Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

TERZA VITTORIA PER IL MONTEPASCHI CHE IN SEMIFINALE AFFRONTERA' IL SAN MARINO

Un Montepaschi Grosseto sicuro della qualificazione e del primo posto nel proprio girone non fa sconti al Mainz Athletics e firma la terza vittoria nella fase di qualificazione (8-0). Il manager Mazzotti approfitta dei giochi già fatti per risparmiare qualcuno a partire da Jairo Ramos uscita nella partita contro il Rouen dopo essere stato colpito al gomito. Altre novità in casa biancorossa sono Alessandro Galli dietro al piatto per Bischeri e Nunez all'interbase per far riposare un Marval in non perfette condizioni fisiche.

Come Preziosi anche Avagnina è stato impiegato sia in attacco che sul monteCambiano gli attori ma non il risultato ed il Montepaschi, che affida il ruolo di partente al giovane Panerati, passa in vantaggio subito al primo attacco con Nunez, più per demerito dei tedeschi, due basi ball ed un errore del terza base, che per meriti propri. L'accellerata decisiva che mette al sicuro la vittoria già prima di metà partita arriva alla terza ripresa quando Grosseto mette a referto quattro punti. Avagnina, Dallospedale ed Ermini toccano tre singoli, conditi da un errore del lanciatore, (2-0) e dopo l'eliminazione in diamante di Sgnaolin che vale il 3-0 anche Caracciolo batte in valido spingendo a casa altri due punti. Non sono invece necessarie valide al Montepaschi nell'attacco successivo per siglare il 6-0, ma bastano due basi ball, un colpito e una mancata presa dell'interbase Hobbs-Brown su un inflied fly per far correre a casa Avagnina. Con il successo ormai in tasca il nove di Mazzotti rallenta i ritmi e rimane in controllo della gara fino alla fine dando nuovamente spazio sul monte a Preziosi che, oltre ad essere il migliore della serata nel box (3 su 4), si disimpegna molto bene anche in pedana. L'ultimo acuto dei maremmani all'ottava ripresa arrotonda il risultato sull'8-0 con le segnature di Nunez e Avagnina e costringe il manager tedesco ad una mossa assai insolita quando richiama sul monte Boldt, dopo averlo spostato in seconda, per riuscire a chiudere la gara senza subire la manifesta.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

Fabio Ferrini