Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

I Red Sox Paternò completano un fine settimana memorabile e, dopo aver vinto sia gara 3 che 4, battono il Bollate anche in gara 5, aggiudicandosi il titolo della serie A di baseball. Dopo un inizio di partita equilibrato, i padroni di casa passano in vantaggio al quarto inning, portandosi sul 2-0. Tra il sesto e il settimo, i Red Sox segnano altre 3 volte, ipotecando di fatto incontro e titolo. Grande protagonista della sfida è Perez che, dopo aver lanciato una gara completa in mattinata, ritorna sul monte di lancio da rilievo e, in 5 inning, concede solo 3 valide agli avversari, eliminandone al piatto 8.

Come nella stagione 2015, sarà la quinta partita della finale a decidere il nome Il momento dell'infortunio occorso a Torres dei Red Sox Paternò (Lauro Bassani)della squadra vincitrice del campionato di serie A di baseball. I Red Sox Paternò, capaci di recuperare l’iniziale svantaggio di 2 partite a 0 nella serie, si affidano ai lanci del veterano Torres e confermano la formazione vincitrice di gara 4. Dall’altra parte, invece, il Bollate, che schiera Grassi come lanciatore partente, ripropone gli stessi titolari che avevano iniziato il terzo incontro, con Pistocchi che riprende così il ruolo di battitore designato, Armigliati quello di interbase e Riva di esterno destro.

Durante il primo inning la sfida perde uno dei sicuri protagonisti per via di un infortunio. Per raccogliere la rimbalzante di Armigliati, Torres accusa un forte dolore al muscolo interno della coscia. Il veterano lanciatore riesce a realizzare l’out ma poi si accascia a terra e, sollevato dai compagni di squadra, viene portato fuori dal campo. Al suo posto entra Sciacca.

Il rilievo siciliano si dimostra glaciale nell’attacco successivo. Aleman apre la proiezione offensiva del Bollate con un singolo e, dopo gli strike out incassati da Pistocchi e Riva, raggiunge la terza sul doppio a destra di Angeloni. Marcandalli batte poi sul lanciatore e non riesce a concretizzare. Al cambio campo, anche i Red Sox Paternò portano l’uomo in posizione punto. Molina batte valido, avanza in seconda sul perfetto bunt di sacrificio di Salgado e, su un lancio pazzo, si porta a Salgado dei Red Sox Paternò scivola mentre Armigliati del Bollate salta (Lauro Bassani)27 metri dal piatto di casa. Grassi chiude indenne la ripresa, mettendo strike out Fallica.

Il risultato si sblocca al quarto inning. Garcia ottiene 4 ball e Molina colpisce valido a destra. Salgado batte quindi in scelta difesa con Molina che viene eliminato in seconda. La successiva volata di sacrificio di Botta vale l’1-0. Salgado ruba la seconda e segna sul singolo al centro di Fallica.

Dopo una sospensione di 5 minuti a causa di un temporale abbattutosi sul Warriors Field, il Bollate riempie le basi ma non sfrutta la ghiotta occasione creata. Angeloni e Marcandalli vengono colpiti da Sciacca, che vene sostituito da Perez, autore di una gara completa poche ore prima. Il rilievo mette strike out Cristiano, ma poi concede 4 ball ad Armigliati, riempiendo tutte le basi. Il pitcher cubano non si scompone ed elimina al piatto sia Guadagnino che Boniardi.

Al sesto inning gli animi sSalgado dei Red Sox Paternò segna e festeggia (Lauro Bassani)i surriscaldano. Con Bisset, entrato sul monte di lancio al quinto, Garcia batte una valida interna e avanza in seconda sull’errore di tiro dell’interbase Armigliati. Molina viene poi colpito e Salgado si rivela clutch, colpendo un singolo a destra per il punto del 3-0. Finita l’azione, volano alcune parole di troppo tra il lanciatore del Bollate e il battitore dei Red Sox, probabile proseguimento di un battibecco avvenuto tra i 2 nella precedente sfida. La situazione sembra rientrare ma, alla ripresa del gioco, Bisset colpisce anche Botta facendo uscire in campo le panchine. Dopo qualche minuto di tensione, la partita riprende con Fallica che batte sulla seconda base. Cristiano assiste ad Armigliati per l’out in seconda ma sul rilancio in prima per il doppio gioco il battitore arriva salvo in una giocata chiusa, scatenando le lamentele della formazione ospite. A farne le spese è Bisset, che viene espulso. Il suo posto viene preso da Torri che commette un lancio pazzo per il punto del 4-0.

La partita di fatto si conclude qui. Il Paternò trova il modo di segnare per la quinta volta al settimo inning mentre, dall'altra parte, Perez continua a imbrigliare le mazze del Bollate fino al ventisettesimo out che chiude la sfida e dà inizio alla festa dei Red Sox.

IL TABELLINO

da Paternò, Daniele Mattioli

La PHOTO-GALLERY Completa della Serie

 

Così in gara uno: Il Bollate si aggiudica gara uno all'ultimo lancio

Così in gara due: In una partita ricca di errori, il Bollate si concede il bis

Così in gara tre:  I Red Sox Paternò superano il Bollate in gara 3 e restano in vita

Così in gara quattro: Walk Off Single di Botta e i Red Sox Paternò portano la serie alla ''bella'

 

aisla

 mint pros  Il logo del Caffè Motta LOGO CONCLIMA  LOGO JOHNSON Sixtus logo

World Baseball Softball Confederation    ESF  Logo Little League International  logo WBC neutro   logo mlb  logo ICS

jQuery(function($) { SqueezeBox.initialize({}); SqueezeBox.assign($('a.pg-modal-button').get(), { parse: 'rel' }); }); window.jModalClose = function () { SqueezeBox.close(); }; // Add extra modal close functionality for tinyMCE-based editors document.onreadystatechange = function () { if (document.readyState == 'interactive' && typeof tinyMCE != 'undefined' && tinyMCE) { if (typeof window.jModalClose_no_tinyMCE === 'undefined') { window.jModalClose_no_tinyMCE = typeof(jModalClose) == 'function' ? jModalClose : false; jModalClose = function () { if (window.jModalClose_no_tinyMCE) window.jModalClose_no_tinyMCE.apply(this, arguments); tinyMCE.activeEditor.windowManager.close(); }; } if (typeof window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE === 'undefined') { if (typeof(SqueezeBox) == 'undefined') SqueezeBox = {}; window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE = typeof(SqueezeBox.close) == 'function' ? SqueezeBox.close : false; SqueezeBox.close = function () { if (window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE) window.SqueezeBoxClose_no_tinyMCE.apply(this, arguments); tinyMCE.activeEditor.windowManager.close(); }; } } }; jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });