo l’errore di Teahen, completa il giro delle basi sulla volata di sacrificio di Infante per l’8-1. L’emorragia dei patavini continua anche nella ripresa successiva. Il pericolo della manifesta si materializza, quando un erroneo tentativo di pickoff del lanciatore Bazzarini e la volata di sacrificio di Bertagnon aumentano il margine fino al 10-1. Sempre nello stesso inning, dopo l’ingresso sul monte di lancio di Rocco Tebaldi, arriva il triplo di Di Fabio che successivamente sprinta a casa sul lancio pazzo di Tebaldi e porta a 10 le lunghezze di vantaggio per Rimini. Gli ospiti non si arrendono e, approfittando di 3 basi per ball, un battitore colpito e 2 lanci pazzi, ottengono la segnatura dell’11-2 che rinvia solo di qualche minuto l’epilogo del confronto. Bastano, infatti, un doppio di Infante e un singolo di Garbella per concludere la sfida sul definitivo 12-2 che condanna i veneti alla sesta sconfitta di fila e che consente a Rimini di legittimare il quarto posto in classifica.

IL TABELLINO

LA CLASSIFICA

di Kevin Senatore

LE PHOTOGALLERY IBL

Cade la T&A che lascia sola in vetta un'UnipolSai vincente. Bene Rimini

aisla2017nuovo

tags

IBL
World Baseball Softball Confederation
sponsor confederation
ESF
sponsor loyalty
sponsor girandola
sponsor majorleague
sponsor ics
mint pros
sponsor sixtus
jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });