Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

IL CARIPARMA VINCE LA PRIMA CON IL REDIPUGLIA; BOLOGNA ESORCIZZA L'INCUBO-SUPPLEMENTARI

Da Redipuglia, Riccardo Schiroli

Il Cariparma passa (5-3) a Ronchi dei Legionari contro i Rangers Redipuglia al termine di una partita mai Michele Gerali nel box (Oldman Pictures)veramente in discussione, ma con un finale che costa ai parmensi una sofferenza probabilmente evitabile. Cecotti, che si presenta a battere con i corridori agli angoli e 2 out al nono, rappresenta in effetti il punto del pareggio e quando l'arbitro capo Fabrin chiama il terzo strike per la panchina ducale è un inatteso momento di sollievo.
La partita giocata da Parma la possiamo definire distratta. In vantaggio con un doppio di Matos e 2 battute in diamante al secondo, i parmensi approfittano di 2 errori difensivi e raddoppiano al secondo. Contro un buon Delgado (6 valide in 6 riprese) i parmensi sembrano trovare i punti della sicurezza al sesto quando, a basi piene e con conto pieno, una corta battuta di Michele Gerali beffa la difesa giuliana e spinge a casa 2 compagni.
D'altra parte l'attacco dei Rangers ottiene pochissimo contro Mercado, che flirta addirittura con un 'perfect game' fino al sesto. Il portoricano subisce un punto a causa di un errore prima di lasciare il monte a Romero, contro il quale al nono Redipuglia accarezza anche il sogno della rimonta.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

Da Bologna, Marco Landi

Nella Fortitudo Bologna rientra come previsto Lino Connell, che si schiera in prima base, mentre, indisponibili Kyle Collina sul monte (Ferrini/FIBS)Frignani e Gasparri, con Angrisano a ricevere, è Francesco Alaimo il titolare a difesa del secondo cuscino.
Il De Angelis Godo è in formazione-tipo, con Ryan Baerlocher sul monte opposto a Jesus Matos.
Sono i padroni di casa i primi a mettere punti sul tabellone, grazie al solo-homer al centro di Angrisano (2 su 4 alla fine) al secondo inning, ma la risposta dei goti è immediata e il pareggio arriva con tre singoli di Toniazzi, Tanesini e De Franceschi (rbi e 2/4 come Lockwood a fine partita) nella parte alta del terzo.
Batte di più, il lineup romagnolo, e al sesto inning le valide sono 2 contro 6 in suo favore, ma è proprio questo il momento in cui, complice un calo nella precisione dei lanci del partente avversario, i bolognesi si portano sul 2-1, con un singolo di Austin dopo le basi per ball ottenute da Bautista e Liverziani.
Al settimo Baerlocher (3 valide, 2 punti subiti, 2 basi ball e 1 strikeout) lascia il posto a Kyle Collina, che esordisce concedendo due valide, entrambe texas leaguers alle spalle degli interni, ma mette anche a segno tre strikeout (e in mostra una bella palla veloce) per uscire senza danni dalla ripresa.
Anche Nanni cambia il suo partente Matos (7h, 1er, 5k in 7.0) con il rilievo Martin Vargas, che ha un approccio alla partita ben più problematico del suo omologo: colpisce al primo lancio Messineo, regala la base a De Franceschi senza nemmeno uno strike ed è costretto a riempire intenzionalmente le basi con Lockwood dopo il perfetto bunt di sacrificio di Skrehot. Quattro ball anche a Sanchez decretano il nuovo pareggio e la sostituzione di Vargas con Primo piano per Fabio Milano (Ferrini FIBS)Fabio Milano.
Marussich mette la palla a terra tentando lo squeeze play, ma Milano la difende alla grande e de Franceschi è il secondo out a casa base. Lo strikeout di Toniazzi chiude l'attacco De Angelis.
Collina è intoccabile per Bologna (6k in 3.1) e Milano diluisce gli arrivi in base senza problemi. Si arriva così al decimo inning sul due pari e l'attacco ospite si esurisce con il solo singolo di Marussich e tre veloci eliminazioni. Bologna apre con Alaimo in valida (2 su 4) e il giovane interno arriva in seconda sul bunt di sacrificio di Bonci. Rayner Bautista (2/4), dopo un lungo duello di foul con Collina, batte una difficle rimbalzante verso Marussich che non riesce a giocarla. Segna Alaimo il 3-2 della vittoria (vincente Milano) e interrompe la serie di extra-inning stregati per Bologna.


LA SCHEDA DELLA PARTITA