Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

IL PUERTO CRUZ CONQUISTA IL QUINTO POSTO NELLA COPPA CAMPIONI E IL BALASHIKHA OTTIENE LA SUA PRIMA VITTORIA

Il Marlins Puerto Cruz batte 7-3 il Royal Greys nell'ultima partita della sua Coppa Campioni e conquista il quinto posto finale. Anche la matricola belga però può trarre un bilancio positivo da quest'esperienza avendo concluso, al suo rientro nel grande giro, al sesto posto con dietro Balashikha e Mainz. La vittoria degli spagnoli è figlia dell'ottima prova sul monte del partente Nacar che è rimasto sul monte per tutte e nove le riprese lasciando al piatto ben 13 uomini, ma molti sono stati anche i demeriti del Royal Greys che ha chiuso la partita con la bellezza di otto errori.
La partenza è un botta e risposta che fa andare in archivio il primo inning sull'1-1: il nove belga segna con Van der Meirer sul doppio di Bell, mentre la squadra delle Canarie va a punto con Sanchez sul singolo di Martinez e la collaborazione di un errore del lanciatore. Il tabellone non cambia punteggio fino alla sesta ripresa nonostante i Marlins abbiano qualche buona chance, mentre Nacar inizia la sua striscia di strikeout. Al sesto appunto arriva un inning da tre punti con per il Puerto Cruz: con due eliminati Perez tocca un singolo, Lopez riceve la base e Macias batte in valido per il 2-1, poi ci pensa Nacar, nelle vesti di battitore, spinge a casa altri due punti (4-1). La cambio di campo il Royal Greys tenta una reazione che porta Wybo a completare il giro della basi, ma si tratta di un fuoco di paglia perché gli spagnoli picchiano duro contro il rilievo belga Van Hoof e con tre valide ed due errori, si portano sul 7-2. L'ultimo punto dei belgi all'ottavo serve solo per aggiornare il tabellino.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

Il Tornado Balashikha vince la sua prima partita nella Coppa Campioni 2008 imponendosi per manifesta al settimo sul Mainz Atheltics (18-5), l'unica squadra ad aver chiuso l'avventura in Maremma senza successi. Entrambe però a settembre dovranno fare le qualificazioni per accedere alla European Cup 2009.

E' una partita senza storia perché l'attacco del Balashikha è devastante, alla fine metterà a terra ben 19 valide che unite ai sette errori della difesa tedesca non lasciano scampo ai lanciatori teutonici. L'inizio del Tornado è sconvolgente, il partente Hartkopf entra subito in crisi perché Vasiliev spara la palla oltre la recinzione per un solo homer e poi arriva una serie di cinque valide consecutive che insieme a tre errori della difesa fanno chiudere il primo attacco della partita sul 7-0 per i russi. Il cammino del Mainz si fa in salita e la partita prende addirittura un indirizzo imbarazzante quando il Balashikha torna a colpire forte tra quarta e sesta ripresa con 11 valide e 11 punti a referto a cui i tedeschi non riescono a porre un freno e a cui rispondono solo in maniera parziale. Arriva così la vittoria per manifesta del Balashikha che chiude al settimo posto proprio davanti al Mainz.

LA SCHEDA DELLA PARTITA