Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubecustom1

LA TELEMARKET SOFFRE PER META' PARTITA, POI DILAGA; IL MALTEMPO RIDISEGNA FORTITUDO-CARIPARMA

Di Roma ha finalmente mostrato il suo potenziale (Ferrini/Fibs)Soffre ancora, ma alla fine la Telemarket Rimini riesce ad aver ragione (12-6) della matricola Rangers Redipuglia.
I giuliani fanno vivere un brutto pomeriggio al partente riminese Buddy Bengel, che esce con un out al terzo dopo aver subito 5 punti guadagnati e concesso 6 valide, tra cui 2 fuoricampo: di Carvajal e Sartori. Non meglio inizia il rilievo Di Roma, che al secondo lancio (il primo, per la cronaca, era uno strike) subisce il fuoricampo di Cecotti. In vantaggio 6-1, l'attacco giuliano però si spegne. Contro Di Roma arriveranno infatti solo altre 2 valide. E il vantaggio maturato non si rivelerà una dote sufficiente.
Per la Telemarket l'inning della svolta è il quarto. Il 'rookie' italo canadese Baldinelli va letteralmente in confusione, complice anche un errore del prima base Cecotti. Con un out, concede 2 basi ball e 2 balk prima di lasciare il posto a Zorzenon. Il nuovo venuto litiga con il controllo e fa avanzare i corridori a suon di lanci pazzi e basi. Quando Crociati è il secondo eliminato, ci si accorge che il Rimini ha segnato 3 punti senza battere valido. Il singolo di Garcia (che chiuderà a 4 su 4) vale il quarto e riapre definitivamente la partita.
Il pareggio dei Pirati arriva al quinto. E' il 'rookie' Campanini, con un singolo contro l'altro esordiente Bertoldi (terzo pitcher dei Rangers), a spingere a casa Melo.
Al sesto sono 2 errori (del seconda base Ricciarelli e di Bertoldi) a segnare definitivamente la resa dei Rangers. La Telemarket segna infatti 3 punti e altri 3 li aggiunge al settimo, grazie ai singoli di Garcia e Spinelli e al doppio di Crociati.

LA SCHEDA DELLA PARTITA

Il diluvio che si è abbattuto quasi ininterrottamente su Bologna nelle ultime 24 ore rende impossibile ripristinare il diamante del 'Gianni Falchi' entro la giornata di sabato per giocare gli incontri fra Fortitudo e Cariparma.
Domenica mattina (15/6) sarà eseguito un sopralluogo e, sicuramente in assenza di ulteriori precipitazioni, verranno disputate garauno (lanciatori stranieri) alle 12 e garatre (lanciatori italiani ASI) a seguire, slittando garadue (lanciatori italiani anche non ASI) a lunedì sera a Parma.
Qualora l'impianto bolognese non fosse praticabile, il programma prevede di giocare garadue a Parma domenica alle 20 e rinviare garauno a venerdì 20 e garatre a sabato 21, entrambe a Bologna.