Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

GROSSETO SI IMPONE NELLA SAGRA DELLA VALIDA; QUATTRO FUORICAMPO A GODO PER LA TERZA VITTORIA FORTITUDO; RIMINI VINCE AL TERZO EXTRAINNING

Da San Marino, Riccardo Schiroli

In una serata da incubo per i lanciatori (che concedono un totale di 30 valide) la Montepaschi Grosseto salva il fine settimana battendo (19-8 in 8 riprese) la T&A San Marino. I maremmani mantengono così al termine del terzo turno di ritorno il terzo posto in solitudine.
Allo stadio di "Serravalle" si gioca una partita 'normale' per 2 riprese. Al terzo attacco il Grosseto prende il sopravvento sul lanciatore partente del San Marino Tonellato (6 valide e 2 basi in 2.2 riprese) e il cambio con Martignoni, reso necessario dal fuoricampo da 3 punti di Sgnaolin, non migliora di molto la situazione. Alla fine si conteranno 15 battitori, 8 valide e un totale di 9 punti.
Nonostante il partente del Grosseto Panerati (11 valide in 6 riprese lanciate) non si possa definire in serata, la vittoria della Montepaschi non è mai più in dubbio e la squadra di Mazzotti riesce a chiudere la partita prima del limite con un altro big inning (7 punti, 6 valide, 1 errore) all'ottavo, quando sul monte per San Marino c'è Lucena. Alcuni lanci del rilievo del Grosseto Lucati, che toccano le 89 miglia, sono l'unica altra cosa da citare.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

Da Godo, Marco Landi

Nella terza partita fra De Angelis Godo e Fortitudo Bologna, affidata rispettivamente ai lanci di Matteo Galeotti e Fabio Betto, i biancoblu di Marco Nanni partono con il pedale premuto sull'acceleratore: Bautista apre con un singolo, ruba la seconda, arriva in terza base sulla battuta in diamante di Pantaleoni e segna su volata di sacrificio di Austin.
Gli ospiti segnano altre due volte al secondo attacco, grazie a quattro valide, fra le quali il singolo di Landuzzi e il doppio di Alaimo, entrambi con punto battuto a casa.Austin gira la terza dopo il fuoricampo (Ferrini/FIBS)
Un letterale strike di Kyle Messineo nel guanto di Sanchez, dall'esterno destro sulla volata di Landuzzi, elimina il pur veloce Mazzuca (3 su 4), partito dalla terza, e impedisce a Bologna di segnare nel quarto attacco.
Nella seconda parte della ripresa, Lockwood mette a segno la seconda valida della partita per i suoi, ed è il solo-homer dell'1-3. Betto accusa il colpo: Sanchez ottiene la base per ball, poi, con due out, Toniazzi (3 su 3 a fine gara) batte un doppio a sinistra e Fuzzi riempie le basi, ancora con quattro ball. Tanesini tocca in diamante una palla che Mazzuca non trattiene; sull'errore segna Sanchez, mentre Toniazzi è eliminato a casa dall'assistenza di Liverziani e dal gran lavoro di Angrisano che trattiene la palla nonostante la decisa carica del designato di casa.
A inizio quinto scende Galeotti (5 valide, 3 punti guadagnati, 3 basi ball e 1 strikeout), sostituito da Lino Luciani. L'esordio del mancino è da brivido: Alaimo tocca ancora in valido, Bautista va in base per ball e Liverziani è colpito. Il settimo fuoricampo stagionale di Richard Austin arriva dopo una serie di tre foul ed è un grande slam che porta il punteggio sul 2-7. Arriva ancora un altro punto, con Connell spinto a casa dal doppio di Angrisano, quando sul monte per Godo c'è già Francesco Petrini.
Nel sesto inning il 2 a 9 arriva con Liverziani su doppio contro la recinzione di Austin. Scende anche Betto (4h, 1er, 2bb, 3k in 5.0), al suo posto Matteo D'Angelo, sul quale, con due out, Toniazzi batte un singolo e Francesco Fuzzi picchia un fuoricampo a sinistra per il 4-9.
Ma la reazione dei goti non ha effetto sull'incontro, la Fortitudo segna ancora 3 punti al settimo e 2 all'ottavo con il fuoricampo di Angrisano (3/5) su Torri. C'è spazio per l'esordio in maglia Fortitudo di Riccardo Fornasari, membro dell'Accademia federale di Tirrenia, e per la chiusura di Lopez Delgado prima del finale 4 a 14.


LA SCHEDA DELLA PARTITA

Da Nettuno, Fabio Ferrini

Clinton Balgera ha risolto la partita con un fuoricampoRiscatto della Telemarket Rimini nella terza partita contro la Danesi Nettuno dove arriva la prima e unica vittoria romagnola del week-end (6-5). Un successo sofferto ma meritato per la squadra di Romano, arrivato al terzo extrainning su un solo-homer di Balgera che rompe un equilibrio di oltre quattro ore. Alla fine è il giusto premio per la Telemarket che ha colpito più valide e avrebbe avuto di che rammaricarsi se non fosse arrivato il successo.

Dopo due riprese di studio è il Rimini a mettere la testa avanti creando le prime difficoltà a Richetti: al terzo Alexander spinge a casa il vantaggio di Campanini con un singolo, ma le note più dolenti arrivano all'attacco successivo quando, prima della sospensione di un quarto d'ora per un blackout elettrico, Rimini fa in tempo a segnare tre punti. Chairini viene colpito, Melo spara un doppio a sinistra a cui seguono i singoli di Balgera e Carrozza (4-0) prima che un doppio gioco difensivo aiuti Richetti. Dopo un clamoroso tentativo di fare punti fallito al quarto, Camilo in terza e nessun out, Nettuno cancella la casella zero dal proprio punteggio al quinto: Patrone accusa un calo e prende in sequenza la valida di Mandolini, il triplo di Duran e il singolo di Ugueto che valgono il 2-4. Le cose non migliorano con Quattrini sul monte il cui rilievo è disastroso: in 1.1 riprese lanciate concede cinque basi ball e due valide, tra cui il fuoricampo da due punti di Camilo, che valgono il pareggio del Nettuno (5-5). In precedenza Alexander aveva siglato il quinto punto sulla volata di Chiarini. Poi l'epilogo finale con le due squadre che viaggiano a braccetto fino alla dodicesima ripresa quando Balgera risolve la partita da solo e alimenta le speranze di playoff del Rimini.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

I risultati

Danesi Nettuno-Telemarket Rimini 5-6 (12°)
De Angelis Godo-Fortitudo Bologna 4-14
Rangers Redipuglia-Cariparma 3-5 (giocata sabato pomeriggio)
T&A San Marino-Montepaschi Grosseto 8-19 (8°)

La classifica aggiornata

Fortitudo 833 (25 vittorie-5 sconfitte); Danesi 700 (21-9); Montepaschi 633 (19-11); T&A 600 (18-12); Cariparma 567 (17-13); Telemarket 533 (16-14); De Angelis 100
(3-27); Rangers 033 (1-29)