Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

IL ROUEN HUSKIES SI GUADAGNA LA SEMIFINALE DI COPPA CAMPIONI CONTRO IL CORENDON KINHEIM

Sarà il Rouen Huskies ad affrontare in semifinale il Corendon Kinheim per un revival della finale dello scorso anno. Il nove francese, dopo la sconfitta per manifesta contro il Montepaschi, ha una pronta reazione e sommerge il Royal Greys sotto sette punti (7-0). Gran parte del merito va però al partente transalpino Jason Kosow che ha firmato uno shut-out e senza l'aiuto della difesa ha fatto due terzi degli eliminati lasciando al piatto ben 18 battitori. Una sicurezza per i compagni di squadra che hanno così dovuto pensare solo a toccare i lanci del partente belga Daniel Calarco che ha resistito alle mazze del Rouen solo nella prima ripresa.

Dal secondo attacco gli Huskies si sono fatti sentire siglando il vantaggio con i doppi di Marche e Peron per poi arrotondare sul 2-0 al quarto dove un lancio pazzo permette a Gauthier di arrivare a casa dopo aver ricevuto la base ed essere avanzato fino in terza sul singolo di Peron. Con Kosow a fare da padrone senza mai far toccare il sacchetto di terza al Royal, il Rouen continua la striscIA di quattro riprese consecutive con punti a referto. Al quinto Piquet tocca un triplo al centro e segna sul doppio di Scalabrini (3-0), all'attacco successivo è ancora protagonista Peron che prima spinge a casa Gauthier con una battuta da due basi, poi completa lui il giro della basi, dopo aver rubato la terza, sulla battuta in diamante di Israel. Gli Huskie infliggono il colpo del definitivo ko alla settima ripresa con Marche e Scalabrini a punto (7-0) sulla quarta valida di giornata di Peron (4 su 4 e 4 rbi).

LA SCHEDA DELLA PARTITA

Fabio Ferrini