Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

LA COPPA CAMPIONI RIMANE IN OLANDA. IL KINHEIM BEFFA IL MONTEPASCHI AL 10° INNING

La Coppa Campioni rimane in Olanda. Il Corendon Kinheim l'ha difesa sabato sera dall'assalto del Montepaschi Grosseto al termine di una partita appassionante, risolta al 10° inning con un doppio del ricevitore Smeets, quando i campioni d'Italia stavano assaporando la gioia della vittoria per aver segnato nella parte alta del primo supplementare e per aver confezionato subito un out.

Lincoln Mikkelsen (che ha chiuso con ben 135 lanci), però, subiva prima i singoli di Cremer e Van't Klooster, poi un doppio che Smeets, dopo una serie infinita di battute in foul, piazzava sopra la testa dell'incolpevole Andrea De Santis. E' stato questo l'epilogo di un duello appassionante, tecnicamente di grande livello, che ha messo di fronte le due migliori squadre di questa 45^ Coppa Campioni.

 Le prime tre riprese della finalissima correvano via veloci, dominate dai lanciatori partenti Lincoln Mikkelsen e Patrick Beljaards, con una doppia protesta maremmana per una presa al volo in tuffo di Rombley (le immagini tv hanno documentato che la palla era prima caduta a terra), ed un out dubbio in seconda.

 Rombley al terzo spezzava la no-hit di Mikkelsen (in precedenza aveva colpito Engelhardt), ma il pitcher maremmano chiudeva senza problemi l'attacco oranje. Al cambio di campo, dopo lo strike out di Nunez, era invece Dallospedale a firmare la prima valida del Bbc.  Ma anche in questo caso senza conseguenze. Al quinto, il Kinheim metteva in base due corridori, grazie alla valida di Koolen (in seconda su rubata) e alla base concessa a Denny Beljaards (nominato poi Mvp della Coppa Campioni). Al settimo il Montepaschi otteneva il punto del vantaggio: Davide Dallospedale infilava la palla tra l'esterno centro e l'esterno destro, triplo. A portarlo a casa, nonostante il pronto rilancio di Rombley, pensava Jairo Ramos Gizzi con una volata di sacrificio.  Immediata la reazione olandese. Mikkelsen subiva un triplo da Koolen, mandava in base Beljaards e colpiva Rombley. A basi cariche,con un out, Cremer faceva segnare il pareggio con una volata di sacrificio. La secca battuta di Van't Klooster era però preda di Jorge Nunez.  Al nono Rooi non tratteneva la violenta battuta di Andrea De Santis, che arrivava in terza sul texas di Jairo Ramos.  Il Kinheim chiamava sulla collinetta Michiel Van Kampen per il terzo out.  Il Montepaschi apriva il 10° attacco con una valida interna di Ermini sul terza base. Le valide di Bischeri e Sgnaolin consentiva al Bbc di tornare in vantaggio. Lo Jannella esplodeva. Il perfetto bunt di Avagnina faceva avanzare i corridori in seconda e terza e costringeva Van Kampen a dare la base intenzionale ad Andrea De Santis. Nunez però batteva in doppio gioco.  Per il Montepaschi sembrava comunque fatta. Lo stadio Jannella era tutto in piedi, seimila mani sostenevano Mikkelsen verso l'ultimo sforzo, ma il pitcher del Michigan dopo un out doveva fare i conti con il cuore oranje: Cremer e Van't Klooster occupavano prima e seconda, mentre Smeets con la sua potente battuta  faceva correre a casa due compagni per un sorpasso beffardo.

Lo Jannella ammutoliva, mentre gli olandesi davano sfogo alla loro gioia: una scena già vista nella finale di Coppa delle Coppe contro l'Hcaw Bussum nel 2000 e due anni fa contro il San Marino. Ai toscani non rimane a questo punto che aspettare la Supercoppa di Barcellona per riscattare una sconfitta che brucia, e tanto.

 LA SCHEDA DELLA PARTITA