Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

SAN MARINO VINCE E AGGANCIA GROSSETO; PARMA COMPLETA LA TRIPLETTA SOFFRENDO; NETTUNO BEFFA RIMINI AL NONO

Da San Marino, Riccardo Schiroli

Da Silva ha impressionato (Ferrini/Fibs)La T&A San Marino batte (4-3) la Montepaschi Grosseto e l'aggancia al terzo posto.
La squadra di Bindi ha giocato di fatto 2 gare separate. La prima è stata dominata in pedana dall'eccellente Da Silva (1 base e 1 valida in 7 riprese), i cui lanci 'off speed' sono rimasti un mistero per i battitori maremmani. In questo arco, che ha coperto i primi due terzi della partita, il San Marino si è portato a condurre per 3-0 contro Chris Cooper (7 valide e 3 strike out in 6 riprese) e ha accumulato non pochi rimpianti. Sia la prima che la seconda ripresa, ciascuna ha visto la T&A segnare un punto, si sono chiuse con battute in doppio gioco (di Sheldon e Buccheri). Quando al sesto la secca rimbalzante di Sheldon ha superato il guantone di Dallospedale (al quale è stato addebitato un errore) e portato a casa con Vasquez il terzo punto dei padroni di casa, la partita sembrava comunque chiusa.
All'ottavo però contro Matt Marrone Sgnaolin ha aperto con un doppio, arrivando a segnare sulle 2 battute in diamante successive. Con 2 out, il manager del San Marino Bindi ha richiamato Marrone e mandato in pedana Nyari. Il 'closer' ha però concesso un doppio a Dallospedale e un singolo a Ramos che hanno permesso al Grosseto di pareggiare.
Al cambio campo è salito in cattedra il vecchio leone Buccheri, che già aveva deliziato i presenti con un paio di strepitosi out in tuffo all'esterno centro. Il veterano della T&A ha aperto con un doppio contro Jovany D'Amico, secondo rilievo maremmano dopo Oberto, è avanzato in terza sul 'bunt' di La Fera e, dopo le basi intenzionali a Vasquez e De Biase, ha segnato sulla corta volata di Sheldon, battendo il tiro di Avagnina con una grandiosa scivolata in tuffo.
Di nuovo sotto nel punteggio, la Montepaschi non ha avuto la forza di reagire. Nyari, dopo aver sprecato l'opportunità di 'salvare' la vittoria di Da Silva, ha così potuto firmare a sua volta il successo.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

Completa la tripletta il Cariparma a Buttrio contro i Rangers Redipuglia vincendo l'anticipo di gara 3 (la partita è iniziata alle 15) per 5-3. I parmensi non hanno avuto vita facile contro il partente giuliano Cossar (6 valide e 2 basi in 8 riprese). Per la verità, il Cariparma si è trovato sotto nel punteggio al terzo, quando il partente Corradini ha prima colpito Ricciarelli e poi concesso 4 ball a Baldinelli. Il singolo di Carvajal e la volata di sacrificio di Baez hanno portato il risultato sul 2-0 per i Rangers.
Al cambio campo Parma ha ribaltato la situazione. Il pareggio è arrivato con un fuoricampo di Gomez con Munoz in base. Le 3 valide consecutive di Matos, Bertagnon e Biagini (aiutate da un errore) hanno portato il vantaggio ospite sul 4-2.
Con 2 out all'ottavo, dopo una base a Iezzi il Parma ha rilevato il partente Corradini (4 basi e 7 valide con 8 strike out in 7.2 riprese) con Mattia Salsi. Il mancino ha concesso un singolo a Tonzar, una base a Girotto e sul singolo di Baldinelli il Redipuglia ha segnato il terzo punto. Sull'azione Tonzar ha cercato di arrivare a casa ma è stato eliminato dal tiro di Michele Gerali.
La partita di fatto è finita qui. Al nono contro Zorzenon Parma ha aggiunto il punto della sicurezza e Salsi ha completato la 'salvezza' con 2 strike out.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

Da Nettuno, Fabio Ferrini

Partita dalle mille emozioni allo "Steno Borghese" dove Danesi Nettuno e Telemarket Rimini si sono date battaglia fino all'ultimo inning inseguendosi continuamente nel punteggio. Alla fine ai romaNonostante l'ottima prova di Mario Chiarini, Rimini cede a Nettuno (Ferrini/FIBS)gnoli non basta un Mario Chiarini sopra le righe nel box (3/4, 5 rbi), che all'ottavo aveva pareggiato i conti con un fuoricampo da tre punti, per superare il Nettuno che in volata mette in cassaforte il secondo successo (7-6). Molti i rimpianti dei romagnoli che dopo un ottimo avvio, subiscono il ritorno dei padroni di casa, riprendono vita e sprecano al nono una situazione di prima e seconda occupate con nessun eliminato.
A decidere un singolo di Leonardo Mazzanti all'ultimo attacco locale che permette a Giuseppe Mazzanti di correre a casa dalla seconda, valida più sacrificio, per il punto della vittoria.

In precedenza la disastrosa partenza di Carrara (99 lanci in quattro riprese, cinque valide di cui due doppi, 5 basi ball e due colpiti) aveva illuso il nove di Romano andato sul doppio vantaggio grazie a Charini che al primo batteva un doppio alla recinzione per il punto di Garcia e al quarto forzava il 2-0 dopo essere stato colpito a basi cariche. La Telemarket commette però l'errore di tenere in vita la Danesi che nel terzo centrale della partita colpisce forte mettendo a segno sei punti che costringono i romagnoli ad una serie di cambi sul monte dopo l'uscita di un Bengel comunque buono ma anche questa volta non aiutato dalla propria difesa che non gli permette di chiudere il quarto inning dove invece arriva il pareggio. La squadra di Bagialemani prende il largo su Di Roma (6-2), cinque valide, due basi un colpito ed una volata di sacrificio, e sembra ipotecare il successo. Invece Rimini trova l'ultimo acuto con Chiarini (6-6) che però riesce solo a rimandare una sconfitta che brucia.

LA SCHEDA DELLA PARTITA