Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

IL SAN MARINO TRAVOLGE IL PUERTO CRUZ E SI GUADAGNA UN POSTO IN SEMIFINALE

 Il T&A San Marino è la quarta finalista della Coppa Campioni di Grosseto. Giovedì sera, sul diamante Scarpelli, la squadra di Doriano Bindi ha vinto nettamente (10-1) sui Marlins Puerto Cruz, che hanno tenuto testa agli avversari solo due riprese. I Titani chiudono al secondo posto, alle spalle del Kinheim, e si confronteranno venerdì sera con il Montepaschi Grosseto, in un match visto già negli ultimi tre anni in Coppa Campioni, con i toscani vittoriosi nel 2005 a Rotterdam ed i Titani che si sono imposti invece nella finale 2006 e nel girone eliminatorio 2007. Quindici le valide del T&A, con Vasquez a 4/5.

La gara si movimentava fin dal primo attacco. Il Puerto Cruz, con un out, si portava in vantaggio: singolo di Martinez, in seconda su un errore di tiro di La Fera ed a casa sulla valida a sinistra del solito Montiel. Il partente sammarinese Matteo Tonellato si riprendeva immediatamente e chiudeva senza altri danni. Immediata la replica del San Marino. Il sedicenne Deion Galvan mandava in base La Fera, portato a punto dal doppio di Vasquez.

Al terzo la squadra di Bindi metteva la testa avanti: base a La Fera, avanzato sul singolo di Vasquez ed a casa su quello di De Biase. I Titani si dimostravano caldi: al quarto Suardi trovava un singolo, Imperiali lo imitava con un singolo a destra. Con corridori in seconda e terza, Galvan colpiva Albanese. Per il manager spagnolo era il momento di mettere Romero, al posto dell'affaticato Galvan. Dopo un out, il rilievo effettuava un balk, consentendo alla T&A di segnare il terzo punto. Il texas di Seth La Fera portava altre due segnature; l'interbase italoamericano firmava il 6-1 sul triplo di Vasquez, con la complicità dell'esterno destro.

Il nuovo lanciatore dei Marlins rallentava la corsa del San Marino, sorretto a dovere da Tonellato fino all'inizio del sesto, in cui il lead-off Sanchez trovava un singolo a sinistra; Martinez trovava una base ball, ma dopo uno strike, la ripresa si chiudeva con un doppio gioco. Il San Marino metteva fine al confronto al sesto. Con Navarro sulla collinetta, i sammarinesi collezionavano cinque valide e tre punti, volando sul 9-1.

Al settimo, un errore dell'esterno destro sulla battuta di Buccheri, il singolo di La Fera e la battuta in doppio gioco di Vasquez permettevano il 10-1. San Marino a questo punto provava a chiudere in anticipo: De Biase prendeva la base ball, Sheldon era salvo su un errore del seconda base, mentre Benvenuti riceveva quattro ball. A basi cariche, con due out, Suardi rimaneva al piatto. Prima della fine c'era il tempo di vedere il rilievo finale di Luca Martignoni, chiamato a dare respiro ad un Tonellato (4bv) davvero efficace.

LA SCHEDA DELLA PARTITA