Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

GROSSETO RIENTRA NEL GRUPPO

Di Riccardo Schiroli

Il manager della Montepaschi Mauro Mazzotti (Enrico Bartolacci)Le 2 sconfitte subite dalla Montepaschi Grosseto a San Marino danno una prospettiva nuova alla lotta per accedere alla 'post season' nella Italian Baseball League. Nel senso che non è più corretto dire che si lotta per una sola posizione, perchè anche il terzo posto è tornato in gioco. Mauro Mazzotti ha perso le prime 2 partite quando si è rivolto al 'bull pen'; in qualche modo, si tratta di una risposta indiretta a tutti i dubbi sollevati sulla mancata sostituzione di Mikkelsen nel decimo inning della finale di Coppa Campioni. Ma al di là di questo, il segnale d'allarme è nitido. Squadra certamente capace di mostrare momenti di grande baseball, il Grosseto oggi è in palese difficoltà con il settore lanciatori e i problemi sono destinati a crescere quando Lucati e Panerati voleranno negli Stati Uniti per iniziare la loro avventura da professionisti. Il Grosseto ha Ginanneschi, che per altro non si vede in pedana da settimane, e sembra che l'unica alternativa al capitano per la terza partita sarà Lorenzo Avagnina. L'azzurro è uno scafato lanciatore di Serie A2, ma nella IBL il suo rendimento appare un punto interrogativo.

I problemi di Grosseto non è che siano comunque esclusivi dei maremmani. Qualche dubbio sui lanciatori di scuola italiana è lecito sollevarlo anche parlando della T&A San Marino (il partente Tonellato ha una media punti guadagnati di 5.69), squadra che per il resto sembra aver trovato un suo equilibrio, dopo che la palla del partente per gara 2 è stata affidata al brasiliano naturalizzato Tiago Da Silva. Quando andiamo ad esaminare il rendimento dei rilievi, troviamo poi che l'unica squadra che può fare la fatidica chiamata al 'bull pen' senza ansie è la Fortitudo Bologna, che non a caso è prima e potrà vivere la seconda parte del girone di ritorno come una lunga preparazione alla 'post season'.
Tutte le squadre in lotta hanno infatti problemi in questo settore. Chi di rendimento (la Telemarket Rimini ha perso 2 partite nel finale a Nettuno, lo stesso San Marino non può essere contentissimo del rendimento di Looney e Nyari), chi di quantità (quasi drammatici quelli del Parma, visto che ormai è chiaro che Bazzarini non sarà recuperato in tempi brevi). Sempre escludendo Bologna (che ne ha commessi 29 e, sempre non a caso, è prima), tutte le squadre condividono anche una certa tendenza a sbagliare più del lecito in difesa: si va dai 37 errori di Grosseto e San Marino ai 50 di Rimini.
La lotta per un posto tra le 4 che si giocheranno il titolo appare insomma un bel rebus.

Con Bologna, sembra abbastanza tranquilla la Danesi Nettuno. La squadra di Bagialemani ha una discreta dote a Juan Camilo corre sulle basi (Richard Zlamal)disposizione, visto che vanta tutt'ora 4 gare di vantaggio sulla quinta (il Parma). Nel prossimo week end è in programma proprio lo scontro diretto con il Cariparma, che la Danesi vorrà cercare di tenere a distanza. I ducali sono una squadra interessante, capace di esprimere un baseball aggressivo. Ma a livello di organico certo sono oggi inferiori alle altre contendenti per i primi 4 posti. Hanno quindi bisogno di esprimersi al massimo del loro potenziale. Il fatto di giocare lo scontro diretto in casa non dovrebbe essere un fattore particolare, visto che i parmensi hanno vinto più partite lontano dal campo amico (10 contro 7).
Per evitare sorprese il Nettuno dovrà registrare il rendimento della difesa. Il numero di errori commessi è alto (41) ma in linea con la media della IBL (Parma ne ha commessi anche di più: 48). Non è però tanto facile capire come mai nella Danesi tra i giocatori che sbagliano di più ci siano 2 esterni: Camilo (5 errori) e Duran (4).

Parole importanti sull'alta classifica le dirà anche l'altro scontro diretto in programma nella quarta di ritorno tra San Marino e Rimini. Proprio da "Serravalle" il prossimo fine settimana inizierà in diretta su Rai Sport Più.